3 risposte a “Prodi al Quirinale? Rivedi la videochat

  1. VERGOGNARSI DI LOR STESSI E’ DIR POCO.
    Stamane annunciato un’altro suicidio di un datore di lavoro di un’impresa nel campo del mobile.
    Doveva diminuire dai suoi cento dipendenti una parte del suo personale per mancanza di lavoro.
    Il settantatreenne del nor est fatto da se, diceva che non si rassegnava al pensiero di licenziare padri di famiglia, giunto alla diperazione si è buttato dal ponte.
    Ma intanto lo stato dorme e continua a tardare, i partiti politici non mollano, continuano a non voler un presidente che non sia di parte, a loro interessa di più la casta, solo per questo si danno da fare, altro poco interessa. Giornali, televisioni tutti lì a commentare e far vedere i leader sconfitti e altri soddisfatti, è mai possibile che per eleggere un presidente che sia per tutti gli Italiani si deve arrivare così in basso. QUANTO CONTINUA ANCORA QUESTA SCHIFEZZA!!!

  2. Buonasera.
    Visto come stavano andando le cose, mi aspettavo il miserabile ritorno in campo di Prodi, ma per
    fortuna il Pdl ha innalzato un muro, salvando la faccia d’avanti al mondo intero.
    Ma aimè siamo in Italia e come al solito, non trovando una soluzione si torna al vecchio e ormai
    obsoleto sistema fatto da personaggi politici in via di ibernazione.
    Napolitano è senza dubbio un personaggio che ha servito questo paese, con devozione e tanta
    professionalità, ma purtroppo ha raggiunto un’età ragguardevole e in certi casi bisogna sapere
    appendere le scarpe al muro.
    Con questo non voglio dire che, la figura in questione non sappia rappresentare il nostro paese
    ma non mi ha totalmente convinto, negli ultimi mesi di presidenza.
    Forse un personaggio più giovane e combattivo, sarebbe da stimolo per questa manica di lecca-
    buste, colpevoli di menefreghismo collettivo e di abbandono totalitario delle responsabilità, verso
    un paese in continuo degrado e oramai fallito.
    Sono estremamente felice per le dimissioni della Bindi e di Bersani, personaggi ormai pronti per
    l’imbalsamazione e messi definitivamente in un museo di reperti storici.
    Da uomo di estrema destra, mi dispiace per Renzi, l’unico uomo capace di proporre idee nuove
    e socialmente a favore del cittadino, vicino ai problemi dei lavoratori e distante anni luce, dalla
    così detta casta.
    Un comunista che ha abbandonato la falce e il martello per il rinnovamento sociale.
    Purtroppo per la formazione del nuovo governo, vedo tempi ancora molto lunghi, la poltrona non
    è ancora delineata e la poltronissima se la stanno contendendo i peggiori parassiti in campo
    politico.
    Purtroppo il tempo è passato e gli artigli della Germania sono pronti a colpire, senza scampo per
    nessuno.
    Mi auguro un Presidente del Consiglio, che abbia gli attributi di dialogare con la Merkel in modo
    fermo e senza tentennamenti e sopratutto senza calare i pantaloni, come ha fatto una persona
    di nostra conoscenza.
    E cercare di capire una volta per tutte, quanto costa al nostro paese, la permanenza in Europa.
    Se i costi dovessero risultare troppo alti, fuori dai cog………..!!!!!!!!!.
    Un caro saluto a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *