Gli scandali sulle Regioni? Come un “domino”

Moltissimi i vostri commenti e alcuni davvero interessanti.
La domanda era: fa bene Berlusconi a fare un passo indietro, per favorire il radunarsi delle forze di centro destra, così che costituiscano un’alternativa alla sinistra di Bersani e Vendola? Ovviamente ci sono i fan dall’una e dall’altra parte. E tuttavia ci sono anche molti ragionamenti interessanti sull’evoluzione del nostro Paese…

Nel frattempo gli scandali sulle Regioni sono come un “domino” che supera ogni fantasia.
Dopo il Lazio, rischia di cadere anche la Lombardia, su una storia bruttissima di voti mafiosi.

Parleremo anche di questo nella videochat di oggi alle 14,30. Non mancate

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

3 risposte a “Gli scandali sulle Regioni? Come un “domino”

  1. buongiorno..non vi sembra strano che le indagini siano partite tutte in simultanea? tante regioni coinvolte e tutte nell’arco di pochi giorni? mentre si discute di elezioni,monti bis,elezioni del pres. della repubblica..ecc…che vi sia del marcio è evidente ma che venga scoperto solo ora mi lascia perplesso…..forse il sistema è semplicemente corrotto e nulla più o forse ci sono manovre ben orchestrate per gestire il futuro dell’italia senza passare per le urne……fantapolitica?…berlusconi che si dimette,pd-pdl che governano assieme,un premier non eletto dal popolo…anche tutto questo superava ogni fantasia fino ad un anno fa.

  2. Mi spiace ma non vedo tutto questo stupore di fronte ai fatti che sentiamo delle regioni,perchè sono anni che mangiano a più non posso e ora saltano fuori tutti!………………se ci fosse stato un controllo più severo a questi personaggi ma purtroppo andava tutto bene finchè non vengono messi di mezzo le figure chiavi che gestiscono il magna magna!.E POI il signor monti e i suoi tecnici alzano di un punto cioè dal 21 al 22% l’iva………………..bravi! così avete dato un altro colpo ad un economia che già era a pezzi,sò anchio che il nostro debito pubblico sale sempre più.Se ci mettiamo pure le regioni con i loro ammanchi e sperpero di danaro pubblico il baratro è lì a due passi,altro che ripresa nel 2013!…………..la volete capire che la misura è colma.Quindi è giunto il momento per questi malfattori di restituire il maltolto,si faccia finalmente pulizia facendo cadere da poltrone gente che fanno i propri interessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *