Se foste Letta…

E’ l’unico governo possibile, secondo la fortunata iniziale definizione di Giorgio Napolitano. E tuttavia l’esecutivo di Enrico Letta rischia di non trovare il bandolo della matassa. Non riesce a trovare i risparmi di quell’ 1 per cento della spesa pubblica che permetterebbero il congelamento dell’aumento dell’Iva e la sospensione dell’Imu.

Non riesce, almeno per ora, a rinegoziare con l’Europa.

Che fine farà questo Governo?

Che cosa, secondo voi, dovrebbe fare Letta?

Ne parliamo giovedì pomeriggio alla nostra consueta video chat delle 14,30.

DITE LA VOSTRA CLICCANDO QUI

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

33 risposte a “Se foste Letta…

  1. Se io fossi Premier andrei ad abbassare le tasse alle imprese e alle aziende, tal fatto porterebbe anche a maggiori assunzioni. Per quanto riguarda le entrate riaprirei le case chiuse. Anche durante il Fascismo c’erano e la Chiesa se ne farà una ragione. Altra questione importante è la minor burocrazia, siamo un paese dove per aprire una nuova attività hai bisogno di mille permessi è inaccettabile nel 2013 e per un paese occidentale come il nostro.

  2. Farei un decreto legge:
    ogni attività valorizzi il proprio magazzino, un inventario alla mezzanotte del 30 giugno 2013.
    Dal 1 luglio 2013 tutti i prodotti in vendita devono avere il prezzo dimezzato.
    Tutti gli stipendi dei manager pubblici e dei politici devono essere rapportati al 31 dicembre 2001
    Rifare il cambio pratico LIRA/EURO esatto.
    Solo in questo modo i salari riacquisteranno il loro potere d’acquisto.
    Ciò che l’Italia produce avrà il vero valore sul mercato nazionale e internazionale.
    La spesa pubblica si dimezzerà.
    e tutti gli italiani vivranno felici e contenti.

  3. Gli suggerisco di far fotocopiare la normativa fiscale americana (chiunque deve e può scaricarsi le spese), farla ben tradurre ed aplicarla immediatamente, dando così una spazzata a quella attuale che finora non ha fatto altro che produrre evasori, gli stessi che forse si potranno permettere di non pagare l’IMU sulla 1^casa qualora tale odiata imposta non verrà fatta pagare alle classi “meno abbienti”, cioé gioiellieri, carrozzieri, parrucchieri, medici, avvocati etc … con meno di 20.000 euro di reddito annuo: basta guardare le loro dichiarazioni dei redditi e metterle a confronto con quelle di operai ed impiegati. Mi chiedo: in che Paese viviamo?
    Dubbi e perplessità possono essere sciolti ascoltando l’unico personaggio che di questi tempi ha avuto modo e tempo di parlare di “fisco all’americana”: Bonanno della CISL !
    Si risparmierebbe tra l’altro quel denaro pubblico (non é poco) che é necessario per gli accertamenti fiscali dall’esito sempre incerto, facendo in modo che la polizia economico finanziaria del Paese si concentri solo ed esclusivamente sulle uscite, con controlli di spesa pubblica, a carico degli amministratori di enti e soggetti pubblici: si é visto quanto scandalo producano …

  4. Buongiorno.
    Il caro Letta, ha le ore contate, semplicemente perchè non si è dimostrato all’altezza dell’attuale
    situazione.
    Non ha il coraggio di tagliare sulla spesa pubblica, la paura di perdere consensi e di conseguenza
    elettori, ha gettato il ministro in un colossale indebolimento personale.
    In questo delicato momento, i tagli al servizio pubblico e di conseguenza a tutto l’apparato che le
    gira intorno è una cosa irrinunciabile.
    Troppa gente percepisce stipendi faraonici, senza merito e sappiamo tutti che la PA è la più grande
    sanguisuga che possa esistere è un pozzo senza fondo, dove i soldi non bastano mai.
    E’ palese che ci voglia una persona che, non guardi in faccia a nessuno e agisca di conseguenza.
    In secondo luogo dovrebbe sedersi al tavolo con i poteri forti dell’Europa e alzare la voce, senza
    remore o timori e chiarire una volta per tutte, la nostra posizione all’interno di un sistema obsoleto
    ancora prima di nascere.
    Stiamo pagando e questo è solo l’inizio, una strategia messa in atto dall’Europa, con il preciso e
    programmato intento di destabilizzarci e fino a ora mi sembra che ci sia riuscita nel migliore dei
    modi.
    Tutte le volte che i nostri politici decidono un aumento, la Merkel risponde che, bisogna continuare
    di questo passo e rientrare al più presto, perchè questa pressione nei nostri confronti ?
    Letta o chiunque sia, non avranno mai potere decisionale e saranno sempre schiacciati dal potere
    di Bruxelles e della UE, purtroppo è costantemente sotto i nostri occhi.
    Ci vuole una persona con attributi grossi come angurie e che, non si faccia mettere sotto da un
    sistema ottuso e totalitario.
    Purtroppo Letta ha dimostrato di non essere la persona giusta !!!!
    Cordialmente.

    Marco.

  5. Abolizione della Camera dei Deputati, abolizione delle province e riduzione delle Regioni a 9, studio del passivo del conto economico dello Stato ed abolizione immediata di tutte le voci “inutili”, con questo, a parte acquisire quel minimo di autorevolezza morale , troverebbe i miliardi per imu, iva e pagamento immediato dei debiti delle pubbliche amministrazioni…e poi, molto altro ancora…Può un pubblico dirigente guadagnare più di un milione e duecentomile euro l’anno???

  6. …PORTEREI LE TASSE OMNICOMPRENSIVE AL 25 % PER TUTTI E PER TUTTO E CHI NON PAGA GALERA A VITA…….POI ALLO STESSO MODO RUBERIE, SPRECHI, ASSENTEISMI NEL PUBBLICO IMPIEGO LO COMBATTEREI CON LA STESSA MONETA………..CON TANTO DI POSTER SULLE STRADE COME MONITO!!!

  7. ONORE hai NOSTRI due EROICI MILITARI DETENUTI IN INDIA:ONORE E CORAGGIO,due valori forti che si conquistano e ti distinguono tra tutti e tutto.Ecco quello che non hanno i nostri codardi politici non avere il coraggio di fare delle scelte anche sacrificando i loro (INTERESSI):tagliare tutti i loro super stipendi e rinborsi vari, tagliare le loro assurde pensioni,tagliare gli alti stipendi dei manager della PA,tagliare i piccoli comuni,togliere definitivamente i rimborsi elettorali,TOGLIERE il finanziamento pubblico hai giornali,tagliare le spese del Quirinale e di tutti i palazzi che contano,togliere il denaro pubblico alle scuole private,togliere il finanziamento alle TV sia statali che private,uscire da questa Europa Unita che di unito non ha niente etornare un paese LIBERO e SOVRANO INDIPENDENTE aumentando il valore della nostra vecchia LIRA e ristampare MONETA in CULO alla GERMANIA e alla Merkel.RESETTARE TUTTO e iniziare da zero:ma per farlo ci vuole CORAGGIO E ONORE cosa che i nostri politici non hanno;quello ce l HANNO solo gli EROI come i nostri militari.VOI SIETE SOLO DEGLI ESSERI SPREGEVOLI.

  8. Le mosse che deve fare questo governo a mio parere dovevano essere messe in pratica in altri governi precedenti a questo,cominciando finalmente con tagliare la spesa pubblica e con tagliare intendo un taglio epocale affinché tutti i soldi risparmiati vadano usati per impedire l’aumento sull’iva al 22%.Liquidità derivante da stipendi dell’intera casta che vanno tutti dimezzati e consulenze esterne a volte inesistenti o con motivazioni assurde!,passando poi sul capitolo tasse partendo dalle accise sui carburanti e gasolio che usato maggiormente per trasporti su gomma e anche marittimo;verificando il reale costo del prodotto da e prima della raffinazione e poi alle pompe di distribuzione.Riformazione totale del mondo del lavoro con crediti delle aziende da parte dello stato fatti in modo più rapido per facilizzare la circolazione di liquidità e così dando risorse necessarie alle imprese per assunzioni dando così inizio ad una catena produttiva benevola per il commercio generale con stipendi in linea europea.Così sarà l’operaio con il suo stipendio a far partire i consumi che senza il potere d’acquisto non dà la possibiltà di uscire da questa fase stagnante,ma tutto dipende dai tagli che fatti in maniera netta e decisa regolamentati da controlli periodici monitorando il tutto togliendo completamente il cartaceo e informatizzando una burocrazia obsoleta e mal gestita!.Ma credo sia solo l’inizio di un lavoro che porterà negli anni avvenire ad usare più bancomat o carte di credito in modo che ogni transazione sia certificata onde evitare così denaro fantasma,ma ripeto ancora che siamo solo alle prime cose più urgenti!.

  9. Se fossi Letta…
    me ne andrei zitto zitto senza fare altri danni, l’Italia ormai se l’hanno mangiata tutta i “nostri cari politici” senza nessuna distinzione, credibilità non ce ne più per nessuno!!! Il popolo italiano ha le tasche piene, incapace anche di reagire a differenza delle altre nazioni, quindi TUTTI a casa!!!

  10. La bellezza di guardare negli occhi la gente, deve dargli la possibilità di essere il DENTISTA di famiglia: il dente è da togliere, allora si toglie!
    Gli amici e amiche arriveranno in un secondo, terzo, quarto tempo – ORA SI FERMI L’EMORAGGIA..con TAGLI, TAGLI, TAGLI, TAGLI!
    Se ha paura: LASCI il suo incarico , se no sarà ricordato come un FINI_TO, RUTELLI, FRODI, BERTINOTTI ………
    Papa FRANCESCO ne è un esempio!
    Personalmente non ho votato per Lei, se continua così, MAI LA VOTERO’!

  11. a mio avviso dovrebbe, ridurre le spese e rivalutare tutto il patrimonio immobiliare dello stato basterebbe rivalutare gli affitti delle case dello iacp, per togliere definitivamente l’aumento iva.Inoltre bisognerebbe impegnarsi affinche ‘ in Italia sparisca il denaro contante e diventi obbligatoria come stanno facendo in altri paesi la moneta elettronica.Addio evasione e addio estorsione,pizzo, malavita, e tutt’altro.Qui ci vuole solo la buona volonta’ di fare e copiare.Poi se si volesse basterebbe copiare la spesa pensionistica spagnola, dove chi va in pensione puo’ ottenere al massimo una pensione netta di 3.000,00 euro e credo che si viva molto bene con una pensione del genere.Mentre da noi ci sono le doppie triple pensioni, senza quasi limite di reddito…e’ vergognoso….!!!

  12. dimezzamento immediato politici
    via 50% delle provincie
    via benefit parlamentari
    lotta vera agli evasori
    fuori dalla politica gente con condanne
    controllo a tappetto per finti poveri (molti sono spacciatori o lavoratori in nero o finti invalidi )
    rimodulazione tasse
    ps cose impossibile da fare in un paese come l’italia

  13. basta favoritismi ai dipendenti pubblici,io ci lavoro e il 50-70% di loro non fa niente,si continua afare il doppio lavoro in nero,si continua a fare la spesa durante le ore di lavoro,non si licenzia mai nessuno e ciliegina sulla torta i professori lavorano 18 ore a settimana……pensate ad un povero muratore che ne lavora 40 sotto il sole!!!
    basta vogliamo meritocrazia nel settore pubblico

  14. Letta quale? 😉 Ah, il Primo Ministro intendete?

    La mia speranza che sia il Primo Ministro dell’ultimo governo italiano di questi partiti politici, vinti dai loro privilegi e “governati” dalle banche e dai poteri forti in generale che hanno sconquassato la vita sociale della maggior parte dei cittadini, che ha letteralmente detuperato le ricchezze di questo Paese, portandolo sul loro del lastrico.

    Insomma, l’ultimo primo ministro di “questo tipo”.

    Adieu!

  15. ora,lui e tutti i comunisti al suo seguito stapperanno bottiglie di champagne(logicamente il + caro in commercio)via il berlusca,probabilmente aumenteranno l’iva al 23%

  16. Se fossi Letta, farei un giro nelle pubbliche amministrazione e lascerei a casa quelli che invece di lavorare sono a fare spese, bere caffè e altro per diverse ore al giorno, oppure usano il posto di lavoro come il loro ufficio personale per fare altri lavori (retribuiti). In questo modo già dal primo mese avrei recuperato un bel po’ di euro, farei in modo che tute le spese sopportate da ogni singola persona possa essere scaricata, in questo modo abbatteri l evasione senza inventarmi niente, ridurrei gli tipo di e/o i compensi ai vari politici, e anche questo porterebbe soldi nelle casse dello stato. Credo che con queste semplici operazione comincerei a dare un segnale positivo al paese.
    Certamente in una situazione come quella di questo periodo non cercherei altri soldi agli italiani, nelle forme più disparate.

  17. Primo su tutto ,Italia fuori dall’Europa e si torna alla lira stampata dallo stato …..
    secondo , stop a far entrare stranieri di ogni nazionalità , non c’è più lavoro , perciò quel poco che c’è è nostro e tutti quegli extracomunitari che sono senza lavoro , dato che ospiti in italia se da più di tre mesi senza lavoro, tornino al loro paese.
    stop a spese assurde vedi per aerei , per libia , per varie missioni , ora la priorità è salvare il nostro paese , non gli altri, prima noi , poi gli altri.
    eliminare da subito l’imposta assurda dell’ Iva , che serve solo a tartassare i private e favorire all’evasione gli industriali perciò ELIMINATA!!!
    Tasse alle imprese 15 % sul netto , le imprese è giusto che abbiano il loro guadagno non si può svenarle e imporre loro di chiudere !!!!
    pensioni minime a 1000 euro !!!!
    e ce ne sarebbero tante altre , ma secondo me facendo già questo l’italia si trasformerebbe in un oasi!!!!!

    A dimenticavo l’Italia è un paese con attrazione turistica forte , lavoriamo su questo con incentivi in tutta Italia trasformiamola in un attrazione turistica , con regole forti per trattare il turista in maniera perfetta e far si che torni , l’ITALIA sara meta mondiale !!!!

  18. C’è un modo molto semplice per abbassare i costi alle aziende, senza spendere un euro: basta semplificare la burocrazia di tutti gli adempimenti che devono fare (basta ricordare il numero di enti coinvolti e il numero di controlli che un container deve subire in un porto italiano, cosa che non esiste in alcun porto del mondo).
    È semplice ma difficile allo stesso tempo, dato che manca la mentalità e la voglia di farlo. Le norme italiane, e i loro regolamenti attuativi, sono pensate da menti contorte e obsolete. Bisognerebbe avere un comitato composto di gente “moderna” con potere di cassare le leggi e regolamenti che non siano semplici e di facile implementazione.

  19. Prima di tutto Letta dovrebbe portare tutti gli stipendi dei nostri politici alla media europea, dimezzare deputati e senatori, abolire i vitalizzi, mettere un tetto alle pensioni d’oro, massimo diecimila euro,eliminare gli stipendi ai senatori a vita tanto prendono anche la pensione. Portale le tasse alla media europea ,siamo in europa perchè non farlo?Diminuire le macchine Blu, e acquistare prodotti italiani e non BMW o Audi, fare un budget trimestrale delle spese dello stato con abbattimento del 2/3% E i soldi saltano fuori.
    Dimenticavo l’ultima di Letta riguardo l’IVA . Era stato deciso l’aumento nel 2011 ma si è dimenticato di dire che nel 2011 si parlava anche della diminuzione degli stipendi dei politici diminuzione dei parlamentari diminuzione delle province ecc.ecc.come mai quelle non le commenta.
    Letta gli Italiani anno quasi lo stomaco vuoto mentre il Vs. e pieno cosa aspettate, lasciate perdere le cazzate fate le cose serie che ormai siamo stanchi.Diminuite le tasseeeeee

  20. Abbassare le tasse, semplificare la burocrazia, la gente torna a spendere, le imprese tornano ad assumere, oltre a dimezzare i parlamentari, i loro guadagni e i loro privilegi e insieme a loro il numero esagerato di statali che abbiamo, snellendo ed accellerando i processi rendendoli piu’ equi.
    Credo che potrebbe funzionare, ma per noi, non per loro, quindi continueremo a cadere sempre piu’ in basso perchè anche questo governo penserà solo a loro e non a noi. Me ne scapperei all’estero domani mattina, ma una volta fuori dall’italia gli stranieri direbbero “ecco un altro italiano che non ha voglia di fare niente e vuole guadagnare tanto”… Certo, con l’esempio che diamo… non potrebbe essere diversamente. Povera italia e poveri noi

  21. Buonasera.
    Caro Enrico detto Letta,
    sai la gente or ti aspetta
    per capir fino alla fine
    dove andrà poi a finire.
    Se non stacchi sai il cordone
    dalla Merkel con passione,
    troverai un minestrone
    che si chiama delusione.
    Abbiam stretto un’alleanza
    con l’Europa è arroganza
    e pian piano capiremo
    e nel cul lo prenderemo.
    Caro Letta hai dobbato
    tu mi sembri un pò annebbiato
    e se palle non avrai,
    l’Italian sottererai.
    Spingi e grida caro amico
    fai sentire la tua voce,
    la paura non dà pace
    ma dal cuor deve venire,
    il tuo spirito migliore.
    Gli Italian stanno soffrendo e
    l’Europa maledicendo
    forse un giorno capiremo
    e pian piano ne usciremo,
    stretti stretti contro il muro
    per salvare il nostro culo.

    Cordialmente, Marco.

  22. SE SI VUOLE AVERE VERAMENTE UNA SOLUZIONE AL DEBITO PUBLICO BISOGNA TAGLIARE A COMINCIARE DAGLI STIPENDI DEI POLITICI ED A CASCATA DI CHI E’ SOTTO DI LORO POI TAGLIARE ANCHE LE PENSIONI D’ORO E NATURALMENTE CONTROLLARE LE SPESE DELLA POLITICA CONTROLLI D AFARE SEMPRE A CASCATA QUINDI COMINCIARE DALLO STATO E FINIRE AI COMUNI . CONTROLLARE A TAPPETO TUTTI GLI STRANIERI QUINDI CHI PUO’ STARE IN ITALIA BENE CHI NON PUO’ STARE MANDARLO A CASA ( che poi queste leggi ci sono già, basterebbe solo eseguirle )SE UNO STRANIERO VIENE ARRESTATO DOPO LA CONDANNA ESECUTIVA DEVE ESSERE MANDATO NEL SUO PAESE ( cosi’ si svuoterebbero le nostre case circondariali ) PERCHE’ GIA’ BASTANO I NOSTRI DETENUTI. I CONTRATTI DI LAVORO PER LE ASSUNZIONI DOVREBBERO ESSERE PIU’ SNELLI NATURALMENTE TUTELANDO IL LAVORATORE ED IL DATORE DI LAVORO ED I CONTRIBUTI DEVONO COSTARE MENO, AUMENTARE IL CONTROLLO VERSO I FURBETTI BENESTANTI TIPO LA IDEM CHE NON PAGAVA L’IMU O LA PAGAVA RIDOTTA O PAGANDOLA IN FORMA RIDOTTA … MA COME LA IDEM CE NE SARA’ A CENTINAIA ECCO CHE COSI’ SI POTREBBE LASCIARE FUORI DALL’IMU LA PRIMA CASA . COMUNQUE SI POTREBBERO TROVARE CENTINAIA DI SOLUZIONI PER POTERCI SALVARE IL CULO MA SI DEVE AGIRE PER IL BENE DEL PAESE E NON PER IL BENE DEGLI AMICI .

  23. Farei una leggere elettorale urgentemente, dove la gente possa scegliere i propri candidati, come quella del sindaco, magari con un ballottaggio in modo che si sappia chi a vinto e chi ha perso, poi subito al voto, tanto con questa accozzaglia di gente che fanno solo i propri interessi e quelli dei partiti, non faranno nulla di concreto solo propaganda come stanno facendo adesso.
    C’è bisogno di un governo che sia libero di decidere senza dover fare compromessi ogni giorno!!

  24. NOI ITALIANI POSSIAMO GRIDARE TUTTI INSIEME A GRAN VOCE MA NESSUNO CI ASCOLTERA’
    Anche se fossi Letta, con tutte le mie buone intenzioni per fare un cambiamento, sarei costretto a fare il burattino come è costretto farlo lui.
    Come potrei proporre un’iniziativa giusta che aspetta da tempo il popolo Italiano con intorno tutti quei strappa giacchetta. La maggioranza dei parlamentari non vuole il cambiamento radicale, per loro continuare così nel caos è tutta manna….. ma che duri così ancora per qualche annetto, noi siamo sistemati per vita nutural durante….. e le cose che vuole il popolo chi ce le fà fà!
    Ho scritto tempo fà sul blog del dott. BANFI:(Chi varca la soglia del palazzo si guasta subito, e….. sedendosi sulla poltrona……. aaah come mi sento fiorito…..) E noi da questi cosa possiamo aspettarci!!! Cordialmente Tonì.

  25. Io farei… Troppo facile rispondere senza essere li…. Il dramma del nostro paese e’ le grandi responsabilità a cui deve assolvere un governo che però non ha il potere per assolvere alle stesse.
    Serve una politica forte, autoritaria ed irrevocabile che riformi dalla base la politica fiscale ed economica del nostro paese… Io proporrei un aliquota unica secca al 35% comprensiva di imposte sul reddito e contributiva in quanto il debito INPS dello stato è un debito collettivo a cui devono contribuire i redditi di ogni genere senza esonerare rendite finanziare ecc….

  26. il posto di lavoro:-si divide in due (un operaio al mattino e uno al pomeriggio) così lavorano in due e si governa due famiglie…….

  27. a mio avviso il problema principale è che non in Italia non c’è produzione. Siamo invasi da prodotti asiatici che hanno il grosso vantaggia di poter produrre a basso costo (vedi costi manodopera e non rispetto di norme comunitarie e ambientali).
    Si potrebbero favorire le ns aziende creando un etichetta ITALIA che certifichi (realmente) che la produzione del prodotto che ne è etichettato sia eseguita nel ns paese. Tutti i prodotti con l’etichetta possono poi rientrare nei benefici fiscali delle detrazioni fiscali. Tale etichetta si potrebbe applicare a prodotti edili, agricoli, tecnologici, ecc
    Si otterrebbero i seguenti obiettivi:
    1) aumento di posti fi lavoro
    2) riduzione dell’evasione fiscale.

  28. Per una questione di giustizia sociale basta mettere un tetto alle pensioni d’oro dato che tutti hanno paura della corte costituzionale si alzi le aliquote irpef e mettere gli sgravi fiscali per chi lavoro così si colpiscono solo i pensionati d’oro.

  29. Se fossi in Letta mi dimetterei. Il ruolo affidatogli è troppo importante e non ha le competenze per ricoprirlo. Ricordo, a chi lo avesse dimenticato, che il signore in questione è stato ministro nei governi D’Alema e Amato con i risultati che tutti conoscono. Faccio inoltre notare che ha partecipato alle riunioni del Bilderberg (andatevi a leggere che cos’è e ne scoprirete delle belle). Improvvisamente gli Italiani, quelli con le bende agli occhi, che da decenni votano sempre allo stesso modo, lo scoprono salvatore della patria, colui che traghetterà il Paese fuori dalla crisi. Al momento non ha fatto nulla per gli italiani, ha solo rimandato decisioni importanti come l’abolizione dell’imu sulla prima casa, l’aumento dell’iva e i costi della politica, anzi di questi ultimi non ha mai parlato. Dov’è il cambiamento? E’ identico agli altri che lo hanno preceduto a cui è stato affidato un compito che non sarà mai in grado di svolgere.

  30. se fossi al posto di letta , mi toglierei dai piedi Alfano,, le fa ombra poi cercherei di fare quall’cosa di positivo per il paese prenderei coraggio ,eliminerei la casta le regioni le pensioni d’oro i senatori a vita le auto blu ,, tutti questi sprechi che vi sono da anni , prenderei coscienza che il popolo è allo stremo , è ha anche la possibilità di varare leggi , e non pensare di farne una per salvare il Berlusconi ,,, è poi al mio fianco cercherei di circondarmi delle persone pulite è non indagate …ecc…ecc… cercherei il dialogo con l’unica forza politica che ha vinto le elezioni da solo , perché vi sono dei punti molto interessanti le condizioni sociali del popolo che vi sono troppi diversità è poi la sanita le scuole tanti lavori ma che nessuno abbia il coraggio di prendere veramente la situazione si rinvia sempre, ma per cosa ….. grazie buon lavoro mario (samanaua)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *