Il nuovo Papa e ciò di cui abbiamo bisogno

Dunque ci siamo da domani i cardinali saranno riuniti in Conclave. Per scegliere il nuovo Papa. Ogni credente si sente coinvolto in un momento in cui la preghiera, anche quella dell’ultimo fedele, ha un valore particolare: rappresenta l’unità e l’invocazione dello Spirito Santo.

Il non credente sa che i destini della Chiesa riguardano anche il mondo, per scristianizzato e lontano che sia dalla fede. Ieri ho offerto (e la potete riascoltare qui) come spunto di riflessione un’intervista col presidente della Fraternità di Cl Julian Carron. E’ interessante perché riporta ad una dimensione radicale della questione.

La Chiesa non deve vergognarsi di Gesù Cristo, che è quello che abbiamo di più caro. Ed anche quello che ognuno cerca per la sua personale felicità.

Dunque giovedì nella consueta videochat, parleremo di questo.
Tempi del Conclave permettendo. La domanda è: di che cosa secondo voi ha bisogno la Chiesa oggi?

Aspetto i vostri commenti.

DITE LA VOSTRA CLICCANDO QUI

Vi aspetto.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

9 risposte a “Il nuovo Papa e ciò di cui abbiamo bisogno

  1. che dia TUTTE le sue ricchezze ricevute da poveri “illusi”…che speravano di avere un paradiso anche da chi non aveva nessuna garanzia con la “scusa” della confessione e assoluzione…al terzo mondo già troppo sfruttato , case; lavoro e aiuti ad ospedali e anziani troppo umiliati perchè non possono difendersi e costretti ad andare ai “secchioni”a raccogliere avanzi! Qui’ do’ ragione al Papa quando ha detto “penso che DIO stia dormendo”…Non si vedo giustizia da nessuna parte il MALE stà vincendo???Tutto dipende da noi diventati parassiti “pecore” perse ignoranti passivi indifferenti VIOLENTI! Ci sono troppe parole e neanche pochi fatti e quei pochi fatti male .Mi sono tasferita vicino Assisi amo quei luoghi e le idee del Santo…Ma sia il Cristo che altri esempi dopo di LUI vedo non sono serviti a nulla -anzi-solo a chiedergli “grazie” magari non meritate.Sono convinta che la Chiesa occulta verità su le nostre origini e altro approfittando del suo Potere !

  2. Ho menzionato la parola FEDE nelle domande fatte al dott. banfi perchè secondo mè la chiesa ne ha perso il vero significato,ora contano politica,soldi e potere.Ma all’inizio non c’era tutto questo e bastava quella parola per avvicinare le persone che credevano in essa,si aprivano porte che ora manco si smuovono!.Ecco il mio obbiettivo che dico al nuovo papa………………….che il suo compito sia di far avvicinare la gente con trasparenza e FEDE tutto quì!!!!!!!!!!!!!!.Niente vesti d’orate niente di niente e soltanto con la vera parola di FEDE,perchè il vangelo è stato scritto e riscritto ma dall’uomo non più da dio e perciò è da li che bisogna ripartire……………….dall’inizio!.Poi ognuno avrà le sue opinioni ma la mia è questa e attendo nuove idee e anche critiche e sò che ne avrò molte ma io ho parlato con il cuore!.GRAZIE.

  3. La Chiesa cattolica è arrivata al capolinea, mi piacerebbe dire di cosa non ha più bisogno: del sistema gerarchico/dogmatico che ha abilmente costruito, del clericalismo e dei carrieristi di cui è circondata, di una banca come loi Ior e i suoi metoti speculativi attuali, di un Papa inteso come “Alter Christus”: di Maestro c’è solo Gesù Cristo e lo sa fare molto bene ( lo ha dimostrato a fatti ), non ha rinunciato.
    Io stimo il Papa emerito Benedetto XVI, ma ha rinunciato, Gesù Cristo non lo avrebbe fatto; con tutta la teologia che ha studiato possibile che sia arrivato ad una soluzione così grave e inconcludente?
    Il Papa che vorrei ? Un uomo tra gli uomini che ama la sua gente. Tutto qui. Non è difficile, eppure quando si mette in gioco un potere spirituale o temporale tutto si complica e degenera. La chiesa non deve rappresentare un potere, questo è veramente “diabolico”. Vivere il Vangelo è tutto, ed è la cosa più difficile, perchè non ci crede più nessuno? L’antitestimonizianza per antonomasia è parlare di Dio e fare l’opposto nella propria vita, la testimonianza per antonomasia è aderire totalmente all’amicizia di Gesù Cristo nella propria quotidianità. Come? Vivendo il Suo Vangelo. Creando “fraternitas” come fece Gesù con i suoi. Non è difficile se si crede di poterlo realizzare. Ecco la Chiesa che mi aspetto. Che Dio parli al cuore di quanti sono chiamati realmente a fare la Chiesa oggi.

  4. Buongiorno.
    Prima di tutto dobbiamo capire a cosa serve un papa, nella Bibbia non trovo una sola frase che sia
    a favore e alla creazione della chiesa, vista come una multinazionale o peggio ancora come una banca che gestisce i soldi che arrivano da chissà dove.
    Gli scandali che hanno colpito la Santa Sede, sono stati molto pesanti e sotto sotto non sono stati
    risolti, sembra che oltre una certa linea non si possa passare.
    Sappiamo tutti che nel Vaticano regna la corruzione, la maggior parte dei cardinali ha uno scheletro nel cassetto, connessioni con la mafia, pedofilia, soldi ripuliti, mandanti di vari omicidi e
    chi ne ha, più ne metta.
    Vorrei tanto capire, cosa ne pensa Dio di questa misfatta.
    Pochissimi papi sono stati veramente umili e hanno eroicamente ricoperto l’incarico di uomini di
    chiesa, pregando per l’umanità e aiutando i più deboli, tutto il resto è solo fuffa.
    La chiesa ha ancora poco tempo di vita e se non capirà che il malaffare deve scomparire, sarà
    spazzata via nel peggior modo possibile.
    Sono ateo e se devo essere sincero, l’insegnamento che ha dato e stà dando la chiesa in questo
    momento, mi fà rabbrividire, rispettiamo il Vangelo e la Bibbia, ma non dimentichiamoci di foraggiare lo IOR.
    Ho sentito dire che un quarto dei tesori Vaticani, risolverebbero la fame nel mondo.
    Se questa notizia è vera, trovo giusto che il Vaticano sparisca dalla faccia della terra.
    Saluti a tutti.

  5. Innanzitutto volevo chiarire il significato della parola Chiesa.
    Con “CHIESA” non si intende il Vaticano o solo i consacrati ma tutti i cristiani battezzati, perchè da tutti questi è formata la vera Chiesa, il corpo mistico di Cristo.

    Quindi la CHIESA di oggi, ha bisogno di quello che ha sempre avuto bisogno un discepolo del Cristo ovvero:
    -CARITA’
    -UMILTA’
    -FEDE
    -OBBEDIENZA

    In occasione del Conclave sono certo che venga eletto un Papa che rispetti queste caratteristiche come sicuramente le avevano i suoi predecessori. In più a loro però mi aspetto che il nuovo Papa si faccia rispettare dai suoi uomini più vicini ESIGENDO da loro le stesse caratteristiche.
    Non permettendo che accadano più episodi di SCANDALO da parte delle persone che più dovrebbero rappresentare il Vangelo. Ma formare meglio i sacerdoti di oggi che sempre più spesso non sono preparati al loro lavoro.

    X rispondere ai commenti precedenti:
    X Andrea Rodolfo Schaivi: A Benedetto XVI, bisogna soltanto dire grazie per il suo pontificato e per la sua rinuncia che non è altro un grandissimo gesto di UMILTA’ riconoscendosi non più adatto alla sua carica facendo in modo che una persone più giovane e quindi con maggiore polso prenda il suo posto,
    X solidhea: Ma quando mai il Papa ha detto “penso che DIO stia dormendo” non è assolutamente vero. ma su una cosa hai ragione “Tutto dipende da noi” se vogliamo cambiare la CHIESA , il mondo e questo paese, COMINCIAMO A CAMBIARE NOI STESSI, guardando dentro di noi e tirar fuori le virtu del cristiano vero.

    OVVERO:
    Dal Vangelo secondo Marco 12,28b-34
    In quel tempo, si accostò a Gesù uno degli scribi e gli domandò: “Qual è il primo di tutti i comandamenti?”. Gesù rispose: “Il primo è: Ascolta, Israele. Il Signore Dio nostro è l’unico Signore; amerai dunque il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta la tua mente e con tutta la tua forza. E il secondo è questo: Amerai il prossimo tuo come te stesso. Non c’è altro comandamento più importante di questi”

  6. La CHIESA HA BISOGNO di “pulizia interna”( pedofilia, cosche cardinalizie). La Chiesa HA BISOGNO, o meglio, DEVE ricordarsi dei preti missionari che talvolta hanno calze bucate e abiti sdruciti e vivono nell’indigenza e povertà talvolta assolute pur di aiutare i bisognosi che a loro si rivolgono nelle zone piu’ remote della Terra. La Chiesa NON ha bisogno di disporre di un patrimonio immobiliare valutato, forse per difetto, 4 miliardi di euro. La Chiesa HA BISOGNO DI ESSERE ED APPARIRE SOBRIA . I giorni del Conclave, nelle sue fasi organizzativa e di gestione, non soddisfano a mio parere questo requisito. La Chiesa NON si deve dimenticare o ignorare che migliaia di preti titolari di parrocchie non metropolitane vivono della carità dei migliori parrocchiani che offrono loro quotidianamente i pasti e si prestano a lavare,stirare e rammendare i loro abiti.

  7. è necessario che NON segua solo il magistero cattolico ma che
    segua la Parola di Dio, ciò che Cristo ha insegnato,
    come per esempio ciò che Le Sacre Scritture dicono sui Vescovi
    nel Vangelo di Primo Timoteo capitolo 3 versetti da 2 a 5:
    “bisogna che il vescovo sia irreprensibile, che sia SPOSATO una sola volta, sobrio, prudente, dignitoso, ospitale, capace di insegnare, non dedito al vino, non violento ma benevolo, non litigioso, non attaccato al denaro. Sappia dirigere bene la propria famiglia e abbia FIGLI sottomessi con ogni dignità”

  8. CI tenevo anche a dire riguardo al papa se avrebbe il coraggio una domenica a quella finestra con il suo microfono di leggere ulcuni passi della bibbia (la parola di DIO) tipo esodo 20 dove si trovano i comandamenti che ha lasciato che dicono
    IO SONO IL SIGNORE DIO TUO
    NON AVERE ALTRI DEI OLTRE A ME
    NON FARTI SCULTURA NE IMMAGINE ALCUNA DELLE COSE CHE SONO LASSU’ NEL CIELO O QUAGGIU’ SULLA TERRA
    NON TI PROSTERAI DAVANTI A LORO è NON LI SERVIRE PERCHE’ IO IL SIGNORE,IL TUO DIO SONO UN DIO GELOSO…
    allora che mi dite di fronte ha questo?
    grazie…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *