Prodi

Dunque è scoppiata la contraddizione interna al Pd. Marini è stato impallinato, gli sono mancati almeno duecento voti. Tutti dal centro sinistra. Ventiquattro ore fa avevamo qui scritto che le opportunità di Marini erano legate alla prima votazione: con Vendola, Renzi e i giovani turchi contrari. Quando ieri alla Camera la portavoce di Bersani, Alessandra Moretti, ha annunciato che avrebbe votato scheda bianca, si è capito che non ci sarebbe stato niente da fare.

Ora non ci sarà più intesa col Pdl e con Berlusconi. E torna la candidatura di Romano Prodi, allo stato la più autorevole.

L’Assemblea del Pd ha approvato all’unanimità proprio la candidatura di Prodi con standing ovation finale.

Vendola ha annunciato il convinto sostegno di Sel.

Appuntamento alla videochat di oggi alle 14,30.

SEGUITECI E SCRIVETECI CLICCANDO QUI