8 risposte a “Videochat: ecco le vostre proposte, le vostre idee per salvare l’Italia

  1. la prima cosa da fare ,bisogna ripulire quel covo di ladri situato dentro il parlamento,poi sipossono prendere altre misure.

  2. ho letto che il comune di roma ha aperto un concorso per nuove assunzioni.
    In questo particolare momento, non era il caso di utilizzare le eccedenze di personale esistenti.
    Lei che ne pensa ?
    cordiali saluti.

  3. Salve, sperando che vengo preso in considerazione, vorrei chiederVi, perchè non è possibile che ogniuono di noi, possa scaricare DI TUTTO, cioè se chiamo un idraulico, elettrecista, se vado da un dottore,parrucchiere,bar per un caffe o altro, spese per bimbi,( ne ho 6 di figli) supermercati, meccanici ecc,in modo che si PRETENDO la ricevuta/fattura? Inoltre perche non possiamo devidere NOI VOTANTI, quanto devono prendere i parlamentari ecc? nel ringraziare porgo distinti saluti, VALENTI OSVALDO da Tornao Nuovo,( TE)

  4. Impariamo dagli altri o almeno prendiamo quello che di buono c’e’.
    Una via per fermare il lavoro sommerso e un modo per combattere l’evasione sarebbe semplicemente il lasciare scalare l’IVA dalle tasse a tutti e su tutto.
    Oggi, con l’uso dei computer e la velocità’ dei possibili controlli incrociati, sarebbe molto semplice effettuare le verifiche del caso.
    Logico che si dovrebbe far fronte ad un buco momentaneo di introiti da parte del governo ma probabilmente la cura supererebbe di molto il male in fatto di benefici.

  5. La prima cosa da fare è ripulire l’Italia…
    1-Bloccare i finanziamenti a fondo perduti, per le piccole attività e stanziare quei soldi a chi è in commercio da 10 anni.
    2-Bloccare i corsi di formazioni “quelli che offre lo stato”…..
    3- Semplificare la burocrazia, anche nel caso di contenziosi…
    4-cambiare il metodo dell’assunzione..E’ l stato che deve trovare il lavoro al cittadino “o segnalarlo”, inoltre il cittadino si deve pagare le tasse.
    5-Parliamo di servizi…Meno tasse, più lavoro…..
    6-Alle famiglie indebitate, “a coloro che si sono indebitati per motivi validi”, lo stato dovrebbe risanare il loro debito con delle garanzie “come le banche”. Questo metodo consente di portare entusiasmo nel paese, e voglia….Nel caso non fosse possibile avere garanzie da parte di un individuo, costui potrebbe contribuire a lavorare nelle aree dove lo stato attualmente ha “tagliato”
    7-Fare scomparire immediatamente tutte le associazioni TUTTE!
    8-Fare un bando per tutte le strutture che “striscia la notiza o le Jene”, hanno segnalato…E recuperare il possibile…
    8-Rimodernare le agenzie delle entrate, del lavoro….Non serve multare. Ci sono altri modi…
    9-Far rientrare le aziende italiane…Al sud c’e’ gente che lavora per 4,00 euro l’ora e senza contributi…Meglio farle rientrare senza che pagano le tasse, ma solo i contributi….
    Mi fermo…Per realizzare questi nove punti di sopra citati non serve una riforma….

    • Che significa impedire l’esistenza di tutte le associazioni? Associarsi liberamente, nella società, è un diritto…

  6. Buon giorno Signor Giuseppe, ma scusa una ditta che è da oltre 10 anni sul mercato, o è stato capace di risolversi o che fare, si è magiato i soldi per i loro capricci e lo stato ripiana, o gli deve dare soldi a fondo perduto? come partirebbero le piccole e micro aziende?Il bado per le strutture di STISCIA, secondo chi chi le potrebbe comperare? IO son del parere, che se si facesse in mdo che tutti , ripeto TUTTI possono scaricare di tutto, nel senso tasse ed iva, non occorrebbe poi ridare il 55%, il 33% , vantaggi fiscali, ecc, e lo stato MENO IL PRIMO anno, riscuoterebbe di tutto DA TUTTI,liberando la finanza a fa altri lavori, ecc, gazie e scusa del mio contradittorio,osvaldo

  7. Buon Giorno
    Penso di avere un’idea a costo zero che potrebbe risolvere
    molti problemi economici in Europa. Sapendo che le banche hanno poco denaro, che molti contanti vengono ritirati e occultati all’estero o usati
    per tangenti o attività illecite. Non si potrebbe ridisegnare la banconota EURO e mandare fuori corso le vecchie, obbligando così chi detiene contanti a consegnarli in banca per il cambio. Con le leggi attuali si obbligherebbe così chi detiene ingenti somme cartacee a trasferirle sul conto e a movimentarle solo in modo tracciabile. Si aumenterebbe la liquidità in banca e si sottrarrebbe il principale strumento alla corruzione e alla malavita e si eviterebbe l’accantonamento di parecchio denaro in cassette di sicurezza.

    Grazie

    Massimo Zavatti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *