Il successo Mogherini

Dunque Matteo Renzi ha avuto un indubbio successo. Federica Mogherini è il nuovo Alto Rappresentante della politica estera dell’Unione Europea, succedendo a Lady Ashton.  C’è stato, nelle scorse settimane, chi era scettico e chi temeva che il rinvio di giugno compromettesse il risultato. Non è stato così, e sarebbe sbagliato non cogliere il successo di tutto il nostro Paese in questa nomina.

Ora la partita di Renzi è tutta sull’economia. Gli ultimi, drammatici, dati sulla deflazione, sul declino dell’Italia, non lasciano scampo.

Il successo Mogherini deve servire alla ripresa dell’Italia.

L’occasione c’è, non va buttata.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Una risposta a “Il successo Mogherini

  1. Buonasera.
    Alto Rappresentante della politica estera ? ma se non sono nemmeno capaci di riportare a casa, due
    nostri ragazzi prigionieri in India, tra cui il Maro Latorre, colpito da ischemia, dove vogliono andare ?
    Fanno ridere i polli. Pensare di far ripartire l’Italia con gente del genere, mi sembra alquanto azzardato
    e credere che possano essere un bene per il nostro paese, significa credere alle favole. Ma siamo da tempo, abituati alle favole dei nostri politici e una più e una meno, non fa molta differenza. Certo che,
    l’assoluto disinteresse per la vicenda dei Maro, lascia gli Italiani (quelli veri) con l’amaro in bocca. E
    questi personaggi politici, vorrebbero essere i portabandiera in Europa ? ritengo senza ombra di dubbio che, non conoscano nemmeno la Costituzione e hanno la presunzione di presiedere all’interno dell’Unione Europea. Se c’è una persona che crede basti un politico in un posto di comando, per ribaltare l’economia di un paese, si faccia avanti. Queste sono esclusivamente, mosse studiate a tavolino per dare credibilità a un paese che la credibilità, la persa ormai da molto tempo. Gli Italiani, ormai hanno capito che chi tira le fila in Europa è sempre e solo lo stesso personaggio. Il resto della baracca, gioca un ruolo da controfigura. Fino a quando non avremo un gruppo di politici, pronti ad alzare la voce e capaci di dimostrare l’assoluta indipendenza, saremo preda di famelici personaggi, pronti ad azzannarci. I nostri politici, devono imparare ad essere dei veri nazionalisti e credere nelle potenzialità dell’Italia. Ma, prima di tutto devono essere capaci di amare il paese. Cosa che fino ad ora è stata fatta solo per i propri interessi. Una classe politica fallimentare e vergognosa.
    Cordialmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *