Firenze in affitto

Oggi sulla prima pagina de Il Fatto e in apertura di cultura di quel giornale c’è un articolo molto interessante di Tomaso Montanari. Si spiega che l’episodio scandaloso dell’  “affitto” di Ponte Vecchio da parte del Comune di Firenze a Luca Cordero di Montezemolo non è così isolato.

Ci sono una serie di episodi inquietanti.

Se fossero confermati, il sindaco Matteo Renzi dovrebbe rispondere, quantomeno politicamente, del suo mettere in affitto i gioielli culturali di Firenze.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

5 risposte a “Firenze in affitto

  1. La cosa non mi stupisce. Renzi è solo un burattino in mano a burattinai che operano lontano dai riflettori. Nulla di nuovo è il vecchio che avanza. Purtroppo però ha un seguito, una buona fetta di creduloni che pendono dalle sua labbra e credono ancora alla pseudo politica.

  2. Buonasera.
    Non sono una persona di sinistra e non lo sarò mai ma, non trovo così scandalosa l’operazione
    messa in atto da Renzi.
    I comuni sono al collasso e senza fondi per gestire le città, affittare i beni culturali per portare
    nelle casse comunali, liquidità che, possa servire alle infrastrutture, mi sembra una grande idea.
    La cifra che, la Ferrari abbia stanziato per l’evento non è di mia conoscenza ma, presumo che,
    non sia stata popolare.
    Sfruttare i beni culturali che un paese come il nostro possiede è senza dubbio producente e nello
    stesso tempo, esporta in tutto il pianeta il made in Italy.
    Certamente il buon Renzi, dovrà dimostrare con tanto di fattura, l’intero importo della serata e
    nel prossimo futuro, come si useranno questti soldi.
    Vorrei consigliare a tutti i sindaci di copiare l’esempio di Renzi e di usare i fondi per sistemare
    le pecche che, gravano nelle città.
    Siamo un paese che vive sul turismo e se, non approfitteremo dell’innumerevole patrimonio che
    ci hanno lasciato, sarà la fine di tutto.
    L’economia delle aziende è ormai deceduta da tempo e valorizzare il turismo con iniziative chiare
    e concrete, non lo ritengo uno scandalo, anzi ritengo la cosa molto valida.
    Il mio consiglio è quello di usare i fondi per il bene del paese e della collettività, in caso contrario,
    saremmo nuovamente al fatidico, punto di non ritorno.
    Abbiamo le strutture per trasformare questo paese e con esso tutta l’economia, basata sul turismo
    e voglio aggiungere che un paese bello come il nostro, non esiste su tutto il pianeta.
    E i numerosi turisti che arrivano ogni anno, ne sono la prova.
    Cordialmente.

  3. Tra un po’ il nostro paese sarà chiamato in tutta europa come italdiscount,ove ogni bene risulterà accessibile a chiunque.Per questa situazione dobbiamo ringraziare i nostri stimati politici che oltre a far figure internazionali con il caso kazaco,ora per ripianare tutti i loro sprechi e magheggi ma pendenti sulle spalle dei cittadini in forma di debito pubblico.La grecia mi sembra ora come ora non sia più lontana ma talmente vicina ove riflettersi come in uno specchio!.

  4. Se tutti i governi hanno procurato solo guai a l’Italia, non capisco il perchè si debba fare tutta di un erba un fascio. Ci sono persone già collaudate nelle amministrazioni dei loro comuni ed ammirate dai loro cittadini per il buon operato, ad esempio il sindaco di Firenze Matteo Renzi.
    Per quanto riguarda il pote vecchio, penso che affittato a privati non tolga nulla ai cittadini e nemmeno ai turisti e visitatori, potrà essere gestito meglio e darà un profitto al comune, con la differenza della gestione dello stato che come vediamo tutto procura deficit.
    Ben venga Renzi, di persone come lui con spirito di critica nell’interno del partito di appartenenza ce ne sono pochissime e non meritano essere chiamati burattini, caro signor icx, di veri burattini ne conosciamo tanti, pronti a fare buono o cattivo tempo a secondo degli ordini del capo,quelli SI

  5. ,quelli SI (continua) sono la vera casta, Ora non servono più chiacchiere, di promesse ne abbiamo fin sopra i capelli, BASTA CON LE BALLE, ORA SERVONO PERSONE CON LE PALLE!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *