Ma davvero la tv è il male?

Beppe Grillo ha criticato molto pesantemente una consigliere comunale di Bologna del suo Movimento 5 Stelle, Federica Salsi, perché ha accettato l’invito di Giovanni Floris, esattamente una settimana fa a Ballarò. La forma della critica (l’accenno al Punto G, misterioso ricettacolo del piacere femminile) ha suscitato molte reazioni negative.
Se fosse stato un uomo il militante da criticare, Grillo avrebbe forse tirato in ballo l’orgasmo? E poi, polemiche sul maschilismo a parte, è davvero così grave parlare ai talk show televisivi?
Non lo diciamo per difendere la categoria e il mezzo, ma perché la polemica di Grillo contro i mass media sembra rivelare una difficoltà ad accettare il dialogo, il confronto.

Il più forte partito di opposizione (e di protesta) ha dei problemi con la democrazia?

DITECI LA VOSTRA
Mandateci i vostri commenti cliccando qui

Ne parliamo giovedì nella nostra videochat in diretta.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

28 risposte a “Ma davvero la tv è il male?

  1. Problemi con la democrazia ? Grillo forse li avrà anche, ma se la democrazia significa casta, privilegi, sete di potere, denaro e ruberia, ben venga Grillo, peggio di questi di sicuro non puo’ far. E i fatti e le sue profezie si stanno avverando, non deve sforzarsi neanche piu’ di tanto a distruggere i partiti, visto che, tra scandali e ruberie di ogni dove, si stanno distruggendo da soli …

  2. E’ strano sentirlo dire ad uno che deve la sua popolarita’ alla televisione dove ha mangiato per decenni. Forse quello che fa paura e’ andare in televisione e rispondere a dei quesiti senza avere il copione pronto essendo abituati a dire solo cose preparate ( non da Grillo sicuramente ma da chi finanzia tutto il movimento ) e non essere abituati a confronti aperti in quanto la popolarita’ se la sono creata solo con dei monologhi fatti di insulti verso tutto e tutti.Penso che ognuno di noi sarebbe in grado di avere popolarita’ apparendo in TV e insultare tutti i politici. Non lo ho mai sentito dire che rinuncia ai soldi dei rimborsi elettorali, anzi, risulta essere il primo partito che ne abbia fatto richiesta battendo tutti sul tempo. E’ uno che pensa di essere la perfezione…ma occhio che prima o poi la ruota gira: ricordiamo Di Pietro quando criticava Berlusconi quando diceva che contro di Lui c’era accaniomento politico giudiziario? ora che le cose capitano a lui……………

  3. Grillo ha ragione, purtroppo ultimamente i media fanno apparire le cose come vogliono e la tv e’ ridotta ad unaspazzatura…

  4. Penso che sia corretto stare lontano dai talk show, la tv è strumentalizzata e anche le trasmissione a sfondo politico (ce ne sono pure troppe) alla fine fanno tanta fuffa e poco arrosto…meglio essere più concreti…

  5. credo che persone come Beppe Grillo siano da AMMIRARE e mi viene da dire “ce ne’ fossero cosi” dove invece siete tutti “Conigli”. Lui ci mette la faccia oltre che la grinta per un cambiamento e credo che gli si debba dare credito per quello che in parte sta succedento negli ambienti politici e dei partiti.

    Per quanto riguarda le critiche di una consigliera in una trasmissione televisiva credo e penso che siano giuste, dove sono convinto che x il bene del paese si debba “lavorare” e non continuare a fare trasmissioni politiche dove non si parla di niente e lo si’ fa sempre in tono negativo dove la gente ormai e’ stanca anche di questo.

    Elogiate anche il poco di buono che esiste e che si fa’ e da li creare un futuro migliore x tutti
    non sempre a puntare il dito su “quello ha fatto questo e quello ha fatto quest’altro”
    VAFFANCULO ITALIA ! dove e’ pur sempre una bellissima nazione ma e’ una VERGOGNA x come l’avete ridotta e ve lo dice un Italiano che vive all’estero…

    In tutto quello che ho detto non ho espresso un pensiero politico, dove credo che TUTTI INSIEMer si debba lavorare x il bene comune che poi diventa beneficio.

  6. E’ palesemente inutile confrontarsi con la classe politica di oggi.
    Ritengo GIUSTE le motivazioni di Grillo che negano la possibilità di confronto….
    Ma poi con chi dovrebbe avvenire il confronto? con chi ci ha portato alla rovina?
    La classe politica ad oggi non ha ancora ammesso i loro sbagli e negligenze.
    BASTA

  7. La ty non fa male, se però chi la conduce e chi è presente non siano faziosi. Il punto sta che ormai siamo stufi di sentirsi dire le stesse cose. Per quanto riguarda Beppe Grillo, non capisco perché abbia paura della televisione dato che ha fatto parte per tanti anni anche se da comico. Non penso che un personaggio carismatico come lui abbia paura di affrontare un talk show. Sta girando per le piazze a far campagna elettorale se così vogliamo dire, però cominci anche a venire qui nel nord est a presentare il suo programma se c’è l’ha.

  8. Sono d`accordo con Grillo e con le critiche che rivolge a chi invece partecipa ai T.S. Se la scelta del M5S e` quella di rimanere lontano dalle telecamere, questo va fatto. Diversamente si e` liberi di aderire a qualche altro movimento/partito….aria aria.. Se c`e` una regola (condivisibile o non condivisibile ) questa va rispettata. Saluti e in bocca al lupo.

  9. Grillo non vuole che i suoi militanti vadano in TV perchè ha paura che qualcuno gli rubi il posto di comico e così gli toglie i 20mila euro a serata che prende per fare i comizi. Comunque un posto come giullare da berlusconi lo troverà sempre …..

  10. Non è questione di democrazia,ma di rispettare le regole del Movimento;ho votato 5 stelle anche per questo e non capisco perchè la Salsi se ne freghi così; se voleva fare salotto in televisione si doveva iscrivere al PD

  11. Ha pienamente ragione!!!
    La TV è controllata e gestita da politici e quindi faziosa. Dicono quello che vogliono e fanno apparire quello che vogliono! (vedi canale 5 di domenica con dei veri politicanti a confronto con Flavia Vento!!!! e non dico altro!!! i M5S è apparso come un gruppo di folli capitanato da un comico … e non come un movimento apolitico che vuole mandare a casa TUTTI i politici e cancellare TUTTI i loro privilegi per far respirare noi lavoratori e piccoli imprenditori che ci sudiamo i soldi che abbiamo (pochi o tanti che siano!)

    Proprio perchè ha fatto parte della tv per molti anni sa come funziona e da chi è gestita, difatti è stato “tagliato fuori” da quel mondo anni addietro per i discorsi scomodi che faceva (anti-politica già ai tempi, messa sul comico ma TROPPO tagliente e pungente per il gusto di chi ci governa oggi come ieri! Fastidioso per chi ha TANTO da nascondere!)

    Il programma ce l’ha eccome!!! Basta andare sul sito del movimento per vederlo e leggerlo con tutta calma.

  12. Vietati i Talk show. Non è difficile capire il perché. Quando non si ha nulla da dire è meglio rimanere lontani dai riflettori eccetto il “CAPO” che è abituato ai media. Saranno anche facce pulite, persone per bene ma per il momento dal loro CAPO ho solo sentito NO, NO, NO,NO,NO…. Non ho ancora sentito un progetto un’idea di come organizzare lo stato, la politica interna e quella estera, la politica industriale e sociale. Nulla… solo divieti per puritani e slogan che non portano da nessuna parte. Ho letto parte del loro programma su Internet, belle parole, buone intenzioni ma niente di più. Sono certamente i più presentabili ma non basta se non riescono ad esprimere quanto prima un leader rappresentativo, che non è Grillo, un leader con una visione d’insieme con una progettualità sia nazionale che nel rispetto degli accordi internazionali. Peccato

  13. Grillo ha ragione! Saranno i fatti a contare e non certo le parole dette in TV per farsi della pubblicità personale. Di parole e promesse, strombazzate e vane, ne abbiamo sentite troppe.

  14. giusto ,stesse facce da sempre con l’alibi di informare si vedono le stesse facce si ascoltano le stesse parole,deve finire,la resa dei conti è vicina.deve finire che i soggetti inutili ,vermi ,parassiti ,ladri abbiano dominato la nostra nazione.

  15. Ha pienamente ragione ,,,
    cosa ci vanno a fare in tv sono tutti pilotati è poi sono anche dai male educati intervengono quando uno parla gridano si offendono ( ho meglio dire si sputtanano ) è quale insegnamento possono dare questi personaggi dai conduttori ecc…ecc… è poi non parliamo dei politici che sentiti loro hanno lavorato per il bene del paese , ma nessuno di loro ha detto per il bene del paese ELIMINIAMO LA CASTA , CHE SEREBBE un enorme aiuto in questo momento di crisi ,, è poi creata da loro , che sia il PD PDL UDC LEGA L’ITV HANNO TUTTI UN PROGRAMMA ma quale ….che li sento io è 30 anni che sento dire le stesse cose , percio di programmi non c’è ne sono ,,MA leggetevi il programma del M5S è poi lo confrontate prima di criticare IL m5s datevi un regolata che è un movimento serio non come quelli che ci anno governati per tanti anni .
    grazie Grillo vai avanti cosi è non allearti con nessuno il mio voto e quello della mia FAMIGLIA LI HAI MARIO

  16. Ormai il caos è totale: sono forse agnellini alcuni giornalisti della carta e della tv? ed i giudici ed avvocati fanno veramente Giustizia o applicano le leggi,già non sempre giuste, con loro interpretazioni? e brutto, bruttissimo dirlo, ma ora l’italia ha bisogno di un tiranno despota che faccia piazza pulita, poi, speriamo la resurrezione.

  17. Buonasera.
    Prima di giudicare Grillo,voglio vederlo all’opera,già il fatto che voleva allearsi con Dipietro,la cosa
    suonava molto male,per fortuna ieri ha detto che l’onorevole è solo suo amico e che,non ha nessuna intenzione di allearsi con lui.
    Il fatto che,non voglia che i suoi uomini vadano in televisione,può essere un fatto positivo,niente
    pubblicità e lavorare sodo per il bene del paese.
    Diamogli una possibilità,vediamo dove ci porterà,penso che peggio di così non si possa andare.
    Voglio fare una piccola riflessione sù quello che è successo in America,Obama è stato riconfermato
    per altri quattro anni e su questo niente da dire.
    La cosa che mi ha fatto impressione è un’altra,lo sconfitto Romney durante la conferenza stampa
    ha augurato un buon lavoro a Obama e lo ha elogiato a far bene per il paese.
    I nostri politici parassiti e delinquenti legalizzati,dovrebbero imparare cosa vuol dire perdere le
    elezioni e non scagliarsi uno contro l’altro,senza pensare che quello che stanno facendo,non fà di
    certo bene al paese.
    Ancora una volta una lezione di bon ton a un gruppo di politici che,pensano di governare un paese
    infinitamente più piccolo degli Stati Uniti.
    Quando i nostri parassiti,impareranno a fare politica,forse il nostro paese andrà meglio.
    Cari pagliacci e ladri,meditate,meditate.
    Saluti a tutti quelli che credono nel nostro Belpaese.

  18. Buonasera.
    Un’appunto sulle televisioni,conduttori pagati dai partiti,burattini guidati dal potere che tira i fili.
    Giornalisti che,in trasmissione tolgono la parola all’intervistato,qualora dica qualche cosa che non
    và.
    L’esempio più ecclatante era Maurizio Costanzo,se non eri gay,non avevi voce in capitolo.
    Purtroppo in Italia,televisioni veramente libere non esistono,oggi le più grosse società d’informazione devono giornalmente far vedere e sentire notizie di cronaca nera,altrimenti più
    nessuno guarderebbe certe schifezze di programmi.
    Abbiamo bisogno di una dose giornaliera di sangue e le televisioni lo hanno capito da tempo.
    O passere al vento o cronaca nera,questa è la merda che giornalmente ci passano.
    La cosa che veramente fà ridere è che li chiamano programmi culturali,in alcuni casi,paghiamo
    anche un canone.
    Porta a porta ?
    La porta la devi chiudere e non devi più aprirla.
    Saluti.

  19. @ Paola , Il problema non è avere un programma ma sapere come portarlo a compimento !
    Ecco che quindi la cosa diviene molto piu’ complessa. Sono 30 anni che i politici si riempiono la bocca di belle parole e splendidi programmi ma guardacaso il paese è in rovina …

    Quindi non fermarti al fatto che sul sito di beppe grillo ci sia un programma perchè vale come il due di coppe quando comanda bastoni , inizia a preoccuparti di come farà a realizzarlo !

    E in questo c’è solo tanta ma tanta nebbia.

    Infine parliamoci chiaro se questa gente non sa tenere un testa a testa con una persona in tv cosa farà quando dovrà confrontarsi con l’intero paese ?

  20. Vorrei far notare la differenza nei modi di esprimere la propria opinione nei commenti precedenti. Chi è a favore di Grillo usa toni civili educati e sintetici. Soprattutto non offensivi. Chi è contro Grillo usa toni tipici dei Talk show e utilizza parole offensive ed esagerate nei confronti della persona (giullare ecc..) e non nei confronti del politico. Tutto torna… Ma tranquilli i vostri miseri interessi personali saranno presto spazzati via… e sperate che Grillo vinca perchè è l’ultima chance… dopo ho paura che ritorneranno in giro le armi!

  21. Buongiorno.
    Ormai il caos è totale,caro Gianni il tuo titolo lo condivido al 100%.
    Questo paese non ha più una guida carismatica e onesta è allo sbando,tutto è corrotto,il sistema
    si è rotto,le istituzioni che dovrebbero garantire l’armonia di un popolo sono ormai sparite.
    Regna sovrana l’anarchia,ognuno fà quello che vuole e quelli che delinquono,immancabilmente
    vengono lasciati in libertà da una giustizia malata di protagonismo.
    La famiglia è letteralmente stata distrutta da assistenti sociali infermi di mente,che invece di aiutare la famiglia in difficoltà,trova più facile portare via i loro figli e darli in adozione.
    La Costituzione afferma che il nostro paese è principalmente basato sul lavoro,alzi la mano chi
    in questo momento stà lavorando nel modo giusto.
    Sono d’accordo che a questo punto ci vuole un governo dittatoriale che sistemi per bene le cose.
    Non dovremo scandalizzarci se,lascerà dietro di se un numero imprecisato di morti,un paese per
    rivendicare i popri diritti (la storia ci insegna) deve saper lottare anche con le armi.
    Spesso mi chiedo se questo governo,non sia già una dittatura e se questa crisi mondiale,non sia
    stata studiata a tavolino.
    Saluti.

  22. Buongiorno.
    La Grecia stà dando una lezione al mondo intero.
    Rispetto all’Italia, l’economia ellenica è un fazzoletto in un oceano, eppure il popolo stà dimostrando che bisogna lottare contro i politici che per anni, hanno rubato e corrotto il sistema.
    Nonostante tutto stanno dimostrando di avere gli attributi per combattere contro lo stesso.
    Nussun paese al mondo pùò e potrà mai fermare una rivolta popolare,il popolo è sovrano e tale
    deve rimanere.
    Sono convinto che basterebbe una rivolta popolare e pacifica, cinque milioni di persone che bloccano il paese, risultato: black out e game over.
    Cari Italiani meditate. convintissimo che non succederà mai, siamo un popolo senza attributi.
    Se dovesse succedere, lo faremo per dare un futuro migliore ai nostri figli.
    Un caro saluto.

  23. Caro Grillo meno male che sei arrivato, fai bene a vietare la tv ai tuoi, la tv è sede di ciarlatani calunniatori arrivisti. Vinci le elezioni e mandali tutti via questi ladri incompetenti e leccaculo. Batti sempre il chiodo della disoccupazione e trascura i problemi dei gay. Auguriiiiiii…….

  24. i talk show taliani fanno schifo nel 99% dei casi,telerisse,conduttori faziosi che fanno parlare solo chi vogliono loro interrompendo continuamente che non porta uil dibattito sui binari da loro scelti (e dai loro partiti di riferimento).questo grillo dovrebbe combattere,non vietare ai suoi (qualora fosse possibile)di illustrare ai cittadini i programmi del suo movimento 5 stelle (a proposito,ho letto una sottospecie di programma di tal movimento su internet…supera di gran lunga,in comicità, il suo leader)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *