Top manager pubblici. Almeno un tetto!

Una diluvio di commenti. E tutti in una sola direzione. Tanti stipendi di manager pubblici sono considerati un insulto al buon senso e un’offesa alle difficoltà della gente in tempo di crisi.

Per non parlare della clamorosa mancanza di relazione fra risultati ottenuti (servizi per i cittadini) e retribuzioni dei responsabili. Ieri Il Sole 24 Ore (oggi li ripubblica uno per uno Libero) ha stampato i salari dei vari dirigenti della Pubblica Amministrazione. E’ un elenco da travaso di bile…

Non mancate oggi pomeriggio alla video chat che si preannuncia molto vivace!!!

Vi aspetto alle 14,30.

2 risposte a “Top manager pubblici. Almeno un tetto!

  1. Buonasera.
    Come preventivato in anticipo, il Presidente Napolitano ha ammonito Renzi, facendogli notare che, deve
    andare molto cauto nei tagli alle spese. Ovviamente avrà ricevuto pressioni, da tutto il settore pubblico e di conseguenza, Re Giorgio, ha messo alle strette il povero Matteo. Questi tagli non si possono e non
    devono essere portati a termine, i soldi si devono prendere dal cittadino, gli intoccabili non devono più
    essere nemmeno nominati. In questo preciso momento, Renzi non solo si trova una strada totalmente
    in salita ma, stà rischiando la sua propria vita. E’ un personaggio che, incomincia a dare fastidio a molti
    poteri forti e come sappiamo, in questo Paese, chi tocca gli intoccabili, si ritrova in un eterno riposo, in
    una posizione orizzontale. Aldo Moro è l’esempio emblematico. Sono curioso nel vedere il povero Matteo,
    tagliare i costi della politica e se questo succederà, vedremo come andrà a finire. Spesso parliamo di
    massoneria e poteri occulti ma, difronte ai poteri forti, i massoni, diventano dei dilettanti. Molti di voi,
    diranno che, poteri forti e massoni, siano la stessa identica cosa, ma non è così. La massoneria, decide
    cosa succederà al Paese in futuro e analizza la possibilità di vedere realizzato un certo progetto. I poteri
    forti, sono quelli che tutti i giorni, varcano la soglia dei Palazzi e creano leggi a loro favore, ovviamente
    sempre a scapito del cittadino.
    Cordialmente.

  2. Buongiorno.
    Come volevasi dimostrare ora, anche il presidente di Palazzo Madama, un certo Grasso, ha consigliato a
    Renzi di non abolire il Senato. In questo Paese è impossibile portare a termine un progetto a favore del
    cittadino, ci sono troppe persone che, remano contro e allo stesso tempo, decidono come deve agire il
    politico di turno. Dopo avere organizzato l’uscita forzata di Berlusconi è stata la volta di Bersani e tutto
    questo è successo senza che una persona abbia alzato la voce. Veramente deprimente e se, un uomo,
    non riesce a vedere il reale complotto che, attanaglia sempre di più, il nostro Paese, allora ci meritiamo
    tutto questo. Manca la voglia di cambiare un sistema ormai obsoleto ma, per molti personaggi legati a
    questo sistema, deve continuare a funzionare così. Automaticamente, il bene dell’ Italia, inesorabilmente
    passa in secondo piano. Quello che conta è mantenere i privilegi acquisiti in tanti anni di “duro lavoro”.
    Qualche giorno fa, avevo detto che, la partita di Renzi era appena cominciata e la strada fosse tutta in
    salita. Oggi mi permetto di dire che, non solo la strada è in salita ma, intravedo un vero e proprio
    fallimento. Tutti i bei propositi del buon Matteo, saranno bocciati all’unanimità da un gruppo di persone
    che, meriterebbero la galera a vita. E tra qualche anno, saremo ancora qui a chiederci perché il Paese non decolla.
    Cordialmente.
    Buona domenica a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *