Un viaggio giusto

Per una volta, complimenti a Matteo Renzi. Il viaggio lampo in Irak del nostro Presidente del Consiglio ha avuto il merito di risollevare l’immagine dell’Europa in un momento drammatico, in cui davvero il mondo sembra attanagliato da quella “guerra mondiale” a pezzi di cui ha parlato Papa Francesco.

“L’Europa non è solo lo spread”, ha detto ieri da Bagdad Renzi. E l’immagine è molto azzeccata. Un’Europa assente dallo scenario internazionale risulta ancora più odiosa, lontana dagli abitanti del nostro continente.

E bene ha anche fatto stamattina a polemizzare con il Movimento 5 Stelle, accusandoli di voler dialogare con i terroristi e di non dialogare col Governo. Alessandro Sallusti dal Giornale chiede al grillino Di Battista di dimettersi da deputato.

Non so se siano necessarie le dimissioni, ma forse dei chiarimenti e dei distinguo, dopo la decapitazione del giornalista americano sgozzato davanti al mondo, sì.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

5 risposte a “Un viaggio giusto

  1. Buongiorno.
    I complimenti a Renzi ? per una volta soltanto, siamo seri. L’unico complimento dell’imbonitore toscano è quello di essere un grande oratore e allo stesso tempo, capace di trasformarle in fantastiche illusioni. Cosa ha fatto in Iraq per meritarsi il merito di avere risollevato l’immagine dell’Europa ? nulla. Ci sono due nostre connazionali nelle mani di terroristi e di questo, non ha speso una parola a favore delle due. Stiamo affondando ogni giorno che passa e non si vede la luce infondo al tunnel ma, si continua a spendere un sacco di parole al vento e niente di più. Di fatti concreti, nemmeno l’ombra. L’unico interesse che questa classe politica, dimostra quotidianamente è come sistemare l’orda di barbari che, giornalmente entra abusivamente nel nostro paese. Questa è una priorità che non ha uguali, sembra che tutto giri intorno a loro e per l’Italiano, non resti che arrangiarsi. Un sentito ringraziamento da parte di tutti gli Italiani per il lavoro svolto dalla nostra classe politica. Non mi stupirei se prossimamente il nostro paese venisse invaso dal virus dell’ebola e sarei curioso di vedere il comportamento di Renzi. Chiudere le frontiere, sarebbe una mossa intelligente ma, considerando il
    quoziente d’intelligenza dei nostri politici, prevedo una catastrofe. E questa eventualità, dobbiamo
    prenderla in considerazione e non sottovalutarla. L’ebola ha già ucciso più di 1300 persone e la maggior parte, proveniente dall’ Africa. Consiglio del tutto gratuito ai nostri politici. Mettetevi al lavoro
    e non sprecate altre parole, questo non è uno scherzo. Ogni persona che morirà, l’avrete sulla coscienza. Per quanto riguarda il deputato grillino Di Battista, non c’è da preoccuparsi. Ha seguito l’esempio del suo capo carismatico. Sparo cazzate per farmi notare e il risultato è stato centrato in pieno. Tutti uguali, solo capaci di aprire la bocca senza avere acceso il cervello. E questo comportamento, in Italia è la regola. Prepariamoci a un autunno infuocato.
    Cordialmente.

  2. Buongiorno, bastasse una visita di Renzi in Iraq, in Siria o in Russia per l’Ucraina o in Israele per Gaza per risolvere ogni crisi con la sua oratoria si potrebbe provare col mandarlo dai carnefici del giornalista americano che probabilmente detengono anche le cooperanti italiane, peccato che il buon Renzi in questi mesi non sia riuscito nemmeno nel riportare in Italia i due Marò detenuti in India.
    La realta purtroppo è che con questa gente non si può trattare al contrario di quello che pensa Il cinquestelle Di Battista e non per principio o partito preso, ma perchè semplicemente non sentono ragioni e seguono alla lettera i dettami del Corano, che prevedono l’annientamento di cristiani, ebrei e chiunque non si converta all’islam, ha ragione Magdi Allam quando afferma che i veri mussulmani che seguono alla lettera i precetti del Corano sono questi moderni barbari, certo esiste un islam moderato che si può paragonare con i dovuti distingui ai crsitiani non praticanti, il dialogo con questi soggetti esiste da tempo ed ha portato buoni frutti.
    Purtroppo le primavere arabe, le guerre in Iraq e Libia non hanno portato i risultati sperati, i dittatori calmieravano la zona e le economie dei vari paesi erano sicuramente più floride di ora e anche l’occidente aveva comunque la possibilità di interloquire con dei soggetti es. Gheddafi per quanto riguarda l’immigrazione che parte dalle sue coste, ora in tutti questi paesi vige il caos, tra lotte tribali, Isis e pseudo governi democratici di natura militare, altro es. chiave l’Egitto con Mubharak era il principale alleato dell’occidente insieme alla Giordania, ora l’economia di quel paese che si basava in gran parte sul turismo e in grave difficoltà.
    Ora veniamo ad un paradosso molte delle guerre dell’ultimo decennio sia avvenute che paventate sono state per l’uso o la minaccia dell’uso di armi di distruzioni di massa, ora la vera minaccia di una distruzione di massa per l’umanità viene dalla natura stessa attraverso ebola ed altri virus speriamo che questi soggetti non pensino di usare queste persone malate per attaccare l’occidente, nel frattempo speriamo che il vaccino americano funzioni veramente e venga distribuito in Africa

  3. Buongiorno.
    Caro Dott. Banfi, un viaggio giusto che dovrebbe intraprendere l’imbonitore toscano è quello in India. Da ormai quasi tre anni, due nostri soldati, sono nelle mani di un paese, corrotto e ipocrita. Nessun politico Italiano, ha il coraggio di alzare la voce e prendere decisioni su un fatto tanto grave. Soldati dimenticati da una nazione e lasciati in balia di se stessi. Una vergogna, una vera e propria infamia. Pensare che questi due ragazzi, abbiano giurato fedeltà alla Patria e al tricolore, mi fa rabbrividire. A che prò, giurare fedeltà a un paese che, ti dimentica ? e questo il nostro Renzi, lo sa molto bene ma, fa finta di non vedere. Molto più comodo. Un politico con gli attributi, avrebbe espulso tutti gli indiani dal nostro paese. E la stessa sorte, toccherà alle due nostre ragazze, prigioniere in Iraq. I nostri politici, non sono capaci di mandare avanti il paese, figuriamoci se lo sono, difronte a un paese straniero. Questi sono gli atteggiamenti che, aiutano a valutare la forza e l’impegno di una classe politica. In parole povere, una classe politica, inesistente.
    Cordialmente.

  4. Forse sono pure io dell’opinione di marco sul viaggio di renzi e se da una parte sia stato giusto dall’altra invece dico che abbiamo talmente tanti problemi in italia e a mio parere il signor renzi dovrebbe preoccuparsi e guardare in casa sua!.Come ho detto capisco la solidarietà umana ma laggiù c’è e ci sarà sempre la lotta per il predominio ideologico e strategico su zone sensibili ove ottenerne benefici espandendosi sempre più.Ci sono troppi contendenti che vogliono mangiare nello stesso piatto e ottenere il controllo dell’economia mondiale,ecco il perché di tutte queste guerre in nome ognuna del suo dio ma che nulla hanno a che fare con quel dio chiamato danaro-potere!.La fine di tutto ci si può domandare?………………………quando ci saranno ne vinti o vincitori e cioè un pianeta deserto!,ma forse non interessa a nessuno perché quel diodanaro offusca le menti di tutti.

  5. Complimenti…all’ennesima pagliacciata UNICAMENTE per apparire al centro dell’attenzione.
    In un delicato momento come questo dove le ritorsioni dei movimenti islamici estremisti sono dietro l’angolo il nostro premier (nostro per modo di dire visto che NON è stato eletto dal popolo come da prassi in un paese che si definisce DEMOCRATICO) cosa fa? enfatizza questa visita lampo urlando a squarciagola che l’Italia invierà armi per contrastare l’ISIS….complimentoni!!! questo vuol dire portarsi la guerra in casa e qualsiasi stratega lo sa benissimo. OK all’invio di armi ma con assoluta discrezione a maggior ragione che due giovani connazionali sono state sequestrate da estremisti pronti a cederle al miglior offerente. non mi meraviglierò affatto se eventuali atti terroristici verranno compiuti sul suolo italiano e rivendicati da islamisti come segno di ritorsione del nostro aiuto…NON ME LO AUGURO AFFATTO ma se ciò dovesse accadere…mio caro Renzi …un esame di coscienza te lo dovrai fare….se ce l’hai….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *