Come far ripartire la crescita? Oggi alle 14:30 la videochat

La clamorosa, inaspettata, rinuncia di Papa Ratzinger, l’inchiesta penale su Finmeccanica, l’apertura dell’Europa ad allentare la morsa dell’austerità… ci sarebbero tanti argomenti di cui parlare.

Ma certo oggi partiremo dalla domanda che ci siamo posti lunedì e che tanti commenti ha suscitato: come far ripartire la crescita? I vostri commenti sono molto interessanti e mettono in luce che si tratta di una ferita aperta, avvertita da tutti.
Non solo dai lavoratori dell’edilizia che ieri hanno manifestato a piazza Affari, a Milano, in quella che hanno chiamato “La Giornata della Collera”.

Di collera per la crisi ce n’è, ahimè, in giro parecchia.

Ci vediamo oggi pomeriggio alle 14:30: SEGUITECI CLICCANDO QUI

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

3 risposte a “Come far ripartire la crescita? Oggi alle 14:30 la videochat

  1. Ho lasciato I talia 3 ani fa .ora vivo in Norvegia con i miei figli e mia moglie.Anche se e stato molto difficile al inizio .Vivo cose che in Italia ne menno gli sognano .perche gli norvegesi hanno una cosa che italiani non lo avrano mai epoi mai , semplicisima ,ma che fa de lla Norvegia il paese nr 1 dell mondo come tenore di vita .E coscienza. Ditello agli italliani.qui sono fieri di pagare le tasse ,e questo il secreto.oltre alla clase politica onesta, e tutto il sistema diverso e funziona.Qui non puoi sbagliare ,non puoi innganare,non puoi trufare ,perche non ti lasciano fare .il resto arriva da se.
    Grazie.

  2. Come far ripartire la crescita? Scusa dottor Banfi, da come ci spiega ora il signor Berlusconi mi sembra che per lui è tutto facile, ma non capisco il perchè abbia fatto perdere più di un anno agli
    Italiani, poi ha sempre appoggiato e votato tutte le riforme del professorino che giudica ora. Prima
    il governo Monti era giusto ciò che faceva, ora dopo fatto è tutto sbagliato tutto da rifare.
    I sacrifici chiesti l’anno scorso per salvare l’Italia sembravano una tantum, ora continuano e dove
    siamo? La crisi continua e come! Il professore dice se sarà eletto ritoccherà dei provvedimenti da
    lui fatti,(le tasse le ho sempre viste aggiunte, mai tolte,) ha imparato bene il mestiere di politico ha
    anche imparato a criticare gli avversari, e non dire mai ho sbagliato!
    Ho scritto in un suo blog precedente che: come si varcava la soglia del palazzo, da subito erano guastati, valeva per tutti gli eletti, ora, vale anche per quest’ultimo arrivato anche se non eletto.

  3. QUESTI FALSIFICATORI,GLI DOBBIOAMO TOGLIERE IL MALTOLTO E MANDARLI TUTTI A CASA O IN COLLEGIO,SONO ANDATI AVANTI CON GLI INCIUCI E GLI ACCORDI SOTTO BANCO,
    AVANTI GRILLO,NON TI FARE INGABBIARE I LAVORATORI SONO DALLA TUA PARTE.DEVI RIPULIRE
    COMINCIANDO DAI BUROCRATI MINISTERIALI,CHIEDERE LE REGIONI CHE SERVONO A FARE AFFARI,LE PROVINCIE E FAI LAVORARE LA FINANSA E LA MAGISTRATURA….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *