Sfondiamo?

Lunedì scorso, in previsione della decisione di Bruxelles, di chiudere la procedura d’infrazione dell’Italia, ci siamo chiesti e vi abbiamo chiesto: ma non sarebbe meglio sfondare il confine del 3 per cento? Ottenere, cioé dall’Europa, quella deroga sui conti che hanno avuto Spagna e Francia?

E concordare subito un  piano d’investimenti pubblici per far ripartire occupazione e industria?

Stamattina il Corriere della Sera, con l’editoriale di Alesina e Giavazzi, ci dà clamorosamente ragione. “Per far questo”, scrivono i due economisti della Bocconi, “occorre negoziare con l’Unione Europea un temporaneo superamento della soglia del 3 per cento, in modo da poter ridurre subito le imposte sul lavoro”.

Vi aspetto alla video chat di oggi alle 14,30 per discutere i vostri commenti.

SEGUITECI E SCRIVETECI CLICCANDO QUI

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Una risposta a “Sfondiamo?

  1. Le imposte sul lavoro in Italia sono le piu alte di Europa!!!
    Così le aziende non assumono e si favorisce il lavoro in nero!
    Si parla sempre del lavoro per i giovani ma la fascia intermedia? Non esiste? Non viene calcolata?
    Ho 47 anni e molta esperienza ma con le leggi italiane mi posso pure suicidare che faccio un favore!
    Nessuno assume persone oltre i 30 anni!!! E si te metti in proprio le tasse sono superiori agli introiti!
    E’ una vergogna e denigrante per qualsiasi essere umano.
    L’Italia un enorme lager nazista! Sopprimiamo chi non serve, questo è il messaggio italiano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *