Napolitano nella bufera

Oggi Il Corriere della Sera pubblica un’anticipazione del libro di Alan Friedman “Ammazziamo il Gattopardo” che certifica, in modo clamoroso, ciò che è avvenuto nell’estate del 2011. Riporta infatti tre interviste, una a Carlo De Benedetti, una a Romano Prodi e un’altra allo stesso Mario Monti, in cui si ammette esplicitamente che Napolitano cominciò a pensare di sostituire il Governo Berlusconi con un esecutivo guidato da Monti, molto prima di quanto si era sempre detto.

E’ inevitabile che questa ricostruzione, diversa da quanto sostenuto dallo stesso Napolitano anche recentemente, scateni una vera e propria bufera su un Capo dello Stato, già molto criticato per la sua gestione diretta, e non proprio super partes, delle varie vicende politiche.

Tanto più che già un terzo del mondo politico, sicuramente composto dai grillini e forse anche dai Fratelli d’Italia, ha assunto una posizione molto dura nei suoi confronti, chiedendone l’impeachment.

Come finirà?

Napolitano continuerà ad insistere sul governo Letta o concederà di andare al voto, come molti chiedono?

Dimostrerà di essere super partes e garante di tutti?

Ne parliamo Giovedì alle 14,30 nella nostra prossima video chat. Non mancate!

 

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

12 risposte a “Napolitano nella bufera

  1. Forse la giusta domanda possa essere perché proprio oggi esce questo fatto e proprio in questi momenti ove già vi è del caos e scontri fra i vari opponenti di questo baraccone chiamato governo.Insomma,già la nostra politica sulla giustizia e lungaggini di essa fà ridere la comunità europea e se poi mettiamo colloqui cosìì importanti davanti alla luce di tutti………………………..non siamo molto furbi………………….lei non trova signor banfi?.Non credo che napolitano sia l’apice dei nostri problemi attuali e su una faccenda successa 3 anni fà,se andiamo a scavare a fondo su tutti i colloqui che avvengono nei palazzi vi troviamo montagne di cospirazioni degne di adam kadmon…………………………..e come non dargli torto!.

  2. Buonasera.
    Che la cosa sia stata studiata a tavolino già nel 2011 è palese e riporta allo stato attuale, il vero colpo di Stato, messo a segno da Rè Giorgio. La prova più eclatante è la posizione di Letta e Napolitano che,
    continuano a governare senza averne il diritto. Il primo, senza avere ottenuto un solo voto dagli Italiani
    e il secondo ha continuato a sedersi su una poltrona non più meritata. Che si volesse, far fuori il capo di
    FI era nell’aria, certamente non era previsto dagli Italiani che un gruppo di personaggi ormai obsoleti, si
    preparassero a governare il Paese. Tutti ci aspettavamo il nuovo corso e invece, ci ritroviamo al punto di
    partenza. Senza elezioni anticipate, anche il povero Renzi, sarà inevitabilmente messo all’angolo e solo una qualizione vicina ai reali problemi del Paese, potrà trasformare il sistema politico, in un vero punto
    di riferimento per il popolo. Napolitano qualche mese fa, dichiarò che, se il governo non avrebbe dato il
    massimo per il Paese, si sarebbe tolto di mezzo. Mi chiedo perché sia ancora al suo posto, come al solito
    promesse non mantenute. E’ nel loro dna, promettere e non mantenere. Si continuerà a rimandare le
    elezioni, in modo tale che Letta e i suoi amici di merenda, potranno fare il bello e cattivo tempo, sempre
    spalleggiati da Rè Giorgio. Non sembra strano che, in tutto questo tempo non si parli più degli scandali
    delle banche, foraggiate dalla sinistra ? ricordiamoci del MPS, cinquanta miliardi, spariti nel nulla. E la gente, costretta al suicidio. Caro Napolitano, ha perfettamente ragione nell’affermare che il suo non è un colpo di Stato. E’ un golpe !!!
    Cordialmente.

  3. Ora tocca a napolitano e poco tempo fa tutti lo volevano e ora?,signori miei abbiamo un paese che stà andando a rotoli e lor signori che fanno?………………….colpa di napolitano,ma lo avete votato voi?……………………….e allora?.Ora il paese chiede risposte precise sul lavoro e altri importanti questioni che sono stanco di dire e forse dovrei andar di persona a roma in piazza con tavolino e chiedere l’elemosina dipinto di nero che magari ho più diritto che non essendo nato in italia…………………………..o mio dio!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!,grazie signor banfi.

  4. come si dice, lo sapevo: napolitano, comunista migliorista o cavolate varie ma sempre comunista, ha oeprato a modo suo in favore della sua parte. il brutto e’ che gli sia stato permesso di farlo. possibile che nessuno allora sapesse quello che questo signore complottava sopra noi? credo che bisogna lottare fino alla fine quando si e’ convinti di fare del bene, forse berlusconi doveva combattere di piu’?questo ci dice quante pene abbia patito quell’uomo che si dimise per proprio senso di responsabilita’ politica che tanti altri, compresi senatori a vita, non sanno neppure cosa sia!

  5. Buongiorno.
    @ Gianfranco.
    La tua riflessione è senza ombra di dubbio, giusta e ponderata ma, vivere in un Paese che non rispetta
    le principali regole di democrazia e non si attiene alla Costituzione, dimostra ancora una volta che, la
    politica e in primis il primo cittadino, non amano questo Paese e interpretano la Costituzione, solo per
    i loro benefici. Sul comportamento di Napolitano, mi sono già espresso e non voglio ritornare a parlare
    di cose già sentite. Questo Paese sarà per sempre ingovernabile, dobbiamo farcene una ragione, sono
    ormai anni che andiamo avanti, solo con le parole e questo comportamento è un segno di resa, da parte
    di tutti. Penso che la maggior parte degli Italiani, sia convinta di questo e ogni giorno vedo una certa
    rassegnazione verso un sistema, incapace di guidare il Paese. Sono pienamente d’accordo con te, caro
    Gianfranco, in questo Paese è meglio essere extracomunitario, si hanno un sacco di diritti che, l’Italiano
    non ha più. Il vero Nazionalismo è morto da un pezzo, il vero amore per la Patria, forse non è mai e
    sottolineo mai, esistito. La nostra storia, la cultura, il lavoro, in mano a gente che di Italiano non ha
    proprio nulla. Sentire le dichiarazioni di un egiziano che, guida senza patente e spaccia droga nel nostro
    Paese, guadagnando sette-ottomila euro al mese e dichiara che in Italia, non esiste una pena e dopo
    poco tempo si trova nuovamente fuori è veramente desolante. La cosa che fa più impressione è sentire
    il nostro Presidente della Repubblica, dichiarare che, l’indulto è di vitale importanza e deve essere, messo in atto al più presto. Caro Napolitano, da Italiano la ringrazio per avere contribuito con tutte le
    sue forze, all’annientamento di questo meraviglioso Paese, chiamato Italia.
    Cordialmente.

  6. Buonasera.
    Caro dott. Banfi, prendiamo ad esempio la Svizzera, un paese da sempre autonomo e lontano dalle
    innumerevoli pressioni di altri paesi, Italia compresa. Hanno votato sull’immigrazione e hanno deciso
    che il numero di extracomunitari che entreranno nel loro paese, dovranno essere contingentati e non
    potranno superare quella soglia. Una scelta a dir poco azzardata, considerando il fatto che, tempo fa
    la stessa Svizzera, voleva far parte della CE. Personalmente, ritengo tale decisione, molto giusta e allo
    stesso tempo, essenziale per un paese così piccolo. La dimostrazione dell’attenzione che la politica ha,
    nei confronti di un paese che, giornalmente vede arrivare un numero impressionante di persone in cerca
    di lavoro, Italiani compresi è da considerarsi come, un vero e proprio nazionalismo elvetico e certamente
    la cosa, dovrebbe farci aprire, o meglio fare aprire ai nostri politici, gli occhi una volta per tutte. Questo
    è il vero modo di governare un paese e tutelare il popolo. Prendiamolo come esempio, solo così, inizierà
    il vero e proprio risanamento del sistema Italia. I vari forcaioli della CE, hanno annunciato che, molto
    presto inizieranno a sospendere e cancellare i contratti con lo stato elvetico. Come al solito un vero e
    proprio ricatto da parte di una combricola di parassiti. Germania in testa. Mi auguro fortemente che, altri
    paesi, prendano decisioni simili e si allontanino sempre più dalla CE, una vera e propria associazione a
    delinquere. A proposito di CE, ieri sera a Quinta Colonna, hanno fatto vedere come i politici Italiani e non, abbiano imparato a gonfiare le fatture per i vari rimborsi, usati per le trasferte a Bruxelles e la cosa
    stia diventando una vera e propria routine. Senza contare i loro faraonici stipendi, dovuti per circa 12 h
    di lavoro settimanale. Veri e propri infami, alle dipendenze di veri e propri mafiosi legalizzati. altro che
    Comunità Europea. CE = Corrotti Esemplari.
    Cordialmente.

  7. il finale del cittadino napolitano dovrebbe essere uno solo dimettersi chiedere scusa al popolo italiano e soprattutto restituire tutti i soldi furbescamente avuti in oltre 60 anni di politica semplicemente questo ma essendo un politico credo propio che non si dimettera e la montagna di soldi illecitamente avuti resteranno attaccati alle sue ampie mani il popolo italiano tutto ringrazia calorosamente ma vi ricordo che parecchi affilano i forconi state attenti voi cosiddetti intoccabili

  8. Domanda retorica?
    Può un comunista essere il Presidente di tutti gli italiani? Cioè di quel 70% di cittadini che nonostante lo strapotere rosso e la dottrina instillata negli anni scolastici dal dogmatismo di stato abbia devastato il sentimento di giustizia e libertà, è ancora fieramente anticomunista o sempre più scettico circa le cavolate che sostengono?

  9. Istat, l’Italia è sempre più povera. Tasse come la Svezia, disoccupazione come la Grecia .
    e loro continuano blablablablabla……e continuano il magna magna a spese nostre…………

  10. Oggi fanno finta di sorprendersi che queste informazioni siano nuove, in realtà se andiamo a leggere le cronache e i giornali del 2011 era già tutto alla luce del sole e la cosa grave che nessuno si scandalizzò. A queste persone che ora rivelano cose risapute faceva comodo liberarsi di un governo scomodo, liberamente eletto? per ragioni politiche, economiche e personali, da almeno 1 anno prima l’italia e il suo governo non erano ben viste in europa per le sue posizioni antirecessive e di minor rigore nei conti, da qui partì la delegittimazione popolare prima personale della reputazione del presidente del consiglio, poi dell’italia attraverso i declassamentti delle agenzie di rating(che ora la corte del conti contesta), e poi il famoso spread che saliva senza che in realtà c’è ne fosse un vero motivo, domandiamoci come mai il debito ora e più alto di quello di 3 anni fà ma lo spread nel frattempo e tornato ai livelli pre-crisi,(potere della legge Fornero sulle pensioni? non credo visto che comunque l’INPS dopo anni e anni di attivo ora e in perdita) quando in realtà la crisi che attanaglia famiglie e imprese in questi 3 anni e peggiorata e di conseguenza anche i conti pubblici, a chi ha giovato tutto ciò? non certo al popolo italiano che stà peggio di 3 anni fà, ora si parla che letta verrà sostituito da renzi, morale in 3 anni 3 governi non eletti dal popolo dove stà l’errore e qualcuno pensa realmente che basti cambiare letta con renzi, per migliorare la situazione? fino a quando saremo succubi della politica economica europea non ci potrà essere ripresa, questo vale anche per le buone intenzioni dei grillini, senza un cambio di politica europea non ci possiamo aspettare nulla di buono, anche perchè di base l’italia con il suo sistema legislativo delle camere lunghissimo e la mancanza di vero potere decisionale del premier(che per qualsiasi iniziativa deve passare al vaglio del presidente della repubblica), parte già ad handicap se poi aggiungiamo che per molte materie ora le decisioni arrivano dall’alto(Europa), oppure che molte leggi vengono cassate dalla consulta, ecco che chiunque governa si trova nell’impossibiltà di affrontare i problemi e con le mani legate

  11. Diciamo che per questo paese non vi sia mai pace e tutto si risolva in maniera giusta ed obbiettiva come è giusto che sia,ma invece l’italia sia diversa da altri paesi dell’eurozona questo lo vediamo ogni giorno e non ci stupiamo del perché!.Ovvio nò?…………………..ma certo sono i nostri politici a far la differenza con le loro continue querelle su chì debba guidare o nò questo paese,vedete signori miei mentre voi continuate a giocare la gente comune cerca di vivere.Visto che dato i vostri stipendi vi permettono di prendervi tutto il tempo nel cercare soluzioni a questa crisi,la gente comune non aspetta e l’europa non aspetta i vostri comodi e dunque se non avete idee perché non date voce ai cittadini finchè ce ne sarà ancora qualcuno in vita.Perchè dico questo? lo dico non perché io sia impazzito ma tra un po’ nessuno riuscirà a sopravvivere a questo carico fiscale che uccide chì già sia al limite con soldi e stipendi da fame e credo sia logico che questa tanto decantata ripresa non c’è!.Domandatevi come mai questo calo di consumi o altro?……………………….semplice!,i soldi che prima il cittadino poteva spendere per sfizi e qualsiasi cosa che almeno faceva girare l’economia con cui le aziende potevano dar lavoro e fatturare ma invece ora il cittadino non ha quella capacità e le aziende son ferme!,la colpa di chì è secondo voi?.Insomma se hai un buon terreno dove un contadino semina e vi cresce tutto il necessario per vivere come riso patate frutta verdura e avendo acqua per irrigare può far girare tutto ma se tù levi l’acqua al contadino,mi spieghi come fa?……………………………….

  12. Buonasera.
    Mi rifiuto in maniera più assoluta di credere che gli Italiani non si siano accorti del golpe che questo governo, abbia messo in atto, nei confronti degli stessi cittadini. Il fatto che, guidino un Paese come
    il nostro, senza essere stati eletti, dovrebbe essere la prima avvisaglia. Quello che mi chiedo è molto
    semplice, dopo tutto quello che è successo negli ultimi giorni, perché un personaggio come Monti o come De Benedetti, non abbiano rilasciato nessuna dichiarazione sull’accaduto ? altro punto molto
    strano. L’attuale padrone di Repubblica, qualche scheletro nell’armadio deve averlo e dopo la folle,
    montagna di soldi, ricevuti da Berlusconi, per il caso Mondadori, girava nell’aria la decisione dello
    stesso De Benedetti, di volere affondare definitivamente il Cavaliere così da passare alla storia come
    il salvatore della Patria. E quale migliore occasione, avendo come partner, Napolitano, Monti e Letta ?
    Non penso che, Friedman, sia partito di punto in bianco e abbia scritto certe cose.Sarebbe senza dubbio
    il più stupido degli scrittori, pensando per un solo momento alle conseguenze di un tale gesto. Penso
    che le accuse siano vere e il tentativo di un golpe, vero e proprio, non sia da scartare. Certo che, se il
    tempo darà ragione a Friedman, prevedo tempi duri per i magnifici tre. Personalmente, prevedo altri
    nomi eccellenti che, verranno tirati in ballo e non mi stupirei di vedere………!!!!!!
    Cordialmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *