Donne e non solo

Dunque le nomine di Matteo Renzi sono arrivate ieri sera. La prima impressione è che si tratti di una svolta. Di un cambiamento vero. Se ne vanno manager che erano in quei ruoli da molti anni. E la rottamazione non sembra provocare i danni patentati.

In più, obiettivamente, le donne ai vertici fanno piacere, anche perché si tratta di tre manager di valore, come la Marcegaglia, la Todini e la Grieco. Certo Renzi ha dovuto accettare compromessi e nominare persone suggerite dalla politica. Questa volta però la proporzione svolta/compromesso appare accettabile. L’impressione, poi, è stata rafforzata dalla cena con Silvio Berlusconi a Palazzo Chigi.

Il patto del Nazzareno resiste e anzi si rafforza: le riforme sono a portata di mano. Nonostante una campagna elettorale molto dura ed aspra.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

6 risposte a “Donne e non solo

  1. Buongiorno.
    Come volevasi dimostrare, la politica ha vinto ancora una volta. Tre personaggi intortati con i partiti e
    naturalmente schierati, ancor prima di incominciare a lavorare. Mi chiedo, con tutti i giovani in cerca di lavoro, non si poteva optare per loro. Ci sono ragazzi laureati a pieni voti, perché non dare loro una
    possibilità di dimostrare quello che valgono ? caro Renzi, mi hai deluso, sei uguale a tutti i politici, legato
    a vecchi sistemi di quarant’anni fa. I partiti, devono avere il controllo sulla P.A e la dimostrazione che, siete una casta legata alla mafia spa è sotto i nostri occhi. In questo modo non si salva l’economia di un
    Paese ma, si rimane in un sistema contorto e Stalinista. Per forza di cose, volete controllare il Paese e la
    maggioranza di enti strategici. Per migliorare il Paese, dovete allontanare la politica da tutto quello che,
    viene considerato un bene essenziale per il cittadino. Caro Matteo, pensavo che avresti staccato il cordone ombelicale dalla vecchia politica, fatta di personaggi ambigui e poco cristallini ma, questo non è
    successo anzi, hai rafforzato i me, l’idea che, questo sistema non cambierà mai e nonostante i tuoi
    flebili interventi per cambiare, nel prossimo futuro saremo ancora nella stessa situazione attuale. E questa è una certezza. Ti manca il coraggio di lottare contro i poteri forti. Ci sono personaggi che hanno
    l’incarico di controllare il sistema giudiziario e guadagnano 1300 € al giorno, avete capito bene 1300 € al
    giorno e sono sicuro che, il caro Matteo sa di questi sprechi ma, questa cosa sembra non toccare più di tanto la sensibilità dello stesso. E allora, di cosa stiamo parlando.
    Cordialmente.

  2. Buongiorno.
    Caro dott. Banfi, vorrei segnalarle due episodi che, dovrebbero fare riflettere i nostri politici su come ci
    si comporta in un Paese giusto e rispettoso delle regole. Due settima fa la Merkel si è recata a visitare
    le rovine di Pompei e come una semplice turista, si è messa in fila per acquistare il biglietto d’entrata e
    diligentemente, ha aspettato il suo turno per entrare, come un turista qualunque. Come lei sa, non sono
    un grande fan della Merkel anzi, non la sopporto proprio ma, quello che è giusto è giusto ed è degno di
    nota, il suo comportamento. Il capo di una nazione come la Germania, in fila come un comune mortale.
    Quanti politici di casa nostra, avrebbero tenuto un comportamento del genere ? secondo episodio. Nel
    Nuovo Galles un ministro, ha accettato come regalo, una bottiglia di vino del valore di duemila euro. La
    notizia ha suscitato scalpore da parte dell’opinione pubblica e lo stesso ministro è stato costretto a dire
    addio alla politica, dimissioni immediate. Analizzando le due cose, possiamo capire come un Paese come il nostro, dovrebbe funzionare. Purtroppo la maggior parte dei nostri politici, ha collezionato una
    serie infinita di denunce per associazione mafiosa e nonostante questo, continuano imperterriti a sedere
    sulle poltrone del potere. Come possiamo pensare che, ci sia la voglia di migliorare il Paese ? siamo in
    mano a personaggi corrotti, la giustizia è inesistente, nonostante costi al cittadino una montagna di soldi e tutto il sistema politico è basato sull’illegalità. La cosa che più mi impressiona è vedere politici
    in televisione che, avendo delle denunce sulle spalle, pretendono di dare lezioni di vita a noi. Questo
    Paese non cambierà mai, nemmeno con una rivoluzione di piazza. Non si guarisce dalla metastasi.
    Cordialmente.

  3. La politica di Renzi non basterà a tirarci fuori dalla crisi. Però è partito col piede giusto, non è per niente facile operare e lottare contro la casta, sono troppi ed anche nel suo partito che egli è scomodo. Spero che continui nonostante ora è un messo, non un eletto, deve vincere le elezioni politiche per poter operare a largo consenso senza freni dai partiti, ed anche dai suoi franchi tiratori. Se sarà un giusto premier sarà un portavoce che darà anche fastidio ai poteri forti europei e sono certo che porterà vantaggi alla nostra ITALIA. La laboriosità, la tecnica, l’arte, la cultura, il turismo ecc. ecc. sono cose invidiabili in tutto il mondo e son certo che ce la faremo. Abbiamo appiccicchiato sul groppone molto marciume, ma penso che con l’onestà e il buon governo questo mal costume possa essere sconfitto severamente. Auguro a Renzi che stia ben vaccinato perchè gli ambienti che stà lavorando sono poco igienici. A TUTTI TANTI AUGURI DI BUONA PASQUA.

  4. Io forse stò dicendo un eresia ma sembra che renzi sotto sotto stia facendo l’araldo di Berlusconi e dunque solo nel suo pd ha dei nemici!,se c’azzecco siamo a cavallo ma dato che non faccio politica anche se vorrei…………………………..il mio modo di vederla però è totalmente inaccostabile a lor signori!.L’unica cosa che dovrei fare è controllare i famosi scheletri negli armadi di queste donne ma conosco solo la Marcegaglia e la sua avventura nella presidenza di confiindustria…………………………poi riguardo alle altre posizioni di comando vedrò di cercare nell’immenso mondo di internet.

  5. Spero che queste donne diano una luce nuova dell’italia in europa perché quella che abbiamo ora,è di un paese con molto potenziale a disposizione ma che nessuno sembra in grado di vedere e con questi personaggi legati ancora a certi dogmi politici non si và da nessuna parte.Siamo in europa ma è come se stessimo dall’altra parte del mondo visto la lentezza con cui l’europa stessa ce lo indica ogni giorno e come dargli torto dico io………………………………partendo solo da leggi che si scontrano fra di loro cancellandosi a vicenda e dunque quale motivo hanno di esistere?.Poi una domanda mi gira per la testa:ma la germania è cosìì forte come sembra?,perché viaggiano al doppio se non il triplo rispetto a noi?,chì dice chela germania debba essere lei a fare la voce grossa?……………………..ok!,io magari non capirò molto di finanza e politica estera ma il mio modo di veder questa politica è diverso e più umano.

  6. Buonasera.
    Rimango ogni giorno basito, dalle affermazioni del buon Napolitano che, non perde l’occasione per
    far notare al popolo che, le cose stanno migliorando e affermare che rispetto all’anno scorso, il bilancio
    di quest’anno è ok è senza dubbio frutto di un disegno, progettato a tavolino per giustificare il suo
    insediamento, nel più ambito palazzo del potere. Forse anche lui, come Renzi, si è dimenticato del debito pubblico e della montagna di interessi che, questo Paese, sarà costretto a pagare nell’immediato
    futuro. Per quanto riguarda i problemi che, giornalmente ci riducono e riducono il Paese, in schiavitù,
    su quello sono convinto che, non interessi minimamente il Presidente e pieno di consapevole autorità,
    faccia di tutto per non toccare mai l’argomento. La cosa importante è che, gli Italiani credano alle sue
    favole. Buona Pasqua a tutti e alla redazione.
    Cordialmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *