4 risposte a “Oggi videochat sulle elezioni

  1. Caro Banfi rispondo il mio personale parere alle sue 4 domande.
    1 Grillo ha sbagliato a fare la campagna elettorale, facendo degli altri un fascio e dandosi già vittorioso.
    2 Berlusconi per troppe promesse fatte nell’ultimo ventennio, sembrava il salvatore della Patria, ma in fin dei conti anche i suoi fedeli non anno più creduto e l’hanno lasciato.
    3 L’NCD nel governo non danno la sicurezza promessa agli Italiani per le riforme concordate assieme.
    4 Renzi a vinto perchè gli Italiani lo vedono quasi solo a portare avanti le riforme che la stragrande maggioranza dei votanti le vogliono.

  2. Buonasera.
    L’onnipotenza di Grillo è stata il risultato della sua sconfitta politica. Ha fatto una campagna elettorale,
    degna di una serata al cabaret, ignorando completamente gli elettori e considerandoli degli incapaci di
    trarre conclusioni. Purtroppo in questo particolare momento, l’elettorato è attento e sentire ogni giorno
    frasi volgari e faffa a destra e a manca, la maggior parte di essi, hanno deciso di cambiare strada. Ma la
    colpa non è solo di Grillo, dobbiamo valutare l’operato dei suoi uomini che, giornalmente varcavano la
    soglia dei palazzi del potere e non perdevano occasione di inscenare attacchi a tutti quelli che gli giravano intorno. Comportamento da veri invasati. Grillo non ha mai avuto il controllo dei suoi discepoli e quandovoleva a rapporto un suo uomo, era solo per mandarlo via. L’incoerenza delle sue idee è arrivata al culmine, quando si è presentato in tv da Bruno Vespa. Ma come, prima spari a zero sulla tv di Stato e su quelle di Berlusconi e poi ti presenti come un angioletto al cospetto del diavolo. Ridicolo. Ma da un comico, non ci si può aspettare altro. Prima di pensare di vincere le elezioni, cerca di avere un minimo di professionalità politica. Su Berlusconi e il centro-destra è ovviamente un caso
    differente. L’intera sinistra, capeggiata dall’asse Monti, Napolitano e con la complicità della sempre viva
    magistratura, ha pensato bene di mettere il Cavaliere nella posizione di non nuocere, alle attività che si
    sarebbero verificate nel nostro paese. Ovviamente anche Berlusconi, ha le sue colpe e pensare che, non sapesse niente del caso Scajola e dell’Utri, mi risulta molto difficile a credere. Questi personaggi
    dalla dubbia reputazione, hanno affondato definitivamente FI e il Cavaliere stesso. Le difficoltà che si
    troverà d’avanti l’ex Premier, saranno insormontabili e il rilancio di un nuovo leader, sarebbero, senza
    dubbio giustificate. Per quanto riguarda l’NCD, stendo un velo pietoso. Alfano, non è e non lo sarà mai
    un trascinatore di folle, inesperto e troppo vicino a Renzi. Il nuovo partito da lui formato, doveva essere chiamato NCS e non centro destra. Inaffidabile. Che dire di Renzi. Grande stratega e molto, molto furbo. Avrà tutti i difetti di questo mondo ma, non è certo stupido. A preso come campione da
    seguire in campagna elettorale, uno come Berlusconi e devo dire che ci è riuscito nel migliore dei modi
    e senza troppa fatica. Gli Italiani hanno un urgente bisogno di sognare un paese migliore e questo il buon Matteo l’ha capito molto bene, ed è partito in quarta con promesse di tagli e quant’altro. Niente
    di più eccitante per un paese, ridotto all’osso. Oltretutto, avendo l’appoggio di tutto il centro-destra che
    giornalmente lo acclamavano come un innovatore, il gioco è stato piuttosto facile. Se poi ci mettiamo le
    80 € come ricompensa di un voto !!! quello che mi incuriosisce è pensare che un democristiano, sia
    alla guida del Pd e nonostante sappia benissimo che, tutte le promesse fatte, non potrà mai mantenerle
    e dovrà stare molto attento ai risvolti. Ci sono molte persone, all’interno del suo parito, pronte a fargli
    le scarpe e questo lo dovrà mettere in conto.
    Cordialmente.

  3. Esprimo il mio parere.
    1- quando si bleffa prima o poi gli altri vengono a vedere. Supponenza e battutine come cavalcare la protesta, hanno da sempre vita corta.
    2-Berlusconi doveva sapere che come in azienda, lo stato deve avere una struttura ed uomini, seri, motivati e produttivi e chi la dirigge deve usare carota e bastone, ma ancora può recuperare. Certo è che prima di tutto deve fare una sorta di “commissione interna” che risponde solo a lui ed ad un ristretto gruppo dirigente affidabile e.. tagliare senza tentennamento i rami secchi ed i soliti politicanti ameboidali.
    3- a proposito di ameboidali della prima ed ultima ora, i finiani si sono suicidati e sono già putrescenti e gli alfaniani hanno preso la cicuta e lo saranno a breve… quasi tutti gli italiani ormai non hanno più gli occhiali foderati di mortadella.
    4- Renzi ha vinto, comunque sul numero molto limitato di votanti, perchè gli italiani, come chi scrive, ai suoi rilanci hanno detto: “vedo”. Ora più parla di ampiezza del risultato più si stringe la corda al collo. Se poi imbarca sel e monti ha scelto la strada più rapida per l’eutanassia.

  4. Buonasera.
    Matteo Renzi, non ha nemmeno terminato di festeggiare la vittoria politica e già dichiara che la Germaniaè un modello e non un nemico da temere. Modello di che cosa ? tiene tutti i paesi dell’ UE sotto continueminacce e questo dovrebbe essere un modello da seguire ? mi chiedo perchè, tutti i politici che hanno ache fare con la cancelliera, escano quasi ipnotizzati, dalla sua personalità e cadano inevitabilmente in undrammatico consenso. L’arroganza della Merkel è palese e le sue ultime parole, riguardo al caso Juncker,ne sono la conferma. ” Deve diventare il Presidente della Commissione Europea ” parole che confermanola sua totale autorità, da vera e propria dittatrice. O si fa, quello che dico io, altrimenti saranno guai seriper tutti. Per fortuna ci sono personaggi che, dimostrano di avere ancora degli attributi e questo è il caso del primo Ministro Inglese, Cameron che, rispondendo alla Merkel, ha dichiarato che in caso di una elezione forzata dello stesso Juncker, l’Inghilterra uscirebbe immediatamente dall’UE. Mi auguro tanto che questa cosa succeda e gli altri paesi, seguano il comportamento degli Inglesi e lascino solala Merkel. Nominare un personaggio come Jean-Claude Juncker a Commissario Europeo, sarebbe comemettere Ligresti a capo della commissione edilizia. Un vero e proprio amico dei banchieri e dei poteriforti, guarda caso, vicino alle banche tedesche. Ed ecco il perchè di tanto interessamento da parte dellaMerkel. Molti di noi, non hanno ancora capito che razza di personaggio ambiguo sia la Premier tedescae quanto lavori, in modo molto discutibile, solo ed esclusivamente per il bene del proprio paese. E Renzi, non fa eccezione, caduto anche lui nella trappola teutonica, si è lasciato infinocchiare da unacapomafia, alla guida dell’Europa.
    Cordialmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *