L’Italicum e il piano Renzi

Fra poco sapremo dalla viva voce del Presidente del Consiglio che cosa intende fare della politica economica dell’Italia e, come sapete, ne discuteremo soprattutto domani nella nostra video chat, entrando nel merito delle varie misure proposte.

Intanto però lasciatemi dire che l’approvazione della legge elettorale, l’Italicum, pur fra mille polemiche, spesso anche interessate, è un fatto storico. Se solo penso a tre mesi fa, non avremmo scommesso 50 centesimi sul varo di nuove regole elettorali…

E’ una legge seria, equilibrata, che rispetta due principi fondamentali: dare governabilità ad un Paese sempre instabile e in secondo luogo garantire le minoranze. Le polemiche sulle quote rosa o sulle preferenze andrebbero proiettate sui partiti o i movimenti, comunque sui soggetti politici che i cittadini scelgono.

Ma quante delle critiche all’Italicum sono pretestuose?

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

2 risposte a “L’Italicum e il piano Renzi

  1. Finalmente abbiamo mezza legge elettorale, hanno fatto una legge unicamerale per un sistema che ad oggi e bicamerale, perchè fino a prova contraria siamo in un sistema dove esiste ancora il senato, tanto che la legge dovrà passare al vaglio anche della seconda camera, domando ma in caso di elezioni anticipate come voteremmo in caso non si riuscisse ad abolire nel frattempo il senato, con l’italicum alla camera e una legge diversa al senato, quella della consulta?
    In queste settimane si è cercato di distrarre la gente con quote rosa, preferenze, etc. ma non si è andati al fondo del problema, dopo la bocciatura della consulta del porcellum, il paese necessitava di una legge elettorale in tempi brevi adatta per il sistema che ad oggi esiste cioè il bicameralismo, non di una legge futuristica per un sistema che forse verrà mi sembra si sia partito dalla fine di una riforma e non dal’inizio.Infine non si poteva prevedere una qualche formula che la rendesse adatta sia al bicamerale che all’unicamerale e un successivo passaggio alla camera per la cancellazione per quanto riguarda il senato?

  2. Buongiorno.
    E’ inutile continuare a parlare, dopo tutto quello che si è detto, bisogna agire. Le mosse di Renzi, non sono in linea con la crisi di questo Paese. Girarci attorno, non serve a nulla e peggiora ulteriormente la
    situazione, ormai insostenibile. Si devono rivedere i costi della politica e della P.A. se questo passo non
    verrà preso in considerazione, non migliorerà nulla. Nessuno ha il coraggio di toccare la casta, nemmeno
    l’ex sindaco toscano. Per pagare gli stipendi e le pensioni dei politici, devono per forza attingere dalle
    casse dello Stato e per avere liquidità, non potranno mai, abbassare le tasse anzi, si dovranno per forza
    di cose, aumentare. Come farebbero a pagarsi le pensioni d’oro e tutto il resto. L’Italicum e tutto il resto, sono solo pagliativi per tenere buoni, i cani in gabbia, bisogna rivedere le regole che compongono
    la nostra Costituzione e cambiarle. I nostri politici, si nascondono dietro quelle regole e agiscono come i
    peggiori parassiti, in preda a una crisi esistenziale. Quando vengono intervistati, hanno il coraggio di
    negare l’evidenza. Vanno a votare, senza nemmeno conoscere e sapere, quello che stanno facendo. La
    cosa che, fa più impressione è vedere come l’ignoranza che li circonda, sia reale. Sono impreparati e
    incapaci di spiegare cosa abbiano fatto, nelle aule del potere. Veramente imbarazzante e il bello è che,
    questi idioti, hanno la pretesa di guidare il Paese.
    Cordialmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *