Due guerre e l’Europa attende Renzi

Il mondo vive ore drammatiche. Un aereo civile viene abbattuto nei cieli dell’Ucraina, durante un’operazione di guerra. Ribelli filo russi e governo ucraino si scambiano accuse. Sono morte quasi 300 persone.

Israele invade via terra la Striscia di Gaza e la guerra in Medio Oriente rischia di divampare sempre di più.

In tutto questo l’Europa, già debolissima negli ultimi mesi nei confronti di due crisi che pure divampano ai suoi confini, è senza Governo. Perché Matteo Renzi, presidente di turno, ha preso tempo e rinviato le nomine fino a fine agosto. L’Italia rischia di apparire più responsabile di altri in questa irrivlevanza politica, in questa impotenza diplomatica.

Il mondo brucia e noi abbiamo bloccato tutti sulla nomina della Mogherini.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

11 risposte a “Due guerre e l’Europa attende Renzi

  1. Buonasera.
    Ma facciamo i seri ! se c’è ancora qualche persona che, crede che l’Italia sia credibile difronte all’Europa
    e al mondo intero, si faccia avanti. Sono ormai anni che, abbiamo perso la nostra reputazione. Il caso Marò, l’impotenza politica e verbale difronte allo strapotere della Merkel, il fatto che, non siamo capaci di riformare un Paese e per finire, il continuo starnazzare dei nostri politici, incapaci di dare un minimo di dignità popolare a persone che hanno perso, ogni tipo di speranza. Non esiste più il vero politico, lo stratega della situazione, lo statista. Esistono solamente personaggi che parlano e sparano cazzate, giullari che credono fermamente di incantare il popolo. Ma il popolo, non crede più alle loro barzellette, il popolo ha bisogno di fatti concreti e purtroppo, questi ambigui personaggi, non sono e non saranno mai in grado di portare il Paese a una vera e propria ricrescita. Il fallimento economico e morale è ormai, cosa certa. In Europa, siamo l’ultima ruota del carro e la nostra considerazione è pari allo zero. Tra non molto, non avremo nemmeno più, la compagnia di bandiera. L’Alitalia è difronte a un radicale cambiamento e grazie ai sindacati, fallirà, lasciando sul campo, una serie infinita di disoccupati. Non che la cosa mi dispiaccia, molti dipendenti, da anni avrebbero dovuto andare a zappare la terra. Per anni, hanno spremuto la compagnia all’inverosimile e ora, ne pagheranno le conseguenze. La cruda realtà di questo Paese è sotto gli occhi di tutti. Non si riesce a mandare avanti il Paese, usando il buon senso. Dobbiamo avere tutto e subito e se possiamo farci mantenere dallo Stato, ben venga ! E Renzi ? aspettiamoci un altra puntata di chiacchiere e promesse. L’Italia stà in piedi, solo con quelle.
    Cordialmente.

  2. Purtroppo dott banfi le guerre ci saranno sempre finche esisteranno soldi-petrolio-religione e il genere umano!.Poi per quanto riguarda il nostro bel governo creato dal nulla e nullafacente beh che dire?……………………..una cosa la posso dire:POVERI NOI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!,o almeno chi stenta a tirar fine mese!.Dio mio come siamo conciati e magari i nostri nonni ci direbbero che ai loro tempi era peggio…………………….di sicuro non potrò negare o smentire ahahahh,che succederà tra un po’?.Magari si arriverà al punto tale che se possiedi una stanza libera dovrai obbligatoriamente ospitare la marea di profughi che arriverà dal conflitto palestinesi-israeliani………………………….ma la famosa unione europea dove è?,noi chì ci ripaga è?.

  3. Buonasera.
    Renzi, in visita in Africa e precisamente in Mozambico, promette al Presidente del paese, cinquanta miliardi di dollari per investire nel paese. Questi soldi arrivano da Eni. Alla grande ! il nostro paese è
    economicamente allo sbando e cosa fà ? investe all’estero. Non sono un economista ne tanto meno uno stratega ma, trovo una manovra del genere, molto azzardata e controproducente. Che benefici può
    portare all’Italia, una manovra del genere ? cinquanta miliardi di dollari, sono una cifra molto importante e non sarebbe stato meglio investirli per il fabbisogno dell’economia interna. Abbiamo strutture che, cadono a pezzi, vergognosamente lasciate andare in disuso e tutto questo per colpa delle nostre istituzioni che, fregandosene altamente della loro manutenzione, mettono giornalmente in pericolo, la vita dei cittadini. L’ultimo caso clamoroso di un ragazzo morto a Napoli, per il distacco di un cornicione, in pieno centro città. Mi chiedo perchè, bisogna per forza, farsi vedere grandi, quando il
    proprio paese è alla frutta. Per prima cosa, bisognerebbe lavorare per il bene del paese che si guida e
    lasciare perdere altri strani movimenti. Penso che Renzi, soffra di manie di grandezza, promette cose
    che, lui stesso sa che, non potrà mai mantenere. Il paese affonda, ma investiamo all’estero. A che prò.
    Non è certamente una bella cosa ma dovrebbero essere gli stranieri a investire nel nostro paese, per dare liquidità alle casse ormai vuote. Sono curioso di vedere, dove Renzi andrà a prendere i soldi per portare a termine le riforme promesse e quando queste riforme, partiranno. Per fortuna, non credo alle favole !
    Cordialmente.

  4. Buongiorno.
    Analizziamo per un attimo, l’attuale situazione dell’intera Europa e come ha anticipato un giornalista inglese, i prossimi tempi, saranno inevitabilmente da monitorare per l’eventuale rischio attentati. Molti
    musulmani, residenti in tutta Europa e tra di loro anche molti integralisti pronti a farsi saltare in aria, in
    nome di strane ideologie, dovranno essere messi, nella totale situazione di non nuocere. La crisi in Medio Oriente è senza dubbio, fonte di ritorsioni da parte di un popolo che subisce ormai da secoli, l’infinita oppressione di un popolo che, destinato a non avere una propria terra e identità, giornalmente colpisce strutture Palestinesi, senza badare agli obbiettivi. Colpire, ospedali e case private è un comportamento, da veri e propri infami, uccidere vittime innocenti come i bambini è da condannare, senza se o senza ma. Qualsiasi paese europeo che prenderà le difese del popolo ebraico, sarà inevitabilmente consapevole di subirne le conseguenze e questo dovrebbe essere, un punto di riflessione da parte dei nostri politici. Senza contare, l’enorme flusso di migranti che, cercherà in tutti i modi di raggiungere le coste Italiane. Il nostro paese, stà spendendo una cifra enorme per il sociale e per aiutare queste persone che giornalmente, sbarcano in Sicilia e nonostante la crisi economica, nessuno è capace di mettere un freno e l’Europa, fa finta di niente. Stà a guardare, senza proporre concrete soluzioni. Ci hanno lasciati soli. Il secondo conflitto e certamente non meno peggiore del primo è la guerra in Ucraina. I rapporti che l’Italia ha con la Russia, rischiano di saltare e la nostra fragile economia, foraggiata dagli investimenti russi è in grave pericolo. In caso di bombardamenti, contro l’Ucraina, non è difficile ipotizzare, un aumento smisurato del gas e il rischio di rimanere senza energia, per il prossimo inverno, non è da sottovalutare. Altro che ripartenza economica. Siamo nel bel mezzo di una crisi Internazionale e al povero Renzi, si prospettano tempi molto duri, le decisioni che dovrà prendere, non saranno di certo facili. Qualcuno ha detto che, dopo una guerra, l’economia riparta inevitabilmente ma, a quale prezzo ? quanti innocenti pagheranno per l’imbecillità umana ?
    Cordialmente.

  5. Finora i politici e i partiti si sono”grattati” e hanno fatto finta di pensare alle riforme.Siamo diventati il b…….lo del mondo Adesso arriva uno che si rende conto della situazione evuole fare qualcosa e tutti a remare contro ITALIANI vi rendete conto che vi siete mangiati anche le mutande a fare partitismi del cavolo, a sostenere bandiere e bandierette che come scopo avevano solo quello di fregarvi?
    Se Renzi è uno di quelli non vi cambierà la vita diversamente qualcuno potrebbe trovarsi con qualche carota di meno nell’orto con la consolazione però di vedere il vicino che di carote non ne aveva ,se ne sta mangiando una. Siamo una banda di egoisti ,classisti e corporativisti che preferiamo morire piuttosto che cedere un torsolo di mela a chi ne ha realmente bisogno. Vogliamo pensare finalmente a noi come PAESE e non come parrocchia (non in senso religioso) privata? QUANDO CRESCEREMO?
    Tutti a sputtanare tutti come i bambini scemi.

  6. Buongiorno purtroppo Renzi ogni giorno che passa si stà dimostrando inadeguato al ruolo, in Italia impantanato sul senato e l’italicum, in Europa sulla nomina della Mogherini, le battaglie di principio si sà non portano a nulla solo a gran perdite di tempo, Renzi forse non comprende che il mondo và avanti lo stesso con le sue crisi e le sue guerre e l’Italia e messa peggio di 6 mesi fà quando e subentrato a Letta, su ogni argomento da quando è stato nominato parte con uno scadenziario per poi disattenderlo puntualmente.
    Ora come spesso ho scirtto la pazienza degli italiani in autunno rischia di finire quando si vedranno sommersi da tasse e con una ripresa economica pari a zero, anche se porterà a casa le riforme del senato(che a me non piace come l’ha pensata, ma almeno la faccia) e la legge elettorale ciò non basterà, le cose veramente importanti da fare subito si è guardato bene dal farle finora ma solo annunciarle a grandi linee, riforme pubblica amministrazione, fiscale, giustizia, lavoro, tasse, pagamento debiti pubblica amministrazione.
    Tutto questo annunciare e allla fine rimandare alla lunga gli ritornerà indietro come un boomerang, perchè gli italiani non pretendono che risucisse a riformare tutto in 6 mesi, ma almeno una cosa fatta e finita la meritavano, per la pazienza che stanno dimostrando in questi anni di crisi, ah già gli 80 euro promessa mantenuta, i risultati non sono quelli che si attendevano in ripresa di consumi perchè per ora se ne stanno andando per pagare tasse, multe, bollette, mutui e spese arretrate e speriamo che alla fine anche gli 80 euro non tornino indietro come un boomerang in questo caso agli italiani sotto forma di nuove tasse

  7. Dato che ho letto la notizia da voi e da una parte son contento della liberazione di meriam ma vorrei far notare che se il batrenzie paladino della giustizia altrui pensasse anche ai nostri marò…………………….perché dico questo?……………………………forse perché son italiano?,o è una colpa esserlo?.Cosìì prima di andare in ferie e dato che state sudando tanto con i vostri 8000 mila emendamenti…………………………………….uno per i marò?……………………..complimenti!.

  8. Buongiorno.
    La favola degli ottanta euro o per meglio dire, i voti comprati da Renzi per quella cifra, ci ricorda in che Paese viviamo. E’ palese che, per i soldi, gli italiani si venderebbero anche la madre e questo, l’imbonitore toscano, lo sa molto bene e giocando d’astuzia, ha illuso una buona parte di elettori che, raggianti per avere ottenuto i soldi per il caffè, lo hanno votato. L’unica e non meno importante vicenda è il fatto che Renzi, non abbia calcolato le critiche che gli sarebbero piovute in testa, da parte degli altri partiti. M5S in testa. Per quelli che hanno ricevuto le famose ottanta euro, le stesse non sono servite a nulla e il risultato è sotto i nostri occhi. La crescita del Paese è allo 0,2 %, praticamente inesistente e quello che ci troveremo d’avanti nel prossimo autunno, sarà ancora più devastante. E’ già pronta una nuova cordata per sostituire l’ex sindaco toscano ormai alla frutta e quello che si prospetta è un nuovo aumento delle tasse. Ma, delle porcherie istituzionali, nessuno parla. Le Regioni avrebbero dovuto rivedere i propri conti ma, rispetto al 2013, hanno già speso 25 miliardi in più. Alla faccia delle riforme. Non parliamo del debito pubblico, che giornalmente aumenta a dismisura e ben presto dovremo renderne conto alla Ue. La cosa che più mi disgusta è vedere i nostri politici che, litigano senza pensare al bene del Paese e alcuni di loro, pensano che il 2015, sarà l’anno della svolta economica. Puntano tutti, sull’Expo ma, personalmente prevedo un flop gigantesco. E non riusciremo nemmeno a incassare quello che abbiamo speso. Se poi ci mettiamo la crisi in Medio Oriente e in Ucraina, prevedo per la stessa manifestazione, tempi veramente duri. E non dimentichiamoci di Alitalia, altra enorme tegola che si presenterà sulle nostre teste. Qualche politico ha già avanzato l’ipotesi di mettere le mani nelle tasche degli italiani, per salvare la compagnia dibandiera. E alla fine, chi pagherà sarà sempre, il popolo coglione.
    Cordialmente.

  9. Buonasera.
    Leggo in questo preciso momento, un articolo di Panorama, riguardante gli stipendi dei commessi della
    Camera, pari a 240,000 euro annui. In queste ore si sta discutendo sulla proposta di non innalzare lo stipendio a questi parassiti e di lasciare il tetto massimo, a questa ingiustificata cifra. Già i commessi,
    hanno alzato la voce, perché secondo loro la cosa non è giustificata. Credo che il mio pensiero e tutto
    quello degli Italiani, sia unanime. Questi mascalzoni, privi di buon senso e voglia di lavorare, dovrebbero
    essere presi, uno per uno e metterli in condizione di vivere con 1000 euro al mese. Se la cosa non dovrebbe andarle bene, tutti a zappare la terra. Ma non con tanto di trattore e aratro, ma con la pura e semplice zappa, come si usava, una volta. Questi parassiti (non li chiamo uomini, per non offendere il genere umano) dovrebbero dimostrare all’Italia intera, come si guadagnano, così tanti soldi e quali sono
    le energie che, giornalmente sprecano. Lavativi patentati, ecco quello che sono ! e il popolo, tace e acconsente. Ovviamente un popolo cagasotto, può solo meritarsi certi ambigui personaggi. E dopo questa assurda vicenda, avremmo il coraggio di dichiarare che, presto usciremo dalla crisi ? questo paese, non è in crisi è ormai un malato terminale e il cancro che lo sta divorando è ormai ridotto alla
    metastasi. Una metastasi che è data, da generazioni che hanno imparato a vivere come veri e propri
    parassiti. Se non cambieremo questo atteggiamento, sarà inesorabilmente la fine di tutto e questo meraviglioso paese, si ridurrà a una vera propria m….
    Cordialmente.

  10. Buonasera.
    Date a Cesare, quel che è di Cesare. Ancora una volta, l’imbonitore toscano, non ha perso l’occasione per dimostrare la sua totale incapacità, nel gestire un avvenimento come la Costa Concordia. Ieri, si è presentato al porto di Genova e d’avanti a milioni di telespettatori ha ringraziato gli ingegneri Italiani per tutto il lavoro svolto e ha aggiunto che una cosa di così grande portata e unica al mondo è stata portata a termine dal lavoro dell’Italia e da tutto un collettivo che, solo il nostro paese può vantare. Nonostante la crisi, l’Italia ha fatto una cosa, che non è mai stata fatta al mondo. La mia curiosità mi porta inevitabilmente a chiedere una cosa legittima. Da un furbacchione come Renzi, ci si poteva aspettare un comportamento del genere ma, credo che non abbia capito una cosa, o meglio, abbia sottovalutato la reale intelligenza degli Italiani. Tutti sappiamo che, la maggior parte del lavoro svolto all’isola del Giglio e tutta la parte logistica è stata svolta da una ditta olandese e il merito dell’impresa, tocchi a lei. Perche il Presidente del Consiglio, ha voluto per forza dare il merito solo all’Italia ? la risposta è molto semplice, ha imparato da Berlusconi. Quando ci si trova d’avanti a una telecamera, bisogna sfruttare il sistema emotivo dei telespettatori e sparare, fantasiosi meriti che, in questo caso, l’Italia non merita.
    Cordialmente.

  11. Buonasera.
    Caro Dott. Banfi, il nostro paese ha già superato il debito pubblico di oltre cento milioni di euro e siamo qui ancora a parlare di Renzi e delle sue fantasiose riforme. La cosa che più deprimente è vedere che nessuno apra bocca o scenda in piazza a protestare. Sembra che ormai ci sia un sentimento di rassegnazione da parte di tutto il paese e come vada a finire, non freghi più a nessuno. Comportamento che l’imbonitore toscano (ormai lo chiamo così) ha recepito come una sconfitta dell’opposizione. Dal canto suo, Grillo e & si sono rassegnati a vivere all’interno di un limbo e coccolati dai suoi elettori, fingono di sparare a zero su l’ex sindaco toscano ma, alla fine non disdegnano passeggiate romantiche mano nella mano e serate all’insegna del divertimento. Quando riapriranno i palazzi del potere, ci troveremo nella situazione di quasi due anni fa e sarei felice di ascoltare le parole dei politici, riguardo la crescita del nostro paese. Stanno tirando avanti la baracca solo ed esclusivamente con le parole ma, di fatti concreti non se ne vedono. Non riesco ad immaginare cosa succederà nel prossimo autunno e ormai stanco dell’inerme atteggiamento degli Italiani, prevedo una marea di tasse che, affonderanno completamente l’Italia. Altro che ricrescita, siamo al completo tracollo dello Stato e delle sue istituzioni. L’Europa attende Renzi ? il treno per l’Europa, il simpaticone lo ha già perso da tempo e alle sue belle favole, non ci crede più nessuno. Nemmeno quelli che stupidamente l’hanno votato, credendolo il salvatore della Patria. Non mi stancherò mai di dirlo. Per salvare il salvabile, bisogna fare la marcia su Roma e mandarli tutti, definitivamente in ferie (naturalmente forzate). Dobbiamo riprenderci quello che ci è stato tolto con l’inganno e le belle parole. La dignità e l’onore di essere Italiani.
    Buon ferragosto a tutti.
    Cordialmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *