Forconi o elezioni?

La rivoluzione dei forconi rischia di essere contro producente. Ma la rabbia che la spinge e l’alimenta è autentica. Intanto oggi 16 milioni di italiani pagano comunque l’Imu. Da tempo non si viveva un Natale così depresso e così depressivo.

Matteo Renzi cerca di rimontare l’impopolarità della politica e pensa, un giorno sì e l’altro pure, che si potrebbe andare a votare anche per le politiche nella domenica di maggio già prevista per Europee e Amministrative. E forse troverà alleati Berlusconi e Grillo in questo sforzo.

Forconi od elezioni? Cambiamento traumatico o passaggio democratico? Oppure, alla fine, anche questa volta non accadrà nulla e ci terremo governo Letta e crisi economica?

Ne parliamo giovedì prossimo nell’ultima video chat prima di Natale!

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

7 risposte a “Forconi o elezioni?

  1. Diciamo che è un bel dilemma!,ma se andassimo veramente alle elezioni come tanti politici sotto sotto sperano…………………………mi dite ora come ora dove siano le alternative a questi personaggi?.Dunque forconi o elezioni? sembra il titolo per uno di quelle trasmissioni condotte dal grande mike bongiorno,ma però è la realtà di un paese che cerca risposte e non altre tasse!.Ed infatti è quello che chiedono i cittadini ma sembra che ai nostri politici non vogliano sentire la voce popolare e quindi si và al voto?…………………………scusate signori miei ma è proprio alle urne che i forconi vi aspettano!.Insomma dal governo arrivano provvedimenti di quà o altri magheggi per far emergere nuove tasse su altre tasse,dicendo che salveranno il salvabile aiutando a far ripartire l’economia generale……………………………………….ma se quest’economia è già in ginocchio per le tasse vecchie,voi la curate con nuove tasse e rincari?.Tassate benzina, sigarette,seconde case con aliquote calcolate in che modo poi?………………………ma di tutto quanto voi politici che pagate alla fine dei conti?.Questa è una di tante domande che vorrei fare a voi e magari chì stà in piazza vi farebbe……………………e quale sarebbe la vostra risposta?.Un ultima cosa se mi è concesso?,sappiate che se in piazza ci vanno anche tutti i poliziotti,a voi chì vi salva è?…………………….gli italiani non sono stupidi come voi pensiate?;ora forse è giunto il momento che voi paghiate per i vostri sbagli!.

  2. Ora questa settimana molto calda sul fronte della proteste che sìì creano disagio alle persone che si recano sui luoghi di lavoro,ma a queste persone dico soltanto che un indomani ci potreste essere voi al loro posto.Ed infatti queste manifestazioni non sono per oggi e ne per ieri ma soprattutto per il domani dei nostri giovani che il signor monti o chì altri lì chiama bamboccioni!,e vorrei veder voi signori politici come ve la cavereste con meno di mille euro al mese,strozzati da tasse e burocrazia lenti come la fame……………………………con servizi pubblici che fanno acqua da tutte le parti!.Ecco quello che i forconi e altri manifestanti vi chiedono dunque,niente più bla bla bla e promesse di qua o di là,non colpevolizzate chìì va in piazza a esigere rispetto.A mè sembra che voi siate come il vaticano o san marino,ovvero delle stati a sé…………………….ma invece voi dovreste essere i primi a seguire quelle regole che tanto decantate nella costituzione italiana ed infatti vi attaccate a quella quando non avete nessun escamotage e siete conle spalle al muro!.Forse il 2014 inizierà con la consapevolezza popolare di chì stanco di subire e pagare ogni giorno sempre di più da non riuscir più a vivere perché tutto và allo stato e nulla per sé e i propri cari,quindi non stupiamoci se avremo un altra presa della bastiglia!.Infine sono poi stanco di scrivere sempre le stesse cose come:diminuire la spesa pubblica e intendo quei benedetti stipendi che vi prendete e quasi mille soggetti che si vedono dormire,sbadigliare,pulirsi il naso,ridere,votare per chi non c’è,scrivere su tablet o cellulari pagati da noi,ed infine la cosa più orribile da vedere è quando si insultano come due stupidi prima e poi si vedono uscire a braccietto poi!.Quando salteranno le vostre poltrone………………………..quello sarà il giorno in cui l’italia sarà libera e quel giorno stà arrivando!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!.

  3. Vede signor banfi le mie parole possono risultare a lei catastrofiche ma quando arrivi a 40 anni,perdi i genitori di cui uno a causa di sanità italiana perché non hai ne soldi o scelta di altro………………………….poi il lavoro dopo 17 anni e fatti tutti al massimo e oltre,mi trovo ora con la schiena a pezzi,una bella depressione e son quìì a sfogar la mia voglia di cambiamenti e libertà.

  4. Buongiorno.
    Prima di tutto, caro dott. Banfi, mi permetta di esprimere il mio risentimento per le parole pronunciate
    da Napolitano, ieri ha detto che nessuno deve pensare a un colpo di stato, nei confronti della Fininvest
    e la vicenda Berlusconi deve essere vista come un dovere dei giudici. Sono pienamente d’accordo con
    lui, il vero colpo di stato lo stà mettendo in atto lo stesso Presidente della Repubblica, dando la totale
    fiducia al governo Letta, che nessuno ha mai votato e allo stesso tempo siede su una poltrona che non
    le appartiene. Se questa non è vera e propria dittatura, me lo dica lei. Ribadisco che dobbiamo dare un
    ultima possibilità alla politica, ma se dovessero per l’ennesima volta arrivare al fallimento, dichiaro aperta la guerra allo Stato. L’Italia come la Grecia e forse peggio. Anche i Forconi hanno dimostrato che
    manca l’unione morale e materiale, sono divisi e senza una vera e propria organizzazione. Apprendisti.
    Vediamo cosa ha in mente di fare Renzi e dopo, tireremo le somme. Il taglio di un miliardo di € alla
    politica e il ribaltamento radicale dei sindacati. Con chi troverà una vera e propria alleanza ? e a che
    prezzo ? per il momento non ci resta che fare da spettatori, ma alla fine ci sarà la resa dei conti e si
    prevedono tempi molto caldi. L’Italia merita di tornare grande e invidiata dagli altri.
    Cordialmente.

  5. Buonasera.
    Per Renzi, niente elezioni a breve e il suo proposito è quello di aiutare Letta a governare il paese. Se
    questo non è un colpo di stato, ditemi che cos’è ? come può pensare Mr. Bean di governare senza avere
    la maggioranza assoluta degli Italiani. In un paese civile, chi governa deve avere la benedizione del popolo e la Costituzione, ci ricorda che il popolo è sovrano. In questo caso non mi sembra che venga
    presa in considerazione, tale legge, anzi, viene violata una legge che dovrebbe essere primaria e del tutto trasparente. Purtroppo siamo arrivati a un punto di non ritorno, i politici schierati a sinistra, si
    sentono talmente forti che disdegnano il parere dei cittadini e la dittatura rossa, ha paura a presentarsi
    agli elettori, come mai ? gli ultimi clamorosi scandali delle loro banche e i soldi dati al partito e spariti
    nel nulla, li hanno messi in ginocchio e la reazione popolare, non li vede certo primeggiare. La verità
    è una brutta bestia e fa veramente paura anche a loro. Caro Renzi, fino a ieri contestavi l’operato della
    sinistra e ora vuoi allearti con un personaggio che è stato messo li dal caro compagno Napolitano, senza
    un minimo consenso da parte del popolo ? non mi sembra una cosa molto corretta. Le tue sono state
    belle parole, ma con le parole l’Italia, non va più avanti e la gente, questo lo ha capito da tempo. Ci
    vogliono i fatti, concreti e credibili. Se da domani, presenterai una mozione per il taglio degli stipendi
    ai politici e alle PA, ma il taglio dovrà essere minimo del 60 % forse allora avrai il voto degli Italiani e
    potrai governare con tranquillità. In caso contrario, dovrai tornare a fare il sindaco e la politica, rimarrà
    per sempre un sogno.
    Cordialmente.

  6. COSE CONCRETE!!. BASTA CON QUESTE PAROLE, NON ESISTONO PIU’. Mi chiedo: ma questi politici non hanno figli o nipoti? non pensano che un domani vedranno i filmati dei suoi genitori o nonni, cosa penseranno???

  7. Buonasera.
    @ Rataplan.
    Caro amico, la dimostrazione che le parole dei politici, tengano in piedi il Paese è sotto i nostri occhi.
    Sono anni che ci continuano a riempire di parole, progetti e promesse mai mantenute. E per tutti
    questi anni, nessuno si è mai lamentato o è sceso in piazza. Ormai è tardi, il paese è fallito, sotto
    tutti i punti di vista e nonostante tutto, stiamo assistendo al più grande colpo di stato, perpetrato da
    una persona che dovrebbe essere, la guida spirituale e concreta del Paese Italia. Siamo un popolo
    senza attributi ed è giusto che i nostri politici, ci trattino in questo modo. Ogni paese ha i politici che
    si merita e noi Italiani siamo un popolo di boccaloni.
    Cordialmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *