I giorni di Caino

Che cosa accomuna la terribile tentata strage di Brindisi col suicidio del padre che ha ucciso anche i propri figli stamattina, con altri episodi recenti di suicidi? Secondo me c’è un aspetto drammatico della crisi economica (e culturale) che stiamo vivendo e che non va trascurato. E’ come se l’italiano fosse spinto oggi all’atavico (e distruttivo) “diritto” di uccidere l’altro: verso l’istinto di Caino.

Istinto umano, troppo umano, che ragione e cultura sanno controllare in momenti di “tranquillità” sociale. Istinto che, soprattutto collegato alla depressione, può portare anche all’auto soppressione.

Che cosa c’è alla radice di questo clima sociale? La mancanza di futuro, di speranza concreta, di positiva costruttività rispetto alla vita.

Per uscirne ci vuole una speranza concreta e non banale nel nostro avvenire.

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *