L’abito fa il monaco

Eccoci dunque con la veste grafica nuova del nostro sito!

E’ importante un cambiamento del genere, non solo per un fatto di aggiornamento pratico ed estetico: più facilità d’uso, più immediatezza, più bellezza… Ma per i nuovi contenuti che implica un miglioramento di questo tipo.

Anche nella Rete, infatti, l’abito fa il monaco: la nuova forma comunica la voglia di rinnovamento e di miglioramento soprattutto delle cose che si scrivono e che avvengono sul nostro TgCom24.it.

La nostra video chat continua e ci vediamo alle 14,30 di giovedì 3 ottobre.

Tema scontato: la scelta di Berlusconi di far dimettere i ministri del Pdl è stata , secondo voi, estremista o no?

Era l’unico modo per reagire all’aumento dell’Iva e delle tasse in genere o è stata una mossa sbagliata?

Vi aspetto.

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

6 risposte a “L’abito fa il monaco

  1. Penso che sia stata la stessa misura con cui il pd e la magistratura insieme abbiano confezionato la farsa giudiziaria nei confronti della bandiera del pdl,ovvero silvio Berlusconi.Vi è però un elemento ancora più grave da esporre al giudizio popolare,ed è l’uso di soldi pubblici per ottenere intercettazioni telefoniche e indagini;per non parlare di trascrizioni e montagne di carte usate scrivendo ipotesi ma anche verità.Si può non negare che vi siano state delle feste ad arcore o in altre sue proprietà ma quello che lui fa con i suoi soldi,l’abbiano fatto anche altri parlamentari di vari partiti come il pd………………….vedi la festa mascherata in tema,accaduta con dipendenti della regione lazio!.Ok!,sono due feste ma la differenza è che una è avvenuta con soldi pubblici e l’altra nò!,e ora ditemi chì ha sbagliato?.Insomma già da lì sono stati usati due pesi per la stessa misura,già! perché da un lato si è ipotizzato di tutto ma………………………….dall’altro,i soldi sono spariti e? silenzio per la fine che hanno fatto!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!.Poi nei tribunali c’è una scritta che dovrebbe essere un dogma per tutti…………………………..ovvero:LA LEGGE è UGUALE PER TUTTI…………………………cordiali saluti dott banfi.

  2. Veniamo purtroppo all’argomento iva e le conseguenze derivanti da esso…………………che posso dire?,forse un paese che sopravviveva galleggiando sopra un mare di parole e promesse ora affonderà del tutto!.Ma noi italiani che dobbiamo fare?,cosa ci succederà?,riusciremo a tirare fine mese?,chì ci darà le risposte che vogliamo è?…………………….la merkel?.

  3. Scelta sbagliata, perchè a questo l’aumento dell’Iva era inevitabile, tanto valeva non dare alibi al PD. A questo puno vedremo cosa succederà. Forse Letta avrà una maggioranza comunque ampia?
    In ogni caso la fronda interna al PDL rivela come in Italia ormai non esista più una destra o un centro-destra propositivo. Berlusconi ne era l’unico vero motore, senza di lui (in parte anche per colpa sua, ma anche per mancanze altrui) non ci sono veri e credibili sostituti.

  4. Oltre ai due miei pensieri citati sopra,nella mia testa ci sono molti altri interrogativi e sono:ma le scelte e leggi fatte fino ad ora da letta e company,se dovessimo tornare alle urne;chì ci assicura la durata di esse?.L’unica strada possibile per aiutare il paese è quella di alzar l’iva al 22%?.Allora la mia e altre famiglie,dovranno dichiarare fallimento o vendere l’abitazione di proprietà per stare a galla e quindi la mia possibilità di scelta dove è?.Poi mi dite di tornare al voto…………………….ma votare cosa?,chìì,ecco la vera scelta importante!.L’unica certezza in italia sono i politici e lo stipendio oneroso che prendono ma di sicuro non si meritano!,lo dico perché non ne hò più uno da tre anni!…………………W L’ITALIA MA QUELLA VERA!.

  5. A proposito dell’italia vera e dei problemi che noi cittadini dobbiamo affrontare ogni giorno,ieri sera girando su rete 4 c’era il programma quinta colonna con ospite fra gli altri la polverini.Ad una domanda che le è stata posta,lei ha risposto che lo stato e la sua burocrazia sono una macchina molto complessa e difficile da capire!.Se fossi stato io tra il pubblico le avrei controbattuto dandole sìì ragione ma quando si tratta di approvare leggi con finalità politiche lo stato non è così difficile e complesso,perchè subito magicamente vengono approvate e mentre si tratta di noi cittadini;chissà come mai dobbiamo aspettare mesi o anni?.Insomma in questi tempi dove le aziende vantano crediti da parte dello stato nell’ordine di 80 miliardi di euro! i soldi non si trovano,mentre per i vostri onerosi stipendi……………………………..non mancano mai?.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *