Medioevo o Rinascimento?

E’ il momento di Mr. Baltic:

Da poco più di un anno discutiamo su questo blog di case in legno. In questi ultimi tempi la situazione del paese è decisamente critica. Sembra di vivere nel Medioevo. Fortunatamente sono stati riconfermati gli incentivi, ma questo non credo sia sufficiente a far ripartire il mercato e a fornire stimoli a chi intende/vorrebbe costruirsi una casa.

Come al solito ci si deve arrangiare (non credo che Babbo Natale ci possa portare qualche buona notizia).

Rimane però aperta la porta del nuovo PSR (Piano di Sviluppo Rurale) per il 2014/2020 che verrà a breve pubblicato. Per chi decidesse di uscire dalle grandi città e di vivere in un ambiente più sano ci possono essere degli incentivi/agevolazioni interessanti. Continuo a pensare che il ritorno ad una vita più normale e meno stressante possa portarci ad un nuovo rinascimento. Una casa sana, un piccolo orto e una vita più salubre anche di comunità possono essere dei buoni ingredienti. Riscopriamo l’arte di sapersi arrangiare, visto e considerato che non possiamo aspettarci nulla di buono dalle istituzioni.

Mr. Baltic

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

3 risposte a “Medioevo o Rinascimento?

  1. Buonasera.
    Caro Mr. Baltic, i suoi propositi sono certamente buoni, ma dove si può trovare un posto fuori dalla città
    a misura d’uomo e dove si possa coltivare il proprio orticello ? ormai questo Paese lo abbiamo rovinato,
    sia politicamente e per tutto quello che riguarda l’ambiente. Smog, rifiuti tossici, veleni usati in agraria,
    falde acquifere ormai compromesse e ci sono ancora imbecilli che acquistano prodotti bio. Parliamoci il
    più chiaro possibile, le case in legno un vero e proprio flop e questo grazie alla mentalità e alla ormai
    consolidata burocrazia. Questa meravigliosa penisola deve essere ricostruita da zero, abbiamo distrutto
    tutto quello che il mondo ci invidiava, la storia, la cultura, l’arte, ecc. Un Paese che potrebbe ricavare
    miliardi di € solo con il turismo, lascia andare in malora tutte le più belle cose da vedere, non è certo un
    Paese capace. La culinaria era il fiore all’occhiello dell’Italia, ora siamo obbligati a comperare i prodotti
    primari all’estero, latte, farina, carne e i pomodori made in Cina. Lei afferma che sembra di vivere nel
    Medioevo. Ma almeno loro non mangiavano la merda ( mi scuso per la volgarità ) che quotidianamente
    ci propongono i supermercati. Sono milanese e quando passo in tangenziale e vedo che ai bordi della stessa, ci sono persone che coltivano l’orto e hanno il coraggio di dire che la loro verdura non è stata
    trattata con prodotti chimici, ed è sana, mi viene spontanea la domanda, stò vivendo in Italia o in un
    Paese del terzo mondo ?
    Auguro a tutti un Felice Natale e (spero di cuore) un migliore 2014. La speranza è l’ultima a morire.

  2. SIAMO GESTITI DALLE LOBBY . ORMAI E’ CHIARISSIMO. LA POLITICA E I PARTITI SONO IL COPERCHIO DI UN PENTOLONE DI LOBBY CHE GESTISCONO TUTTO. PURTROPPO I PROBLEMI DELL’ITALIA NON SONO DI CARATTERE POLITICO PERCHE’ LA POLITICA NON HA PIU’ LA FORZA DI OPERARE , IL PROBLEMA E’ CHE SIAMO TENUTI IN SCACCO DALLE LOBBY CHE HANNO IN MANO IL VERO POTERE. NON SONO PIU’ LE IDEOLOGIE A GOVERNARE LA NOSTRA POLITICA MA LA DISONESTA’ , L’IMMORALITA’ , L’IPOCRISIA E LA CONNIVENZA E LA SUDDITANZA AI POTERI FORTI OCCULTI DELLE LOBBY , PER PURO TORNACONTO PERSONALE . PER USCIRE DA QUESTA SUDDITANZA NON BASTANO LEGGI O REGOLE O DECRETI O PROVVEDIMENTI . . . . . SERVIREBBE UN RITORNO ALLA MORALITA’ E AD UN’ETICA DI CORRETTEZZA E DI ONESTA’. A CHE SERVE VOTARE PER DEI PROFESSIONISTI DELL’IPOCRISIA ? PENSO CHE IL GRIDO “TUTTI A CASA ” SIA L’UNICA VERA VIA DI USCITA. BISOGNA RINNOVARE COMPLETAMENTE TUTTA LA CLASSE POLITICA CON LE BUONE O CON LE CATTIVE . . . UNA CLASSE POLITICA , QUELLA CHE ABBIAMO ,ORMAI TROPPO CORROTTA PER DARE GARANZIE DI AFFIDABILITA’ . SE NON RIUSCIREMO A RINNOVARE COMPLETAMENTE LA CLASSE POLITICA NON POTREMO MAI RISOLVERE NESSUNO DEI PROBLEMI DEL NOSTRO PAESE , PROBLEMI CHE STANNO EMERGENDO IN TUTTA LA LORO DIMENSIONE PERCHE’ LO SFRUTTAMENTO HA RAGGIUNTO IL LIMITE DI NON RITORNO. NON C’E’ PIU’ NIENTE DA SFRUTTARE E LE RUBERIE NON SI POSSONO PIU’ NASCONDERE . . . . . Un cordiale saluto a tutti

  3. Buongiorno.
    A tutta la redazione, auguro un Felice Natale e un meraviglioso 2014. Auguriamoci che la burocrazia e la
    stupidità di certi personaggi politici, scompaia dal nostro Belpaese e tutte le cose, prendano la strada del
    buonsenso e della ragionevolezza.
    Cordialmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *