Il paradosso di Grillo

Le elezioni regionali siciliane sono un punto di svolta della storia politica italiana. Ieri è finita la Seconda Repubblica. E’ sempre stato così. In Sicilia si vive prima quello che dopo accadrà in tutta Italia. La prima Repubblica nasce anche sul sangue di Portella della Ginestra nel 1947. La seconda comincia, in certo senso, con l’omicidio di Salvo Lima nel marzo 1992 e poi con la strage di Falcone e degli uomini della scorta nel maggio seguente.
Grillo e il suo Movimento 5 stelle hanno quasi raggiunto il 20 per cento, primo partito dell’isola e forse presto anche dell’Italia. Nessun altro partito o schieramento è in salute. Sono tutti molto deboli, compresi i due “vincitori” ufficiali, Pd e Udc. Ma che significa tutto questo?

Grillo oggi è come l’Msi di Almirante nella prima Repubblica. E’ dentro il sistema ma è fuori di esso. Si mangia tutta la protesta (compresi Sel e Di Pietro) e spinge gli altri, tutti gli altri partiti rimasti all’inciucio e all’ammucchiata. Insomma Grillo è il nuovo spread.
“Costringe” a cose tipo Governo Monti. E dunque finisce per alimentarsi: grida contro l’Euro, la Merkel, la Bce, le tasse e il rigore. E allo stesso tempo li rende scelta obbligata.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

22 risposte a “Il paradosso di Grillo

  1. Grillo è solamente diventato un demone tra i demoni tutto quì,ma poi quello che ha fatto cioè manifestazioni e show vari………………….chi lì paga?…………………noi,è allora un altro appunto demone tra i demoni.

  2. Credo che Grillo sia lo scontento degli italiani, l’unico modo che un popolo abbia per protestare. Il coraggio di scendere in piazza ormai è troppo estraneo alla nostra “nuova cultura” e questo sistema è ormai l’unico sistema che rimane ad un popolo stanco. Ormai ci affidiamo ad un comico che parla di libertà e ingiustizia comportandosi come un fascista di altri tempi. Mi fanno paura parole tipo “Cittadino” e le imposizioni di partito, fa molto film fanta-politico di altri tempi. Il problema sono loro i vari Berlusconi, Bersani, Fini, D’alema e tutte quelle cariatidi che vivono a spese del nostro stato senza avere gli attributi per dare una svolta. Vuoi far vedere agli italiani che ci vuole rigore? Inizia da te stesso, mostra al tuo popolo quello che veramente sai fare. Credo che non cambierà molto, anche i “Grillini” appena assaggeranno la poltrona si ammaleranno dello stesso male dei propri colleghi. Infondo un Burlone ci ha guidato fino ad ora e presto passeremo ad un comico, e c’è chi dice che l’Italia non è presa seriamente all’estero.

  3. Giustamente il ” Grillo parlante” e’ un paradosso, ma perche’ siamo arrivati a tanto ? Se posso esprimere la mia modesta opinione e’ perche’ in Italia si e’ sempre parlato bene e ruzzolato male. Siamo arrivati a un punto molto critico perche’ tutti i partiti in forza fino ad oggi hanno solo pensato al proprio potere ( economico anche) e non agli italiani.
    Non penso che cambiera’, purtroppo , nulla nel prossimo futuro, vedo che tutti sono impegnati a gestire il loro potere , cercando di allearsi anche con il diavolo pur di restare incollati alla poltrona d’oro.
    Sono basito per quello che sento e vedo !!! Che aggiungere ?

  4. il partito vince ,ma il popolo vota nomi più o meno noti .se grillo vuole ben altri traguardi deve impegnarsi in prima persona ,e non far eleggere illustri sconosciuti,scegliendo persone oneste e preparate che lo seguano costantemente.

  5. Buonasera.
    Paragonare Grillo ad Almirante,mi sembra di paragonare una Smart con una Ferrari.
    Punto primo,Almirante è stato il principe degli oratori e in politica era un signore con la s maiuscola.
    Le idee di Grillo non sono sbagliate ma,ricordiamoci che è semplicemente un comico e come
    tale,lasciamolo lavorare,speriamo non cada nella tenaglia della politica classica.
    Un comico in un paese di politici che fanno ridere,dovrebbe trovarsi bene e per quanto mi
    riguarda ritengo che il genovese avrà ancora dei successi inaspettati.
    Sono convinto che prenderà un sacco di voti,gli Italiani sono alla frutta e la novità in campo
    politico è sempre benvenuta,la Lega quando nacque,prese un sacco di voti.
    In politica,stare lontano dai poteri forti non è facile,purtroppo la poltrona non la vuole mollare
    nessuno e sono più che convinto che,ci saranno gruppi politici pronti a stendere il tappeto rosso
    a Grillo.
    I costi dei politici sono esorbitanti,il partito 5 stelle si propone di abbassare drasticamente la
    spesa pubblica,mi chiedo che strada percorrerà per riuscire nell’intento.
    Termino con una famosa frase del grande Giorgio Almirante,in politica non ci sono nemici,solo
    avversari.
    Non ho mai sentito il segretario del MSI offendere pubblicamente un avversario politico,negli anni
    70-80 ho militato per nove anni nel Fronte della Gioventù e vorrei ricordare ai politici dei giorni
    nostri,di non litigare sempre tra loro,bisogna lavorare per salvare questo meraviglioso paese.
    Imparate a essere veri signori della politica,non personaggi che pensano e guardano il proprio
    portafoglio.
    Un caro saluto a tutti.

  6. Buonasera.
    Caro dott.Banfi,quello che stò per dire,non centra niente con “Il paradosso di Grillo” ma vorrei che
    la gente onesta sappia chi sono le persone che hanno il coraggio di farsi chiamare onorevoli.
    Franco Spada,bergamasco,uomo di Dipietro,insediato per 6 ore nel palazzo della regione Lombardia,ha percepito uno stipendio di 50 mila euro,vale a dire più di 8 mila euro all’ora.
    Alla domanda di un giornalista che,sconvolto da tale speco,l’onorevole Spada ha risposto che sono
    state 6 ore intense.
    Ho 54 anni e mio malgrado,ho dovuto chiudere la partita iva per mancanza di lavoro.
    Mi trovo senza lavoro,con 2 figli e una moglie precaria,ho perso la voglia di vivere e tutte le volte
    che mio figlio di 7 anni,mi chiede un pacchetto di caramelle e purtroppo non ho nemmeno un euro
    in tasca e devo andare a batter cassa da mia moglie,le giuro che per mè è veramente deprimente.
    Sentirsi umiliati in questo modo è angoscante e purtroppo non si vede via di fuga.
    Troppo giovane per andare in pensione,troppo vecchio per far parte del mondo del lavoro,costerei
    troppo all’azienda.
    Riguardo a Spada,posso dire che 6 ore di lavoro intenso certamente logorano la vita e c’è la
    possibilità che si possa morire d’infarto.
    Per le persone che lavorano 10-12 ore al giorno,va bene così,tanto non sono onorevoli.
    Caro Spada,più di 8 mila euro all’ora,ma vai affanculo tu e tutti quelli come te.
    Scusate lo sfogo,non ce la faccio più.
    Saluti.

  7. Buonasera.
    Da Italiano,mi auguro che ci sia una persona onesta e responsabile che abbia voglia di riportare
    questo paese,nella posizione che merita.
    Purtroppo le persone che fino ad oggi hanno governato,hanno per prima cosa a sistemare i loro
    conti bancari (Monti compreso).
    Non si può voler bene a un paese,distruggendo l’economia e il benessere,il debito pubblico è a dir
    poco impressionante ma,nonostante tutto ci sono dipendenti pubblici che guadagnano cifre da capogiro e in alcuni casi,dipendenti che,timbrato il cartellino vanno tranquillamente a farsi gli affari
    loro.
    Queste persone devono essere licenziate in tronco e devono essere obbligate a restituire buona
    parte degli stipendi percepiti,senza possibilità di presentarsi in tribunale per potersi difendere.
    Ma purtroppo politici onesti non ne esistono,abbiamo imparato ad associare la parola politica con
    il più sporco dei lavori.
    Io propongo una marcia su Roma,spazziamo via con le dovute maniere,tutta la feccia che dirige
    la baracca e tutti insieme lavoriamo per creare un paese dignitoso e orgoglioso del nome che
    porta.
    I nostri antenati hanno lottato e sono morti per dare a noi un futuro migliore,perchè non dovremmo farlo noi per i nostri figli?
    Dobbiamo essere orgogliosi di sventolare il tricolore,siamo Italiani o coglioni?
    Saluti a tutti.

  8. CARI ITALIANI!
    DI CERTO NON E’ FACILE ACCETTARLO…E MI CHIEDO, MA COME RIUSCIAMO AD AVERE LA CAPACITA’ DI RIMANERE INERMI E MERAVIGLIARCI ANCORA DI FRONTE A QUESTO MARCIO, PUTRIDO E CORROTTO CETO POLITICO?
    LA RISPOSTA E’ CHE NOI TUTTI ITALIANI SIAMO LO SPECCHIO DI ESSI, ED ESSI SONO LO SPECCHIO DI NOI TUTTI, SE COLORO CHE CI “GOVERNANO” SONO ANCORA AL POTERE SENZA IL MINIMO SFORZO DI INTERVENIRE SU NULLA LA COLPA E’ NOSTRA, SE NOI RESTIAMO ANCORA NELLA SITUAZIONE IN CUI SIAMO LA COLPA E’ NOSTRA…

  9. che grillo sia un comico e chiaro a tutti. che prenda un consenso cosi alto e diventato un problema per tutti.ma i politici degli ultimi 30 anni lo sanno benissimo perché sta succedendo questo e a ragione grillo quando dice che devono ringraziarlo per il fatto che tiene il popolo in stan bay con le sue parole e i suoi comizi.perche quollo che sta succedendo nelle famiglie e nelle persone in generale loro i politici non lo sanno o perlomeno non riescono a concepire come si fa a viverre con 500 euro al mese una anziana o un padre di famiglia con 2 figli e 1000 euro al mese quando loro 1000 euro li spendono per una cena di 4 persone in una serata.che celanno solo loro il diritto di vivere.adesso devono assumersi la loro responsabilità e trarre le conseguenze.non e possibile che una persona che a lavorato per 30 anni onestamente adesso li stanno togliendo casa lavoro e dignità e loro ancora li a dividere tutto quello che stanno togliendo alla popolazione.allora che ben vengano i grillo e quelli come lui cosi scoprono cosa significa dignita onesta. ora quello che succede non possiamo prevederloma una cosa e sicura peggio di cosi ?

  10. Buongiorno.
    Vorrei rispondere a Erminio,perchè questo accanimento contro Berlusconi?
    Quando era Presidente del Consiglio,un giorno sì e uno sì tutti contro di lui,giornali,televisioni e
    giudici.
    Ora che non è più in politica,ancora tutti a criticare e sparare sentenze senza senso.
    Voglio precisare che non sono filo Berlusconi,dalla morte di Almirante,non sono più andato alle
    urne.
    Il Cavaliere è tra i primi contribuenti italiani e con i suoi ventimila dipendenti e collaboratori è senza dubbio l’uomo più ricco d’Italia.
    Rispetto a certe fabbriche italiane,non ha mai e dico mai,chiesto soldi allo Stato,sicuramente
    tanti soldi non si fanno onestamente ma,le persone che lo criticano,perchè non hanno gli
    attributi di fare quello che ha fatto lui?
    L’invidia è una brutta bestia e nessuno saprà mai quanto sono costati al popolo Italiano i processi
    contro Silvio perchè è andato a letto con ragazze e escort.
    Anche in questo caso,l’invidia di poveri impotenti che vedono un quasi ottantenne ,fare sesso.
    con ragazze di vent’anni.
    Il Viagra è stato inventato per dare la possibilità a uomini di una certa età e con problemi.di fare
    quello che fà un giovane.
    Se il caro Silvio,tromba dalla mattina alla sera,non devo essere invidioso,devo essere incazzato
    perchè vedo i miei soldi spesi per processare una persona che ha la sola colpa di amare le
    donne.
    Mandiamo in galera tutti quelli che,dopo i sessanta,fanno regolarmente sesso.
    W l’Italia,il paese che viaggia al contrario.
    Un caro saluto.

  11. ciro scrive ho votato sempre berlusconi x avevo molta fiducia ma quando ho visto che e stato lunico partito ad avere la maggioranza assoluta x cambiare l’italia e non e stato capace di portare il nostro paese al posto che le compete in europa e e che la germania ci comandava in tempi di guerra e ci comanda anche in tempi di pace allora io votero x grillo almeno le cose le dice senza avere paura di nessuno e non credo che entra in politica x ragioni economiche

  12. Egr.Sig. Banfi, in Italia c’è tutto che non va. Iniziamo dai nostri politici che si intascano tanti soldi, dalle regioni piene di amici degli amici che intascano tanti soldi, province (enti per mettere altri amici degli amici), società ed enti dello stato per mettere i politici in pensione, società dei vari comuni per dare lavoro ai politici non eletti, dirigenti con stipendi d’oro e relative pensioni d’oro. Se si fa qualche legge per tagliare stipendi alti o eliminare enti inutili vanno in tribunale e vincono rimanendo poi tutto uguale.
    Solo per noi cittadini licenziati perché troppo anziani ma senza pensione non possiamo fare nulla. Nessun tribunale ci consente di poter avere un posto di lavoro o la pensione per legge pattuita e poi fatta sparire. Secondo lei chi si può votare? Forse un Grillo che vuole un Di Pietro come presidente della repubblica? È gli altri non affidabili?

  13. Ti chiedo scusa Marco, ma sei un presidente di un paese, non vai a donnacce, è questione di Educazione, di percezione e di rispetto verso il popolo che ti ha eletto. Fai leggi sulla prostituzione e proprio tu le infrangi? Ti rendi conto di quanto questo possa suonare falso? In altri paesi scandali minori hanno portato a dimissioni di persone anche più illustri. Inoltre perdonami, ma ha fatto cosa? Fino al giorno prima che cadesse l’Italia era a posto con i conti, testuali parole, noi non avevamo problemi, guardavamo Spagna e Grecia dall’alto e diciamocelo, anche ridendo un po’. Poi è arrivato Monti e ha aperto il libro, è un contabile, è un banchiere e lavora proprio come uno di quella risma. Sta facendo quello che gli altri politici non potevano fare perchè ovviamente avrebbero perso dei consensi paurosi. I tuoi soldi spesi per processare la tua amata persona si sarebbero risparmiati se lui si fosse solo presentato, in un mese si faceva il processo, veniva dichiarato innocente e tutto era risolto. Perchè è sempre scappato? perchè ha creato leggi apposta per scagionarsi? Lo sta facendo anche ora con il decreto salva Ruby, come fai a essere così cieco e a non vedere il marcio che corrode questa italia? Occhio non dico che gli alti siano meglio e per questo che Grillo piace tanto, perchè è una novità e porta novità, nonostante mi faccia molto paura il modo che ha di parlare, perchè mi ricorda un omino pelato che vestiva di nero. Ti chiedo scusa se con queste parole dico qualcosa che non rispecchia i tuoi pensieri, ma se qualcuno è così pulito come dici non ha niente da nascondere e quindi non si deve autocreare leggi apposta per lui.

  14. Buonasera.
    Carissimo Erminio,non devi scusarti con mè.le idee giuste o sbagliate che siano,devono essere
    rispettate.
    Non sono un difensore di Berlusconi,infatti ho scritto che troppi soldi non si possono di certo fare
    onestamente,quello che mi dà fastidio è l’accanimento mediatico verso una persona.
    Oggi tocca a un politico,domani può toccare un comune cittadino e penso che,se un giorno un
    qualsiasi pinco pallino venga attaccato il quel modo,se non ha la possibilità economica per
    difendersi,voglio proprio vedere la fine che farà.
    Inoltre Berlusconi non è mai scappato davanti alla giustizia,vive tranquillamente in Italia e non
    si è mai sognato di scappare all’estero,cosa che per lui non sarebbe molto difficile.
    Per quanto riguarda l’omino pelato che vestiva di nero,posso solo dirti che uno come lui ci
    vorrebbe adesso,sono più che certo che questo paese non sarebbe in mano a parassiti e corrotti.
    Voglio ricordati che il Duce è morto per il nostro paese,lasciando in eredità un mare di leggi a
    favore del popolo.
    Voglio un nome e dico solo un nome di un politico attuale che farebbe per il bene di questo
    paese,la fine che ha fatto Benito Mussolini?
    Un caro saluto.
    Un nostalgico.

  15. Buonasera.
    Ancora una cosa Erminio,chi l’ha detto che il Presidente di un paese,oltretutto separato,non debba
    fare sesso con chi vuole?
    Quando una persona fà bene il suo lavoro,non mi interessa sapere se sotto le coperte c’è sua
    moglie o una sconosciuta.
    Clinton.Obama,Carlo d’Inghilterra,Mitteran,ecc,cosa facciamo li arrestiamo tutti perchè hanno
    avuto relazioni estraconiugali?
    Sono altre le cose peggiori che una persona pubblica,non deve fare.
    Prima di tutto deve essere e dare il tutto per tutto,per il proprio paese,onestà e fermezza sono doti
    che i nostri uomini politici hanno perso da tempo.
    Saluti a tutti.

  16. Sono ultrasettantenne ho fatto un’infazia di fame, una gioventù di duro lavoro ho visto l’Italia
    cresere, credevo nel futuro, sono sempre stato appassionato alla politica ascoltando comizi e
    dibattiti in TV, di promesse: tantissime ci credevo e gli davo il voto. BASTA! SONO STUFO!!!!
    Sento spesso Grillo e mi piace per la chiarezza, di come punta il dito contro nomi e cognomi
    dei dei politici chiacchieroni e corrotti. Provo anche con lui, perchè penso non per me ma ai
    miei nipoti e pronipoti. (SE FARA’ BENE VIVA L’ITALIA ATRIMENTI VA FA UN’C… ANCHE LUI)

  17. caro Banfi,
    leggo molti commenti ironici sul fatto che Grillo sia stato un comico; ciò non significa che sia un incapace, o un ladro, o un approfittatore, o un opportunista, o un corrotto, o un corruttore, qualità che invece troviamo in molti politici.
    Il fatto che sappia convogliare il malcontento non significa che è un catalizzatore di persone allo sbando. Sono persone che hanno perso la fiducia nei politici e nei partiti attuali, non nella politica.
    E’ meglio affidarsi a gente che ha dimostrato di essere incapace, ladra, inesperta, alcuni anche con condanne penali, o affidarsi magari a gente sì inesperta, ma che ancora (e si spera mai) queste colpe non le ha, che parte con delle regole e dei principi diversi?
    Non necessariamente queste persone diventeranno come i politici attuali, e comunque, in ogni caso, può essere solo un rischio. Nell’altro caso invece, ridando fiducia agli atttuali, ne abbiamo la certezza che non cmbieranno mai.
    Non si nasce politici, lo si diventa. Anche un comico lo può diventare e anche persone che sono state fin’ora fuori dalla politica possono diventare dei buoni politici, intesi come amministratori leali della spesa pubblica e delle scelte sociali: la lealtà non la si acquista con una tessera di partito.
    saluti a tutti

  18. io dico ….. proviamo, tanto non abbiamo nulla da perdere. Grillo si può considerare l’ultima chance, si scrive cosi?? dopo di che se le cose non migliorano……… GUERRA!!!!!!!

  19. In un paese normale Grillo non avrebbe stravinto.
    Ma in un paese normale i politici che rubano (e sono la maggioranza) a proprio vantaggio e a favore del partito sarebbero stati isolate prima dello scandalo e non avrebbero gridato al tradimento e affermare di non sapere. Se non riesci a tenere ordine a casa tua come pretendi di farlo in una nazione ? Il nutrito elenco di gente incompetente come il trota, la Minetti e via discorrendo affiancati da quelli la cui candidatura è a cura della mafia ? In un paese normale non si spendono soldi per lo stretto di Messina, miliardi per i caccia per le auto blu, per i vitalizi di migliaia di euro dopo 6 ore di lavoro (ma sono state 6 ore intense è il commento del consigliere) e non si trovano soldi per i malati di SLA. In un paese normale la parola democrazia e la sovranità è del popolo non hanno perso di significato come da noi. I boiardi di stato, opss “i servitori dello stato”, che percepiscono 6-700.000 € l’anno fino a oltre 1.200.000 € come il presidente dell’inps (Obama è un pezzente a confronto) ? Se Grillo stravince è perché non siamo un paese normale. Chi è causa del proprio mal pianga se stesso.

  20. Io voterò il Movimento 5 Stelle alle prossime elezioni tanto peggio di come siamo messi adesso non potrà andare. Sono stufo di mantenere politici corrotti, troppo spesso accusati di legami con la malavita organizzata, che pensano solo a rubare denaro ai contribuenti e a fare gli interessi di chi gli ha finanziato la campagna elettorale. Per qualcuno Grillo ha il modo di fare di un calvo statista di qualche decennio fa. Sarà ma per me dice cose giuste ed è questo che conta.

  21. Ho sempre votato PCI, poi PDS, poi DS e con vergogna devo ammettere che ho votato anche PD ……..mi hanno nauseato
    Voterò M5S

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *