Caso quasi chiuso

Dunque il Ministro Cancellieri, con tutta probabilità, resterà al suo posto. Le è bastato esprimere un “rammarico”, per convincere il partito che decide ormai le sorti del Governo Letta e cioè il Pd. Personalmente credo che il Ministro abbia agito in buona fede, interessandosi di una persona davvero in difficoltà, attraverso conoscenti dell’alta finanza. Il mondo (anche quello dei potenti) è piccolo.

Detto questo, la questione della giustizia penale e l’orrore delle carceri italiane non sono temi da sottovalutare, è assurdo pensare che inizino e finiscano con Berlusconi, come a volte sembrano pensare i suoi supporter o i suoi avversari.

Forse un gesto di dimissioni avrebbe dato più credibilità e forza alla classe politica, a costo di indebolire il Governo…

Comunque le vicende chiave sono altre, a cominciare dall’approvazione della Legge di stabilità.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

2 risposte a “Caso quasi chiuso

  1. Buonasera.
    Caro dott. Banfi, viviamo in Italia e mi permetto di esprimere tutto il mio rammarico e non solo il mio,
    ma quello di una buona parte di Italiani che ormai non credono più alle continue minacce e bugie che il
    nostro sistema politico ci propone quotidianamente. Vogliono farci credere che stanno lavorando per il bene del Paese, gente che governa senza nemmeno essere stata eletta, alla faccia del popolo sovrano.
    Ogni giorno salta fuori uno scandalo e immancabilmente viene coperto dallo stesso sistema politico e come in un sistema dittatoriale, fanno leggi sempre a loro favore e chi paga le conseguenze e sempre
    il popolo. Non si vergognano delle cose che fanno e che dicono, sistematicamente attenti alle loro belle
    poltrone. Credono fermamente che il popolo, beva tutto quello che dicono, hanno la così detta faccia da culo e non provano un minimo di vergogna, tutto per loro è lecito, si sentono e sono intoccabili. Hanno
    sputtanato Berlusconi perché dava fastidio e ora si stanno comportando nel modo più meschino e allo
    stesso tempo, arrogante possibile. Non ho mai visto un politico dimettersi di sua spontanea volontà per
    le cavolate che ha combinato e questo certifica l’arroganza che possiedono, si sentono onnipotenti. La
    Cancellieri avrebbe dovuto dimettersi ma il buon Letta, ha difeso l’operato della stessa, perché questo ?
    La risposta è semplice, salvando la Cancellieri il Pd avrà un sacco di voti da parte della magistratura e
    dai potenti amici di Ligresti. E di questo ne sono convintissimo. E’ sempre il gioco delle tre carte, i poteri
    forti non potranno essere mai, messi in discussione. Se il popolo Italiano non lotterà per riavere la vera
    sovranità che le è stata tolta, saremo perennemente in balia di quattro sanguisughe. Quando ti si attaccano addosso è difficile toglierle.
    Cordialmente.

  2. Non sia mai che un ministro in italia si dimetta da solo!……………………ma andiamo!,riguardo alla legge di stabilità sarà un altra manna sulla testa di italiani onesti che tentano di star a galla e…………………………….per il resto son sempre i soliti discorsi e la musica cambierà prima o poi?.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *