Chi sogno per il Quirinale

Giorni decisivi, giorni importanti per l’Europa e per il nostro Paese. Il QE di Draghi ha preceduto le storiche elezioni in Grecia, dove la clamorosa vittoria di Syriza e il conseguente governo con gli indipendentisti costituiscono un passaggio importante per un’Europa che deve cambiare e abbandonare la politica dell’austerità finora voluta dalla Merkel. C’è una grande opportunità per l’Italia.  

Domani iniziano le votazioni per il Quirinale. E si vedrà se la politica è in grado di comprendere qual è adesso il suo compito. Non voglio fare, personalmente, nomi. Sogno un Presidente della Repubblica politico, conosciuto e stimato in Europa, che finalmente non sia amico della Merkel e non ci rifili dei presidenti del Consiglio decisi a Bruxelles e a Berlino e non votati dal popolo.

Le piazze di Parigi  e di Atene, seppur in contesti molto diversi, drammatico l’uno, festoso l’altro, raccontano una voglia di riappropriazione radicale della democrazia in Europa. I popoli europei vogliono tornare ad essere padroni del proprio destino.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

8 risposte a “Chi sogno per il Quirinale

  1. Buonasera.
    Caro dott. Banfi.
    Sono più che convinto che, i giochi per l’elezione del prossimo Capo dello Stato, sono stati fatti ancora
    prima delle dimissioni di Napolitano. La sua influenza, nel gestire la cosa era nell’aria da tempo. Pensare che, un governo al potere, senza nemmeno un voto degli Italiani, possa avere un Presidente della Repubblica, lontano da ogni coinvolgimento politico, mi sembra assai improbabile. L’imbonitore toscano, autoproclamatosi Presidente del Consiglio e desideroso di rimanere al suo posto fino al 2018, ha lavorato sotto banco da un bel pezzo, senza dare troppo nell’occhio. Le dichiarazioni fatte in questi giorni, servono solo ed esclusivamente, per tenere buoni gli Italiani. Sono pronto a scommettere che il candidato che si siederà sulla poltrona del Quirinale, sarà inevitabilmente un uomo di sinistra e molto vicino al sistema Europeo. Uno su tutti, Romano Prodi. L’uomo che insieme a Berlusconi, ha traghettato l’Italia, nella trappola dell’Euro. Il primo, ci ha fatto entrare e senza un minimo di logica, ha sopravalutato la moneta unica, il secondo, non ha controllato la scambio lira-euro e quello che è successo è ormai storia vecchia. La cosa migliore, sarebbe avere un Presidentedella Repubblica, lontano da ogni colore politico. Un tecnico, una persona neutrale che sia capace di analizzare tutte le scelte prese dai nostri politici e scegliere la cosa migliore per il paese. Purtroppo, tutto questo non succederà mai. Ma c’è ancora una cosa che, può mettere al tappeto la Merkel e l’intero sistema. La Grecia. Il paese ellenico è arrivato a una svolta epocale. Se, la sua scelta sarà di uscire dalla Zona-Euro, altri paesi in difficoltà la seguiranno e per i poteri forti di Bruxelles, saranno dolori. Non dimentichiamoci che, l’anno prossimo l’Inghilterra sarà chiamata alle urne, per decidere se passare alla moneta unica o rimanere con la vecchia ma, sempre valida sterlina. L’Inghilterra, non è certo paragonabile alla Grecia e se il paese anglosassone, vorrebbe girare le spalle all’Europa, sarebbero guai veramente seri. Personalmente, mi auguro che tutto quello che ho citato, succeda. Per essere padroni del nostro destino, non possiamo rimanere incollati a un sistema che ci limita il consumo di ossigeno. Caro Alessandro, lei non vuole fare nomi sul prossimo Presidente della Repubblica e su questo mi trova perfettamente d’accordo con lei ma, sognare un politico Italiano, stimato in Europa, mi sembra al quanto improbabile. Dove troviamo un politico Italiano, onesto e stimato ? non può appartenere a questo paese. Politici onesti, non ne esistono, esistono migliori o peggiori, ma onesti !!! sono pessimista di natura e credo che, uscire da questa crisi istituzionale e economica, sarà una vera e propria lotta, senza esclusioni di colpi. Sicuramente, fino a quando non usciremo dall’Europa, uscire dalla crisi, rimarrà un sogno.
    Cordialmente.

  2. Perchè non nominano Domenico Scilipoti?? visto che poco tempo fà era cosi importante.
    Speriamo che scelgano un vero arbitro, ma penso che continuando così eleggeranno Moreno!
    Sinceramente siamo veramente stufi di sperare, sperare, sperare!

  3. Forse sbaglio, ma mi sembra il sogno di chi desidera far parte dell’Europa solo per averne dei vantaggi ma senza fare sacrifici per meritarli. Purtroppo non si può desiderare di entrare in una realtà politico-economica continentale se non si accetta di assumere comportamenti “virtuosi”. Ma ora alziamo la voce contro i Paesi europei che hanno conti e bilanci in ordine, buone politiche sociali, bassa conflittualità interna per la saggezza di imprenditori e sindacati, politici e amministratori seri e onesti. Se un’Europa ci sarà, sarà quella delle formiche, non delle cicale.

  4. SOGNARE UN PRESIDENTE ONESTO , SANTO , CAPACE, BENVOLUTO IN ITALIA E ALL’ ESTERO , SAREBBE MERAVIGLIOSO. MA TEMO CHE I GIOCHI SIANO GIA’ STATI FATTI A MONTE. POVERI NOI, A MENO CHE FACCIAMO LA RIVOLUZIONE COME LA GRECIA !!! . CORDIALMENTE.

  5. Sogno un presdente eletto dai cittadini, e non dai soliti politici marpioni magari perchè alquanto inconsistente e fuori dai giochi di potere.

  6. A mio parere il problema di questo paese non è il quirinale ma tutta la classe politica e i suoi costi e vizi legalizzati!,dico così perchè abbiamo la classe più corrotta e con il maggior numero di parlamentari indagati per peculato o falso in bilancio o appropriazione indebita di fondi pubblici,ma con una giustizia così è inutile e impossibile che si mordano la coda da soli!.

  7. Buongiorno, sognare in questo paese non è più permesso visto che da almeno 3 anni non c’è più una parvenza di democrazia e solo un lungo interminabile incubo, economico, sociale, istituzionale, politico.
    Il sogno degli italiani che rimarrà tale per chissà quanto tempo se passeranno le riforme renzi, era quello di eleggere prima o poi un presidente delle repubblica in modo popolare e libero, alla faccia di quello che diceva renzi che il presidente doveva essere condiviso, per almeno il 50% degli italiani il nuovo presidente non sarà il presidente di tutti gli italiani visto, che fi, m5s, lega e altri partiti che in totale raccolgono la metà dei voti non lo voteranno, caso a parte ncd con alfano che per l’ennesima volta si piega ai diktat di renzi.
    Quando una persona non è di parola con quelli del suo stesso partito, vedasi letta, tratta gli alleati come servi, non rispetta i patti con l’opposizione(nazareno), non rispetta quelli con i cittadini, a casa mia chiamasi arrivista senza scrupoli visto che in base alle convenienze del momento prende i voti di chiunque, ci sono le riforme e la legge eletorale la parte a sinistra del mio partito non ci stà cerco voti altrove, il governo lo faccio con i voti presi a destra e il presidente me lo eleggo nel mio partito, poi chi ci stà ci stà, di persone così la storia e piena ma non hanno mai portato nulla di buono ai loro paesi, perchè per un politico la parola e una sola e idem la faccia, si ricordi renzi che fin dall’antichità chi di spada ferisce di spada perisce, prima o poi qualcuno quando meno se lo aspetta gli farà pagare tutto questo arrivismo spregiudicato perchè più volte tradisci più nemici ti fai specialmente in politica, quando qualcuno gli fà presente tutto ciò lui la prende sul ridere e dice per colpirmi alle spalle prima devono prendermi. finora porta a casa solo vittorie ma tenere un piede in due scarpe e complicato ma tenerlo in tre diventa impossibile alla lunga prima o poi inizieranno gli inciampi e le cadute e per quelli che hanno sete di rivalsa non sarà difficile prenderlo.

  8. Ottima scelta del nuovo presidente, serio, di poche parole, non di estrema destra, non di estrema sinistra, speriamo che sia un vero arbitro per tutti gli italiani, perchè in questo momento ne abbiamo veramente bisogno. TANTI AUGURI PER UN SERIO LAVORO. (Ricomincio a sperare, per il futuro dei miei figli e nipoti e per tutti gli italiani onesti!.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *