6 risposte a “Lampedusa e non solo

  1. Buongiorno.
    Se non vado errato, qualche giorno fa, il sindaco di Lampedusa ha dichiarato che, oltre ad aiutare le persone che arrivano via mare, dovremmo ulteriormente sostenerle, dal momento che toccano terra.
    Al sindaco donna e iscritta al Pd, vorrei semplicemente farle presente che, giornalmente l’Italia spende
    una cifra superiore alle trecentomila euro e domanda molto semplice, caro sindaco, non le sembra che
    una cifra del genere, sia sproporzionata per i tempi che stiamo vivendo ? considerando che lei, una frase
    del genere l’abbia detta non per racimolare voti ma, perché il suo spirito altruista, soffra nel vedere la
    gente che sbarca sulle nostre coste, le chiedo una cosa, perché al momento degli sbarchi, non si presenta di persona e invita stabilmente a casa sua un intera famiglia e con i soldi del partito, non li
    mantiene per il resto della vita ? lei, ovviamente mi dirà che, una cosa del genere non è possibile perché
    tocca alle Istituzioni provvedere al mantenimento di personaggi illegali. Vede caro sindaco, sentire un
    personaggio come Renzi che, ogni santo giorno spara una colossale cazzata per apparire sui giornali e
    cerca in tutti i modi di racimolare voti, si può anche capire ma, sentire un sindaco che, rischia di gettare
    un intera isola nel degrado più assoluto, lamentarsi per il trattamento che il nostro Paese ha nei confronti di extracomunitari, nonostante lo Stato spenda una cifra esorbitante, mi fa vergognare di
    essere Italiano e allo stesso tempo, giustifica la mia intolleranza verso di lei. Quando si accingerà a
    indossare il nastro tricolore, per eventi che lo richiederanno, pensi a queste parole e si guardi allo specchio. Pensi per un solo istante, se sia meritevole di indossare il tricolore. W l’Italia.
    Cordialmente.

  2. Io sinceramente come ho già detto in uno dei miei commenti vorrei proprio andare il 1 maggio che nel calendario è visto come festa del lavoratore,dipingendomi di nero e portando una sedia e senza assolutamente far nulla di male;ripeto ancora e senza far nulla di male,starò lì seduto in maniera tranquilla vedendo la reazione della gente che penserà sicuramente:questo è un folle o proprio un emigrante appena sbarcato!.Di sicuro verrò arrestato per disturbo ed occupazione abusiva del suolo pubblico ma però sarò i il primo a chiedere agli agenti del perché nel loro gesto e dato che sia un luogo pubblico che male avrò fatto…………………………………forse perché sarò dipinto di nero?!.

  3. La soluzione al problema non vi sarà mai perché finchè saranno legalizzati tutti quegli srumenti o leggi che danno modo alla speculazione,quindi il lavoro nero legalizzato……………………….e poi i soliti personaggi legati ad un filo invisibile nel mondo politico,non se ne esce più!.

  4. Ma se proprio l’unione europea ha imposto(se non ricordo male)che ad ogni immigrato vadano 40 euro al giorno e altri benefit…………………………..allora che prezzo diamo per un italiano che decide di emigrare all’estero?…………………………..nulla!,gli danno manco la valigia e gli dicono grazie di aver liberato un posto in più!!!!!!!!!!!!!.

  5. Buonasera.
    Quello che colpisce è il totale disinteressamento di Renzi, sulla questione degli emigrati. Non una vera
    proposta concreta, sembra che, la cosa non lo interessi minimamente. Nel frattempo, annuncia in un
    intervista che, porterà alla luce i vari segreti di Stato e tutti gli attentati che negli anni di piombo, hanno
    segnato il nostro Paese. Ovviamente questa dichiarazione è fatta apposta per portare al Pd e a se stesso,
    un numero maggiore di voti e come secondo fine, finire sulle pagine dei giornali e in tv. Nella mia infinita
    ignoranza, mi domando come possa pensare che, segreti che resistono da quasi cinquant’anni, possano
    essere portati alla verità, solo perchè lo ha detto l’ultimo dei politici. Secondo me, Renzi si è bevuto il
    cervello e nella sua smisurata arroganza, incomincia a dire cose senza senso. Il suo problema è uno solo
    e si può capire come voglia in tutti i modi possibili, imitare Berlusconi. Purtroppo per lui, gli mancano i mezzi e sopratutto i soldi. Sedere sulle poltrone del potere, costa molto denaro e il Pd, ovviamente
    non è d’accordo a finanziare Renzi. L’emigrazione, prima o poi, dovrà essere presa in considerazione
    e Matteo dovrà decidere sul futuro di questo Paese. Continuare di questo passo è pura follia e quello
    che stà succedendo nelle ultime ore è allarmante. Siamo alle porte dell’estate e quanti sbarchi sulle nostre coste, dovremo ancora sopportare ? i diritti degli Italiani, che fine hanno fatto ? fallimento in
    piena regola, messo in atto da un gruppo di politici, ciechi e sordi, capaci solamente di lavorare per i
    propri interessi.
    Cordialmente.

  6. Buonasera.
    Egr. dott Banfi, la mia sorpresa verso il Premier è inarrestabile e non vorrei in nessun caso, essere
    frainteso da lei o dai lettori di questo blog. Non nutro rancore verso Renzi e come ho dichiarato tempo
    fa, reputo le sue idee iniziali, molto giuste per i tempi in cui viviamo e i tagli da lui stesso apportati,
    sembravano andare sulla strada giusta. Ultimamente però, le affermazioni dello stesso, stanno ogni
    giorno, suscitando un mare di critiche da parte di mezza Italia, me compreso. In occasione del 25 Aprile
    giornata dedicata alla liberazione del nostro Paese, da parte di truppe Anglo-Americane, il buon Matteo,
    intervistato ha commentato con tre parole, “viva l’Italia libera”. Proprio lui che, senza nemmeno essere
    eletto dal popolo, occupa abusivamente una poltrona non sua. Mi scusi ma, questo personaggio credo
    che stia perdendo la ragione e il suo alter-ego, lo stia portando a dire cose, senza prima pensare a quello che dice. Viviamo in un completo sistema dittatoriale, da Napolitano a tutto lo staf di Renzi e
    loro stessi si permettono di parlare di libertà. Caro dott. Banfi, se pensa che il mio commento sia
    sbagliato, accetto volentieri una sua correzione. Ma, ripeto, parlare di libertà in un Paese dove lo
    stesso politico, non ne conosce il significato, mi sembra una cosa preoccupante. La cosa più brutta
    e devastante è pensare che, ci siano persone che pensano di vivere in un Paese libero. Senza sapere
    che, siamo monitorati 24 h al giorno. Alla faccia della libertà.
    Cordialmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *