Condanna di un leader

La sentenza di ieri della Cassazione nei confronti di Silvio Berlusconi è un fatto di prima grandezza. Chiude una fase cominciata vent’anni fa, comunque la pensiate.

Soprattutto perché a essere stato condannato non è un imprenditore qualsiasi che ha ingannato il Fisco, ma perché è stato il leader politico del centro destra, che ha vinto un paio di competizioni elettorali ed è stato Presidente del Consiglio e capo dell’opposizione quando governava la sinistra.

Ora, la domanda che tutti si fanno è: che cosa succederà? Certo, Berlusconi non sarà più candidabile e nel giro di qualche mese, da senatore in carica o dimissionario, dovrà scontare la pena di un anno.

Le conseguenze politiche sono più incerte, e forse drammatiche. Molti pensano che già la prossima primavera ci saranno nuove elezioni, magari con un diverso sistema elettorale; altri ritengono che invece il Governo Letta proseguirà ancora qualche mese.

Allo stato una parte importante dell’elettorato italiano, il centro destra moderato, perde comunque il suo candidato alla presidenza del Consiglio. Mentre il Pd deve ancora celebrare il suo Congresso.

L’Europa, il fondo Monetario, i mercati ci permetteranno il lusso di un altro anno di instabilità e di incertezza?

Comincio a pensare di no. La Grecia è più vicina.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

19 risposte a “Condanna di un leader

  1. E va bene.
    Ora saranno tutti contenti:giustizia è fatta.
    E posso esserlo anch’io, perchè scopro a 61 anni che nel mio paese, finalmente,vengono condannati gli evasori fiscali!
    E allora vedrò finalmente condannato, quel luminare della scienza che ha operato chiedendo l’onorario “double face”, a seconda se si ha bisogno della fattura o meno…..
    L’idraulico che sostituisce il tubo del lavandino, il parrucchiere,il meccanico,il carrozziere,il piastrellista e così via.
    Ah! decisamente il mio paese, da questa sentenza cambierà!
    Ah! Povero Illuso che sono!

  2. Certo che la Grecia è moooolto più vicina.
    Sant defoult si mangerà i diritti fritti.
    Siamo, insieme all’Ucraina ed all’Egitto ad aver messo in galera un politico che rappresenta 9 milioni di elettori.
    Chissà che gli USA di Obama non ci facciano fare anche a noi la primavera?

  3. I soliti stupidi paragoni. Visto che evadono tutti, visto che tutti vanno a prostitute, visto che tutti….tutti chi? E’ il premier, quello che avrebbe dovuto dare il buon esempio! Ma non vi vergognate? Si è approfittato del suo incarico per corrompere, rubare, delinquere a suo piacimento, come un vero e proprio dittatore (o mafioso, vedete voi)!

  4. Ora i gonzi saranno contenti! Giustizia è fatta!Aspetto che tutti gli evasori adesso vengano perseguiti dalla Magistratura con la stessa tenacia. O forse mi sto sbagliando???? Certo che B. è un bel pirla: farsi fregare per un’evasione di sette milioni (a proposito, dove sono andati a finire??? Chi li trova può pretendere il compenso di legge?????) quando invece ha pagato allo Stato nove mila miliardi di euro di tasse in diciannove anni.

  5. Che Berlusconi sia dentro o fuori poco cambia per le sorti economiche dell’Italia secondo me, i dati economici sono comunque un vero disastro, la Grecia si avvicina comunque e i politici lo sanno tutti.

    Povera Italia, da 7° potenza economica mondiale al disastro più totale.

  6. Buonasera. Diciamoci la verità, Berlusconi era una persona scomoda e andava assolutamente e
    in qualsiasi modo, messa a tacere. I giudici hanno sbagliato anche questa volta, aumenterà a
    dismisura la sua popolarità e Forza Italia. vincerà le elezioni. Da uomo di destra, sono meravigliato
    per la condanna, a questo punto, l’ottanta per cento degli Italiani, dovrebbero stare dietro le sacre
    sbarre. I giudici hanno vinto la battaglia, ma non certamente la guerra, il buon Silvio saprà uscire
    da questa carnevalata e con l’aiuto degli elettori, ripartirà alla grande. Tutta la sinistra stà in piedi
    anche grazie al Cavaliere, senza un leader carismatico è inevitabile l’imminente tracollo politico e
    di conseguenza andremo di nuovo alle urne, con il risultato che, spenderemo un sacco di soldi e
    saremo obbligati a ripartire da capo. Sono curioso di vedere l’evolvere del caso MPS e quante teste cadranno, l’intero PD è coinvolto nella più grande truffa che, una banca potesse mettere in
    atto e voglio vedere se i parametri usati per Berlusconi, sono gli stessi che i giudici useranno per
    la vicenda toscana. Alla fine si capirà da che parte stà la magistratura. Purtroppo nel nostro paese
    quando una persona diventa un’ostacolo insormontabile, lo si ferma con i metodi più beceri e dai
    risvolti disumani, in tutta la mia vita, non ho mai visto un’accanimento del genere, colpire una
    persona. Forse una volta sola, il caso Enzo Tortora. Ma quella non era politica. Si dovrebbe fare
    una bella iniziativa, obbligare i tribunali Italiani a togliere la demenziale scritta, la legge è uguale
    per tutti è senza dubbio una frase senza senso e realmente fantasiosa.
    Cordialmente.

    W l’Italia e il tricolore.

  7. Scusami bruno ma a Berlusconi che io sappia o abbia sentito,di galera non farà manco un giorno;perchè se deve farne lui i giorni di galera,allora non credo sia il solo!.Visto che per quanto riguarda il capitolo evasione fiscale,i suoi stimati colleghi dovrebbero essere tutti messi dietro le sbarre uno dopo l’altro!,certamente non sono dei santi e di mani bucate ne hanno pure loro…………………..dato che questo è un processo politico fatto e finito chissà perché ora si continui a parlare di ricadute sul governo con smentite continue.

  8. Ho dimenticato nell’articolo precedente di specificare che il cavaliere non farà manco un giorno perché vi è un termine chiamato indulto……………………..grazie!.

  9. Sono italiana e molto preoccupata per l’ingiustizia e la persecuzione perpetrata per 20 anni. Grazie a Monti e all’inettitudine di Letta siamo più vicini alla Grecia non per altro. Ora, questo governo del far niente deve cadere ed andare a nuove elezioni. Se proprio devono lavorare riformino la giustizia. Oggi la peggiore non solo d’europa ma di tanti altri paesi.

  10. Buonasera. Caro dott. Banfi, vorrei sapere da lei, che fine ha fatto l’on. Luigi Lusi, tesoriere del Pd
    e indagato per aver fatto sparire un sacco di soldi dal partito e il buon Rutelli non ne sapeva nulla.
    Stiamo parlando di cinquanta milioni di euro, una cifra stratosferica, soldi della povera gente che,
    credeva nel partito e nelle idee dello stesso. Non se ne sente più parlare, sembra svanito nel nulla,
    volatilizzato e con lui, tutti quelli che, non hanno visto nulla. Mi chiedo perchè non li abbiano messi in primo piano, come hanno fatto con Berlusconi e i vari giudici, tacciono, perchè ? Questo è il vero
    esempio di come si destabilizza un paese, già fragile e sull’orlo del baratro. Hanno voluto colpire il
    politico o l’imprenditore ? E’ anche vero che è l’uomo più ricco d’Italia, ma è anche vero che è il
    primo contribuente e essere ricco, non è certamente una colpa, o sbaglio ? L’Europa ci sorveglia e
    purtroppo il tempo della tolleranza è giunto al termine, questo governo è al capolinea e nulla potrà
    fermare il declino di questo paese, sono pienamente d’accordo con lei, ma sono mesi che continuo
    a dirlo, la Grecia è sempre più vicina. Se non trasformeremo l’Italia in un paese economicamente
    autosufficente e con una giustizia incolore, ci troveremo immancabilmente, in guai seri. Cordialmente.

  11. Ritengo che Berlusconi non avesse bisogno di entrare in politica per difendere i propri interessi, bastava che continuasse a comprare coloro che dovevano essere pagati per poter fare industria in Italia.
    Questo a mio parere tanta gente non l’ha ancora capito.
    Poi scusate, mi meraviglio dell agente che ha creduto (o ha voluto credere) a delle situazione della sua vita personale da far ridere i polli, scopa piu’ a 76 anni che un ventenne, ma dai.
    Io se fossi in lui chiuderei tutte le sue aziende, 65.000 dipendenti a casa + l’indotto, poi forse qualcuno si accorge cosa ha fatto Berlusconi per questo paese.
    Cio’ comunque non toglie che anche lui ha fatto degli errori, ma non da meritare tutto questo.
    Buona fortuna

  12. apparte l’instabilita’ politica,credo che non si possa mandare avanti uno Stato con piccoli passi.ci vuole uno shock economico.tanto rispettare il 3 % non serve se il debito continua a salire e aumentano gli interessi da pagare.Basta euro..se non usciremo da questo golgota faremo si la fine della Grecia..il fiscal compact dal 2016,il pil e’ in caduta libera..piccole e medie imprese falliscono,la disoccupazione e’ senza sosta e in continuo aumento…e noi ci preoccupiamo delle sentenze Berlusconi??Letta non e’ capace di affrontare una crisi come questa!ci vuole uno come Berlusconi..Sfacciato come lui..se ritornera’ al governo stavolta deve fare,non parlare solamente..spero che questa batosta serva da lezione a tutti..alla destra e alla sinistra.

  13. Vede Direttore la Grecia non si è mai allontanata. L’Italia e’ un paese che per troppi anni e’ stato governato da incapaci che hanno fatto solo i loro sporchi interessi fragandosene di tutto e di tutti. Hanno portato alla rovina il paese, hanno spremuto aziende e cittadini a piu’ non posso ed ora purtroppo a questo danno non c’e’ piu’ rimedio, di sicuro almeno finchè saremo governati dai soliti noti di destra e sinistra, perchè i loro interessi in ballo vanno ben oltre l’interesse per il paese. Questo governo di larghe intese è nato solo ed esclusivamente per continuare a portare avanti interessi personali degli uni e degli altri, e questo la gente ormai l’ha capito, come si puo’ credere che gli stessi che ci hanno governato negli ultimi trent’anni e che hanno portato il paese a questo ora lo possano salvare continuando a vedere che da parte loro comunque non sono disposti a rinunciare a nulla. Che saremmo tornati alle urne si sapeva, che negli ultimi due anni si e’ perso solo del tempo prezioso per noi italiani a fare chiacchere su chiacchere si e’ visto, spero solo che stavolta alle urne la gente si svegli del tutto cosi’ saremo noi italiani stavolta a fargli la sorpresa!!!!

  14. sto ascoltando in Tv Gozi (PD) un duro e puro di sinistra. Spero che inventino una Tv che ci permetta di sentire gli odori. In questo caso quando parla questa persona si deve spegnere.

  15. Buonasera. Sono le 18,30 del 4 Agosto e sono al telefono con un amico, partito da Milano con tre
    amici per recarsi a Roma per portare sostegno a Berlusconi. L’aria è piuttosto pesante e gli animi
    sono alle stelle. Sicuramente il caldo gioca una parte fondamentale per riscaldare la gente che,
    con pullman, treni o auto è arrivata nella capitale ma, le persone sono veramente arrabbiate solo
    per la vicenda del Cavaliere. Qualcuno stà inneggiando alla rivoluzione e questo non è certamente
    un segno positivo, ma purtroppo la corda della tolleranza e della sopportazione è rotta da tempo.
    Saluto il mio amico e auguro che non succeda niente di grave, devo ammettere che, mi sarebbe
    piaciuto esserci, purtroppo problemi famigliari me lo hanno impedito. Secondo il mio modesto parere, siamo a una svolta politica e sociale, il popolo continua a sacrificare la propria vita e la
    famiglia stessa, restrizioni incomprensibili, sacrifici allucinanti per barcare il lunario e una parte
    di questo governo, destabilizza il paese, mettendo in serio pericolo l’intero paese. Una parte della
    giustizia, raggiunge l’orgasmo solo e semplicemente, vedendo Berlusconi dietro le sbarre e nello
    stesso tempo, copre ruberie molto più gravi. Questo paese è arrivato e arrivato intendo in tutti i sensi, va totalmente rifondato e bisogna eliminare tutte le metastasi che, bloccano l’economia e
    la storia di questo meraviglioso paese. Dovrà essere una rivoluzione pacifica, senza mettere a
    repentaglio la vera democrazia del paese, boicottando tutte le cose che non funzionano. Cari
    Italiani, per non vedere questo paese cadere a pezzi, diamoci una mossa. L’Italia è anche nostra.
    Cordialmente.

    W l’Italia e il tricolore.

  16. Sono ore molto tristi per il nostro paese. Letta deve andare avanti a tutti i costi perchè altrimenti il rischio di fare la fine della Grecia è concreto. La magistratura amica dei comunisti ha fatto fuori Silvio e brinda al risultato, anche se c’ è poco da brindare. Con questa sentenza di chiaro stampo politico si crea ancora più instabilità e tensione sociale. Entrambe cose di cui non c’ è assolutamente bisogno.

  17. Si sconta la pena come deve essere.chiunque sia.anche un miliardario,evasore.la legge deve essere uguale x tutti,non solo x i poretti.gia troppe volte e’ sfuggito ad essa.

  18. “..che cosa succederà?”Nulla di quello che sarebbe necessario:la ricerca di una alternativa ai vincoli europei e il ripristino della sovranità.Non succederà perchè dall’estate del 2011 tutto è chiaro perchè tutti sono appiattiti nella strategia dell’euro e delle tasse.Qualunque cosa accada è inserito il pilota automatico e tutto il resto non serve.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *