Costruire con semplicità

Mercoledì, spazio a Mr. Baltic:

Il Post che ha dato il via a questa mini rubrica settimanale parlava della grande crisi del ’29 in America.

Un governo, con un’idea semplice, è riuscito a far ripartire un settore  trainante per l’economia: l’edilizia.

Un Paese come il nostro, fucina di menti geniali, in piena crisi congiunturale, non riesce ad avere una prospettiva oltre al domani.

Una casa “intelligente” o una ristrutturazione”intelligente”, possono essere soluzioni positive. Perché non snellire la burocrazia, togliere leggi inutili e d arcaiche, ripartire fotocopiando normative estere che funzionano e adattandole alla nostra cultura. Perché non mettere il cittadino in condizione di avere un tetto e nel contempo di ridurre le bollette?
Ogni nuova casa o ristrutturazione è produzione di lavoro per le aziende, ogni forma di  risparmio energetico si tramuta in maggior disponibilità economica per il cittadino e quindi maggior possibilità di spesa.
In Italia ci sono talmente tante leggi che creano solo confusione e rallentamenti cronici. Spesso sembrano redatte da persone senza esperienza diretta sul campo.
Una normativa semplice è più efficace.

Mr. Baltic

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

2 risposte a “Costruire con semplicità

  1. Nel nostro paese oltre alle leggi obsolete ci sono altri fattori di cui si deve tener conto,come la cementificazione abusiva su terreni a forte rischio sismico.Ma come al solito queste cose vengono superate da mazzette sottobanco e ovviamente con politicanti e prestanomi di mezzo!.

    • Buongiorno Gianfranco,

      la cronaca edile relativa ad abusi, connivenze, corruzione ecc. ecc è piuttosto ricca ahimè. So di ripetermi, ma credo che dovremmo o meglio, chi di dovere dovrebbe mettere il naso oltre confine e vedere perché in altri paesi queste cose non accadono. Certamente in grossa parte è colpa di noi cittadini che adottiamo il sistema delle conoscenza per evitare la “fila”. Penso che il vero problema sia legato alla mancanza di un’adeguata educazione civica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *