La Merkel e il nostro futuro

I commenti degli italiani sulle elezioni tedesche sono divisi in due grandi filoni:

chi dice che l’affermazione della Cancelliera aumenterà le nostre sofferenze, perché rafforza la politica di austerità in Europa.

E chi dice che le elezioni avvenute, la sconfitta dei Liberali, l’obbligo di collaborazione coi socialdemocratici finiranno per “ammorbidire” la sua strategia economica, anche in Europa.

Comunque vada a finire, gli obblighi per noi sono pesanti e il nodo di una politica economica costretta da parametri troppo rigidi è venuto davvero al pettine. Stamattina sul Corriere della Sera Giavazzi ed Alesina sostengono che dovremmo sfondare il tetto del 3 per cento, sotto il controllo europeo.

Non è dunque una pazzia…

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

7 risposte a “La Merkel e il nostro futuro

  1. Magari si potrebbe ipotizzare che la germania l’abbia già fatto e nessuno vada a controllare i suoi conti,quindi se loro possono,perchè noi nò?.Da noi la solfa è sempre quella! e cioè:la spesa pubblica!,possiamo star qui a far notte ma il problema di base è sempre lì!.Non continuiamo a presentarci in europa con queste cifre ogni anno ed aumentano sempre più,di chì la colpa dunque è?………………………..di noi cittadini?,che paghiamo il 65% di tasse su quello che guadagnamo?.E avendo dei servizi statali talmente penosi e obsoleti con tempi di attese per ottenere qualsiasi cosa a dir poco allucinanti.Quando vai in edifici pubblici e vuoi spiegazioni,hai davanti una persona talmente lenta nei movimenti che se osi tù a farlo sul tuo posto di lavoro,vieni cacciato a calci nel sedere!.Ma basta!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! che dobbiamo fare è?,per forza!…………………………tanto non siamo tutti allo stesso livello di vita,perchè i più abbienti di sicuro non gli frega nulla di problematiche simili,tanto pensano:io i soldi li hò e del resto?……………………chì se ne frega!.

  2. Siamo nelle mani della cancelliera allora?,che dobbiamo fare?,vendere l’italia alla germania?………………………non credo così conciati ci voglia qualcuno!.Ma però le ditte straniere fanno a gara per aggiudicarsi le nostre aziende di stato…………………….per forza! non gli costiamo nulla!.Dunque è questa la famosa europa unita sotto l’euro?,ma i nostri rappresentanti della politica che fanno?…………………………nulla!.Anzi…………………nò,qualcosa fanno:il pd è contento per aver inflitto al leader del pdl la condanna che gli hanno confezionato come un regalo di nozze!,mentre poi litigano fra di loro per ottenere il controllo del pd stesso!.Poi i grillini fanno la guerra a non si sà cosa,e in mezzo a tutto questo ci siamo noi italiani che paghiam paghiamo i loro pasticci ove ogni anno diventano più evidenti!.Vede dottor banfi anche se non leggerà il mio articolo non fà nulla,ma posso permettermi di essere stufo marcio della situazione in cui ci troviamo o?.

  3. Al di la delle ruberie fatte da generazioni di “politici” direi egualmente dalla sinistra che la destra visti i fatti il problema è che legandoci palle e mani alla cosidetta “Europa” non abbiamo alcuna speranza di uscirne fuori perche l ‘ INTERA STRUTTURA dello sviluppo economico Italiano degli ultimo 60 anni ERA BASATO SULLO STIMOLO ECONOMICO FATTO DALL IRI, quindi dal volano che ha investito in autostrade, STET, AGIP etc etc..

    Avendo CRIMINALMENTE demolito questo e avendo legato il paese ad un Europa che in verita’ e’ una lobby delle multinazionali dei paesi forti noi siamo FOTTUTI..e destinati a forzaamente essere deindustrializzati…

    A meno di una massccia rivolta popolare che se continua così sarà praticamente inevitabile …

  4. Mi pare del tutto evidente che l’ europa e l’ euro siano state per noi italiani una grandissima fregatura. Vorrei capire dov’ è il vantaggio di stare in una “unione” del genere.
    Bisognava restare fuori come ha fatto l’ inghilterra e valutare attentamente il da farsi, prima di buttarsi dentro a capofitto.

  5. L’avevo già scritto in un blog che il governo Letta sarebbe durato fino alla decisione di Berlusconi, altro che la cancelliera, è più astuto di una volpe, si farà vittima pur di rivincere le elezioni, gli Italiani gli daranno ragione e saranno di nuovo al punto di partenza come gli anni addietro, pieni di promesse ma fin dei conti inchiappettati. Il risultato è sotto gli occhi di tutti,la situazione è sempre peggiorata, non c’è stato governo sia da destra a sinistra che abbia risolto il problema dell’Italia. Tante leggi fatte solo per risolvere i loro problemi e per accaparrarsi e mantenersi i loro diritti. Per noi onesti cittadini bastava fare per primo la legge elettorale, sarebbe almeno il salva condotto, avendo in mano la nuova legge elettorale, al nuovo voto ci avrebbe dato un governo stabile con totale responsabilita, non un governo delle banane per scaricarsi le colpe fatte e mantenersi continuamente la casta perchè è questo che a loro interessa.
    Caro Banfi, sono passati molti bravi direttori dal tuo ufficio, sei molto bravo e moderato, mi sembra che sei un pò assente, avrai molti impegni, io sono um pò scettico, penso che per un pò di tempo la pagnotta faccia male a nessuno. Mi devi scusare… Al tempo addietro ho visto un’intervista al compianto Mike Bongiorno, era molto rammaricato quasi piangente per il suo messo da parte, mi faceva pena. Ti saluto caramente, sono sempre stato un tuo ammiratore.
    buona furtuna. Caramente Tonì.

  6. IL GOVERNO CADRA? FATTO STA CHE CHI CI RIMETTE SONO SEMPRE I CITTADINI,ANCHE PERCHE I POLITICI FANNO TUTTI GLI ESCAMOTAGE PER NON TAGLIARSI I PRIVILEGI,I SUPER-STIPENDI E I FINANZIAMENTI PUBBLICI,MENTRE AUMENTANO LE TASSE,LA BENZINA,GLI ALIMENTARI ECC,ECC,POTREBBERO FACILMENTE TROVARE RISORSE TAGLIANDOSI ALMENO IN PARTE LE PAGHE FARAONICHE CHE PRENDONO,SI VERGOGNINO SOLO LORO NEL MONDO PRENDONO QUESTI STIPENDI COSI’ ALTI,E TARTASSANO LA POVERA GENTE CON LE TASSE,DOVUTE AI LORO SBAGLI E ALLA LORO INGORDIGIA,HANNO FATTO FALLIRE TUTTE LE GRANDI E PICCOLE AZIENDE ANCHE QUELLE PIU’ FAMOSE IN ITALIA,BRANCO DI INCOMPETENTI,E POI E MEGLIO USCIRE E SUBITO FUORI DALL’EURO QUESTA MONETA DI MERDA,ALTRIMENTI SARA SEMPRE PEGGIO!!!

  7. Ma non sarebbe il caso di dare un addio all’euro? Siamo un Popolo di artigiani, agricoltori, commercianti, industriali e siamo bravi, perchè non ci arrangiamo da soli? Qualcuno ricorda che con enorme lungimiranza, il tanto vituperato Berlusconi voleva entrare nel SECONDO giro dell’euro e Prodi lo tacciò di anti-europeismo? Quel Prodi…pro domo sua, che ci tassò per entrare in Europa, promettendo la restituzione della suddetta tassa che non avvenne mai!!! Che la Merkel vada al diavolo insieme a Prodi! La Merkel che ha unificato la Germania anche con i nostri soldi ed ora si atteggia a Regina dell’Europa (o a DITTATORE..heil Hitler!) e detta le condizioni che affamano l’Italia e l’Europa, Vada al diavolo! Di Hitler ce n’è stato già uno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *