E se chi perde a Milano, lo mandassimo a Roma?

Scusate se continuo a parlare di elezioni amministrative. Perché, sì lo so, c’è la Brexit, il terrorismo, eccetera mille e mille paure e preoccupazioni ma domenica il voto italiano è importante. Fondamentale a Milano, a Roma, Torino, Bologna, Napoli…

Prendete l’immigrazione (cui fatalmente si collegano sicurezza e lotta al terrorismo). Non è neutrale il voto di domenica. Può essere un segnale preciso, senza alcun dubbio. Parisi e Sala non hanno le stesse idee su chi apre Moschee a Milano. Neanche Lettieri e De Magistris. Tanto meno la Bergonzoni  e Merola. Decidete voi chi votare, ma non pensiate sia secondario.

Ultima ironica proposta sulla differenza di qualità fra i candidati di Milano e i candidati di Roma: ma se nella Capitale mandassimo a fare il sindaco chi perde a Milano?

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

3 risposte a “E se chi perde a Milano, lo mandassimo a Roma?

  1. Buongiorno
    Chi perderà a Milano, avrà la possibilità di sedere al Comune di Roma ? caro dott. Banfi, mi auguro che la sua sia solo una battuta. Per quanto riguarda i due candidati milanesi, cè una cosa che va evidenziata. Sala ha dichiarato apertamente che la sua priorità, nel caso venga eletto è quella di aprire l’ennesima moschea a Milano e già questo dovrebbe mettere in guardia i cittadini meneghini.Su questo punto di vitale importanza, bisognerebbe tornare ai fatti di Orlando e di questa mattina in Francia. Ma conosco molto bene i pensieri dei compagni e dei buonisti. Sanno magnificamente, negare l’evidenza. La stessa cosa che stà facendo Obama, dopo i fatti di Orlando. Ma non è di lui che dobbiamo parlare. I cittadini delle più importanti città d’Italia, saranno chiamati a scegliere chi governerà la città. Da una parte, un partito che ha dimostrato la sua incapacità di lavorare per il bene della comunità e dall’altra, personaggi nuovi e decisi a cambiare le cose. Quando di mezzo ci sono gli interessi politici, il compito non è mai facile. Roma è sotto ricatto. L’intero Pd, ha dichiarato che se dovesse vincere il M5S, le Olimpiadi non ci saranno e i diritti dei cittadini verranno a mancare, senza contare le altre cose a loro riservate. La Boschi, lo ha fatto notare in più occasioni, dimenticandosi da che pulpito venga la predica. Lo stesso Pinocchio ha ribadito che in caso di fallimento del suo partito, saranno guai molto, molto seri. Promesse mai mantenute e ricatti. In questo modo, stà in piedi il Pd. Mi auguro che i romani, abbiano capito in che mani sono finiti fino ad oggi. Marino è stato il Sindaco peggiore degli ultimi anni. Le sue priorità sono state, omosessuali e zingari. La città più bella d’Italia, ridotta un porcile. Sono milanese, ma prima di tutto Italiano e questa cosa non la posso certamente sopportare. La Capitale è e resterà per sempre tale e l’immagine che dovrebbe dare di se, rimane unica. Passiamo a Milano. Boschi & Company, non sono riusciti a mettere sotto ricatto i milanesi e dovranno giocarsela alla pari. Pisapia, ha ridotto la città, una discarica a cielo aperto e le sue priorità sono state perfettamente identiche a quelle di Marino. Due totali fallimenti. Domenica gli Italiani saranno chiamati a scegliere, chi meriterà di sedere sulla poltrona da Sindaco. Sceglieranno di vivere con la criminalità, gli zingari, clandestini e terroristi, omosessuali che vogliono distruggere l’unica cosa importante rimasta, la Famiglia. O diversamente daranno la possibilità a personaggi lontani dalla politica, ma vicini ai reali problemi di una città, di governare in modo giusto e responsabile. Di che pasta sono fatti gli Italiani, lo sapremo lunedì prossimo. Buona giornata.
    Cordialmente.

  2. Vorrei sfatare il disastro a cui andrebbero incontro gli inglesi votando sì all’uscita zona euro, non lo credo affatto!. Primo fatto perchè già usano la sterlina e non l’euro……………poi essendoci stato per solo 4 giorni!, ho potuto notare solo da cambio valuta e cioè euro-pounds…………….un bel salasso!. Solo di trasporto odierno il costo è quasi di 30 euro!, se non era per mia cugina con i bage…………..la spesa era molta di più. Quando chiedevo di acquistare oggetti visti, lei mi diceva che in italia lì avrei pagati molto meno!…………….quindi tirando le somme, tutto sommato gli inglesi sanno bene cosa votare.Poi riguardo il resto?……………..beh se il paladino renzi continua con le sue uscite al fischio!, rischia di fare le valigie anche prima di ottobre, terminando con l’ironica proposta da parte sua credo che sia roma e milano con i loro cittadini abbiano bisogno di una scossa bella forte!. Le tentazioni son presenti ma l’ultima parola debba esser data in mano agli indecisi del primo turno, perchè saranno loro a fare la differenza ove serva e ancor di più siano in tanti!!!!!!!!!!!!!!!!!!!. Non perchè il loro voto sia mancato prima?……………………però volete un cambio di marcia?, fate ciò che serva per averlo!!!!!!!!!!!!!!!.

  3. Queste votazioni e ballottaggi guardiamole con occhi diversi dalla solita politica, mi riferisco a promesse fatte dal buon Renzi!. La prima riguardava se non sbaglio, il calo dello stratosferico debito che il governo avrebbe pagato le aziende creditrici. Ma dai numeri?…………….beh, non credo!;arriviamo parlando del debito pubblico che numeri usciti, sia oltremodo aumentato!…………….così siamo a 2 bugie!.Detto questo mi collego al punto di partenza, cioè visione diversa!………………ecco dunque avendo questi dati si va per le strade a parlare con i cittadini comuni e paganti di tasse!. E io porrei questa domanda verso i possibili votanti:vedendo queste cifre con la paura di averle raddoppiate?………………lei voterebbe ancora questo esecutivo e relativi sindaci nel suo comune?. Io per ora mi fermo quì, anche perchè altro di più non potrei fare, magari farmi giustizia da solo?……………e poi?……………….ho 43 anni!; butto via la vita per questi?……………….assolutamente no!. Se potessi battermi per un diritto sacrosanto, ossia vivere dignitosamente che però in questo paese risulta non diritto ma missione impossibile!!!!!.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *