A caccia dell’#ideona per salvare l’Italia

Riforma del lavoro. Potrebbero essere i giorni decisivi, quelli della stretta finale. Ci sono malumori nel mondo sindacale e veri mal di pancia in quello industriale. L’obiettivo che tutti dicono di avere è di migliorare la flessibilità in entrata e in uscita. Ma come?
Ieri il ministro Corrado Passera ha detto che “non c’è bisogno di un’ideona”! Noi invece proviamo a ragionare all’opposto. Qual è la vostra ideona per l’Italia? In particolare, per far ripartire l’economia e per tornare a creare i posti di lavoro, che oggi mancano così drammaticamente?

MANDATECI LA VOSTRA #IDEONA
Ne parleremo insieme nella videochat di mercoledì!

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

67 risposte a “A caccia dell’#ideona per salvare l’Italia

  1. Il nostro problema è dovuto a una distribuzione del reddito sbagliata, permessa dai governi che si sono succeduti dal 1994 fino ad oggi e dal mancato controllo sulla conversione dei prezzi euro-lira.
    Per riportare il paese sulla retta Via bisognerebbe fare una patrimoniale sui redditi sopra 1.000.000 di euro e poi per legge abrogare tutti i contrratti di affitto esistenti e imporre nuove tariffe prendendo come base gli affitti 2001 e incrementarli del 20%.
    Inoltre abrogare completamente l’art.18, che esiste solo da noi, in modo da poter mandare a casa i lavoratori incompetenti ( compresi gli statali ) e abbassare le aliquote fiscali che sono tanto alte.
    Questo sarebbe solo l’inizio…….

  2. L’azienda Italia è di stampo tradizionale sia nel metodo che nel settore merceologico.
    Secondo il mio punto di vista ci vorrebbe una diversificazione commerciale.
    Lo stato quindi dovrebbe incentivare e con le banche finanziare progetti nuovi in High-tec.
    Questa fetta di mercato dove l’azienda italiane ne è completamente fuori potrebbe portare oltre all’occupazione anche ricerca e opportunità di impresa per altri investitori.
    Quello che voglio dire è che lo stato dovrebbe considerare di più le opportunità di mercato che proteggere le aziende tradizionali manifatturiere.

    saluti
    Marco

  3. Ci sarebbe un modo per debellare gli evasori fiscali. Non far circolare più moneta, dare a tutti una carta tipo tesserino fiscale dove ognuno sopra può caricarlo con quanti soldi crede, soldi caricati in banca o da un Bancomat naturalmente. Quando paghi un fornitore, o un lavoro ricevuto…che so, la riparazione dell’auto, ebbene il meccanico stesso deve munirsi di un lettore dove strisciando la carta magnetica del cliente, gli vengono accreditati i soldi e defalcati dalla carta del cliente, soldi che oggi invece vengono dati a mano. Una volta passata la carta nel lettore, quest’ultimo invia i dati (quanto incassato) all’agenzia dell’entrate della finanza, ecco che non ci sarebbe modo di frodare lo stato. Al massimo un utente può avere un tot in cartamoneta, 100 o 200 euro, l’evasione in tal modo sarebbe assai difficile.
    Grazie

  4. Inizierei a non pagare piu’ i politici , almeno fino a che c’e’ il governo tecnico destra e sinistra cosa li stipendiamo a fare ?
    in una azzienda se tizio e caio non lavorano bene vengono sostituiti con semprogno ma l’azzienda non continua a pagare tizio e caio quanti milioni risparmierremmo?
    E il buon Monti economista queti conti non e’ in grado di farli oppure gli e’ comodo prendersela sempre con il populino?

  5. “Peccato che chi ha la soluzione sulla pace in medio oriente sia sempre impegnato a guidare un taxi”. E’ una battuta che in Israele si sente spesso.
    Ecco questa discussione potrebbe iscriversi nella stessa cornice. Ci piace tanto avere un’idea, un’opinione, un’ideona. Ribadire chi siamo e sentirci a nostro modo protagonisti. I social network poi sono gli strumenti ideali, la democrazia diffusa dove diffondere il nostro personalissimo verbo.
    tramite un amico ho trovato oggi una nuova app per I phone: ipremier. Puoi inventare il tuo governo, proporre le tue soluzioni per salvare il paese… l’idea era anche carina, il risultato di una noia mortale come immagino che annoiati fossero coloro che si sono scaricati l’app.

    “non voglio che il mio paese muoia di demagogia” ha detto ieri Bersani proprio a lei Banfi.
    Ecco, gli spazi per le ideone sono demagogia. Almeno per me.

  6. be’ aumentare le paghe dei dipendenti in modo che possano comprare qualcosa che non sia la spesa e pagare bollette.l’economia di rimetterebbe in moto dopo poco tempo.inoltre visto che c’e’ un governo tecnico a cosa ci serve quello politico? a casa tutti nessuno escluso

  7. 1) Abolire contributo o rimborso spese elettorali-
    2) Dimezzare il numero dei parlamentari
    3) Dimezzare i redditi netti di tutti i parlamentari
    4) abolire tutti, ma tutti i privilegi in essere
    5) eliminare i partiti al 6% dei consensi elettorali
    6) Stabilire un tetto massimo gli stipendi netti dei dirigenti statali comunque con un
    tetto massimo di 70.000,00 euro
    7) Abolizione delle Province e delle Regioni dando piu’ potere ai singoli Comuni

    Ah dimenticavo, per tutti i politici in essere, se vi stanno bene queste proposte tutto regolare, altrimenti a CASA. Saluti

  8. Vogliamo togliere il problema evasione? Proviamo a scaricare dalla denuncia dei redditi tutto cio’ che spendiamo per poter vivere (cibo-alimentari-abbigliamento-caramelle-carta igienica- etc.etc.etc.etc.etc.etc.etc.)raffrontiamo con quello che riceviamo in busta paga, e il gioco e’ fatto. In questo caso qualunque cittadino chiedera’ lo scontrino fiscale anche per l’acquisto di un lecca-lecca, e le aziende, negozi di ogni genere, saranno costretti a fare lo scontrino.

  9. La nostra economia si è sempre basata sul mattone….
    1 darei la possibilità di costruire su i terreni agricoli di proprietà da almeno 50 anni , delle case in cui possono vivere solo parenti di primo grado del proprietario e queste case non possono essere vendute per altri 100 anni da fine lavoro. In questo modo daremo la possibilità hai giovani di spendere molto meno per farsi una casa e cosi adremmo a muovere tutto l’indotto dell’economia legata all’edilizia , senza che ci siano speculazioni e guadagni sulle costruzioni .
    2 ovviamente tagli alla politica .
    3 apertura di quartieri a luci rosse dove almeno anche loro pagano le tasse ( tanto le prostitute ci sono ) .
    4 una a tantum cavare l’iva che colpisce solo il cittadino per dare la possibilità di fare acquissti di ogni tipo a prezzi conveninti

  10. OK. ANDREA SONO ASSOLUTAMENTE D’ACCORDO CON TE.IN ITALIA CI SONO TROPPI POLITICI,PERCHE’ SONO I LE BUSTE PAGA CHE FANNO GOLA,MA DI IDEOLOGIA POLITICA E’ RIMASTO BEN POCO. GRAZIE.

  11. – Mettere in vendita alcuni beni dello stato che stanno andando in deperimendo, favorendo così le libere iniziative dei privati, creando nuovo lavoro, incrementando anche il turismo estero verso le bellezze naturali, storiche e artistiche italiane, uniche al mondo.
    – Puntare, come principio base alla riduzione degli sprechi, in ogni ambito, sono ancora tantissimi!
    – Ridurre stipendi parlamentari, vitalizi, pensioni d’oro, stipendi dirigenti….
    – Stop finanziamento pubblico ai partiti e ridurre drasticamente il numero dei parlamentari.
    – Licenziare tutti gli statali fannulloni, che poltriscono tra le pratiche ammucchiate a dismisura sulle scrivanie e, peggio ancora, che timbrano il cartellino e vanno in giro a farsi gli affari loro.
    – Tassare la prostituzione, come fanno in altri paesi, è un mercato da cifre inimmaginabili, inutile celarsi dietro un falso moralismo che non porta alla diminuzione del fenomeno, ma realisticamente prendere atto che esiste, controllarlo, regolarlo.

  12. FUORI TUTTA L’ATTUALE CLASSE POLITICA. LARGO A NUOVE FACCE NUOVE IDEE. NUOVE PERSONE. BELLI,GIOVANI E SOPRATUTTO ONESTI E INTELLIGENTI.
    A PATTO PERO CHE DURINO AL MASSIMO DUE LEGISLATURE.

  13. 1) tutti i politici mandati subito a casa senza stipendio naturalmente (paghiamo il governo tecnico)
    2) utilizzare i soldi recuperati dal mancato pagamento dello stipendio ed indennità varie ai politici mandati a casa per abbassare la pressione fiscale di tutti
    3) rivalutazione degli stipendi
    4) abolire il contante: pagamenti da effettuarsi tramite bancomat o carta di credito, anche per un pacchetto di caramelle
    5) articolo 18 applicato anche al pubblico impiego.
    6) ogni acquisto deve poter essere scaricato dalla dichiarazione dei redditi, anche dal singolo cittadino e non solo dagli imprenditori che hanno la possibilità di scaricarsi anche la carta igienica
    7) abolire province e regioni
    8) rivoluzionare la scuola, fare in modo che in tutta italia si possa restare a scuola fino alle 16,30/17,00 dove gli alunni possano frequentare le lezioni e studiare e poi al ritorno a casa magari fare attività sportiva

    Ho solo elencato 8 punti, ma sono sicura di aver recuperato già tanti miliardi di euro, di non aver tolto il lavoro a nessuno anzi di averlo creato qualche posto in piu ed in ultimo ma non per ultimo di far ripartire i consumi immediatamente.

  14. dobbiamo istituire un nuovo concetto: M E R I T O C R A Z I A noi italiani non sappiamo proprio cosa significa, perchè tutti i giorni a scuola, al lavoro, in tv, in politica ed in ogni settore abbiamo prove tangibili che va avanti il più imbecille di tutti, quello che crea più problemi e quello che è più raccomandato.

    Scusatemi ho proprio il dente avvelenato al riguardo.

    Una sola domanda ma qualcuno della vostra redazione è in grado di dare i risultati di questa statistica al governo Monti?

  15. Buongiorno, volevo dirvi come la penso, prima di tutto, mandare a casa tutte le facce, che stiamo vedendo da piu’ di 10 anni, indistintamente dal partito, hanno tutti mangiato abbastanza alle nostre spalle, mandando il ns. bel paese in rovina, e pretendendo ora, di fare pagare ai piu’ deboli, i loro errori……….
    Vogliamo gente nuova, onesta e preparata, poche persone, con idee chiare e progetti validi da proporre………

    Basta soldi ai partiti, stipendi con tetti massimi di 100.000. euro a ogni parlamentare, abolire le pensioni d’oro, se i ns. vecchietti vivono con 412 euro al mese, penso che al massimo con 5000 euro
    al mese, possano vivere da DIO……

    Restituire tutti i soldi rubati, per cominciare a far ripartire il paese, tamponando i senza reddito, e senza un’ entrata minima….

    Compensare i crediti dovuti dallo Stato alle Imprese, con le tasse dovute ai pazzi di Equitalia….

    Aprire i rubinetti delle banche alle imprese, per non far scappare piu’ dall’ ITALIA, chi vorrebbe lavorare
    e continuare a pagare operai e loro famiglie…..

    Sollevare di peso quelli della Casta, dalla loro poltrona e mandarli a lavorare in fonderia, almeno per un anno, forse cominceremmo a vedere qualche suicidio, senza versare lacrime, ma con un applauso……

    AI PROFESSORI, bastava rag. FANTOZZI, per mettere in atto loro proposte, ma non si stanno accorgendo, che coi loro controlli fiscali, i veri ricchi, stanno svuotando le ns. banche e acquistando un numero spropositato di cassette di sicurezza, nei paesi fiscali, perche’ non si fidano piu’ a tenere soldi in Italia, altro che investire……….

  16. Non credo che per salvare l’ Italia serva un’ ideona, credo che ci voglia il coraggio da parte di chi governa il paese di riformare l’ architettura che la politica si è creata partendo da Roma e fino al più piccolo dei comuni passando per enti e strutture inutili. Sono certo che sarebbero misure strutturali che permetterebbero di recuperare “miliardi di euro” con i quali si potrebbe rilanciare la crescita. Tutto il resto sono solo chiacchiere.

  17. per prima cosa una scipero generale di tutti i settori e a oltranza finché quei saltimbanchi non se ne vanno a casa, tutti; riprendersi i milioni che in questi lustri hanno rubato e riportarli alla cosa pubblica, questa come base di partenza, poi sta ai tecnici trovare il modo per far rifiorire questo paese

  18. Si vuole copiare dal modello tedesco? peccato che si copia solo in parte…
    in Germania la prostituzione è regolamentata e nelle casse dello stato entrano miliardi di € ogni anno senza contare che non ci sono più prostitute in strada ma in palazzi in quartieri riservati,pericolo di malattie visto i controlli obbligatori…siamo uno stato cattolico ma i primi ad andarci sono i politici…ipocrisia…
    Autostrade gratuite…in italia le paghiamo profumatamente e fanno schifo!
    Dimezzamento dei parlamentari e dei compensi,eliminazione delle province e più autonomia ai comuni e alle regioni.
    Incentivare la raccolta differenziata dei rifiuti e incentivarla!

  19. Non andare più a votare e impiccare nelle pubbliche piazze politici e banchieri e finanzieri.
    Tornare alla campagna perchè nessuno può più produrre nulla per colpa di politici e banche mentre tutti vorrebbero vivere sul lavoro dei pochi che ancora resistono.

  20. Bisogna abbassare drasticamente le tasse altrimenti nessuno spenderà più nulla e si bloccherà in breve l’intero paese. Se si pagasserp nmeno tasse tutti spenderemmo più soldi mettendo in moto lìeconomia. Ma è possibile che questi cervelloni non capiscono quello che chiunque ha ormai capito????????

  21. 1) risolvere il problema dell’evasione fiscale con nuove regole, o pagamenti effettuati tutti con carta di credito , o sistema americano di tassazione. pagando tutti le aliquote scendono automaticamente e a tutti restano più soldi da spendere e investire nelle aziende

    2) portare il numero dei parlamentari a livello di tutte le altre nazioni

    3) la carriera dei politici termina dopo due mandati, poi si cambia .

    4) eliminare tutti gli enti statali inutili tipo provincie e regioni ed altri minori creati ad arte per sistemare gente raccomandata dai vari politici

    5) eliminare finanziamento pubblico ai partiti perchè si è visto che i nostri soldi li usano per i comodi loro

    6) ridurre drasticamente auto blu, portaborse e segretari ,
    vari benefit di qualsiasi tipo per i parlamentari e famiglie, scorte che credo non servano a nulla perchè se tutti loro impareranno a comportarsi onestamente nessuno avrà motivo di far loro alcunchè.

    7) tutti in pensione alle stesse condizioni degli altri lavoratori

    8) lavoratori statali con stessi trattamenti dei lavoratori del privato

    9) a cagare tutti i super manager e consulenti vari che non hanno mai risolto un problema e son solo costati delle barcate di milioni

    ci sarebbero tante altre cose da sistemare ma se facessero queste sarebbe giàtanto e i nostri problemi sarebbero finiti

    Comunque chiunque ruba deve andare in galera subito e non rompere più i c…. perchè tra i nostri politici quello più sano ha per lo meno la rogna.

  22. Credo che in Italia bisognerebbe, visto le condizioni di oggi, cominciare a Fare piuttosto che Dire! è indispensabile aumentare le imposte come IVA IRPEF IMU a carico dei cittadini italiani per coprire il debito pubblico(Governo Monti), ma se questo non è seguito da un netto taglio alla Spesa Pubblica (soprattutto allo spreco pubblico), ad una forte lotta all’evasione fiscale e ad un controllo sull’inflazione da parte dello stato, si rischia davvero di obbligare milioni di Italiani a fare molti sacrifici per ritrovarsi poi, nuovamente sull’orlo del fallimento.
    Per me oggi Il grosso male Italiano è l’odierna classe politica che va aiutata con la PARTECiPAZIONE di noi cittadini e non con l’antipolitica stile Grillo, facendola diventare più Umana e meno “CASTA” contribuendo alla Rinascita del nostro AMATO PAESE chiamato ITALIA

  23. Per quanto riguarda il Lavoro, credo che lo Stato oggi debba porre, una volta arginato parte del Debito, le condizioni per lo sviluppo dell’industria ed artigianato attuando una politica di sgravi fiscali a favore delle aziende piccole medie e grandi, incentivando le assunzioni,credo che debba rinnovare e rinforzare gli scambi e rapporti con gli Stati Mediterranei e Mediorientali in grande fase di sviluppo democratico ed economico, e rendendo il “Nuovo” mercato del lavoro più umano, condividendo la necessità di rendere le nuove figure professionali più “flessibili” ma anche di imporre dei Minimi Salariali per ridare ai Lavoratori più dignità e la possibilità di costruirsi il proprio futuro.

  24. Bisogna mettere un tetto agli stipendi e agli incarichi pubblici e privati dei dirigenti. max 300.000 annui euro per ogni persona. Tutti gli incarichi che superano questo tetto vanno dati ad altre persone.
    vale anche per i dirigenti e amministratori di imprese private. Gli utili vanno investiti in risorse umane obbligatoriamente per almeno il 50%. non si possono avere più di tre incarichi nello stesso anno.
    Questi limiti permettono di avere maggiori incarichi a disposizione, maggiori utili a disposizione e maggiore utilizzo di risorse umane.
    Lavorare è un diritto indispensabile allo svilluppo della persona e della sua realizzazione futura.
    Questo dovrebbe essere obbligatoriamente per legge l’art. 1 dello statuto di tutte le imprese esistenti in italia.
    Cordiali Saluti
    Ing. armando valentino

  25. Semplice far guadagnare ad un ministro il minimo sindacale cioè il nostro stipendio così capiscono come c’è chi non tira la fine del mese !, e se vogliono il rimborso fanno il 730 come tutti e paghino le tasse. Poi diminuire i partiti che tanto non servono a molto perchè quando si tratta di rubare i soldi pubblici sono tutti d’accordo no?! o sbaglio. grazie.

  26. Detraibilità fiscale del 50% di ogni spesa sostenuta e documentata dai pensionati e dipendenti con buste paga non superiori ad euro 2000/mese.
    Detraibilità fiscale del 30% per le buste paga da 2001 a 3000 euro.
    In tal modo le buste paga si incrementano e sviluppano economia, crescita ed occupazione e scompare il sommerso.

    Agevolazioni coadiuvate da un forte inasprimento delle pene per eventuali ulteriori evasori.

    A questo è da aggiungere il dimezzamento dei parlamentari e dei relativi compensi,l’abolizione delle province,l’abolizione dei rimborsi elettorali,l’abolizione delle comunità mondane e di tutte le auto blu.

    Contestualente vendita di parte del patrimonio dello stato ( 300 miliardi ) e vendita di parte della plusvalenza dell’oro italico ( altri 300 miliardi ) per riacquistare il nostro stesso debito pubblico.

  27. Mi chiedevo,ma se i controlli a tappeto della guardia di finanza,fossero rivolti oltre alle aziende, negozi ecc….(cosa giustissima) negli enti comunali,provinciali, regionali,tutto cosa è( STATALE) quindi riuscire a quantificare i danni e quindi sprechi fatti da questi bravi ragazzi,quindi azzerarli:i bravi ragazzi. Come si può pensare di riempire una vasca d’acqua con in fondo un buco enorme,è impossibile.LO STATO è come un padre di famiglia,deve dare per primo il buon esempio,se vuole avere dei figli per lo meno educati.

  28. 1- Aiutare le aziende e le imprese a pagare meno tasse e a investire di più.
    2- Ritornare al vecchio sistema pensionistico con l’anzianità dei 40 anni, se non si va in pensione
    non si liberano posti di lavoro (forse i tecnici non l’anno capito).
    3-Dimezzare i parlamentari (troppe spese per lo stato e per i contribuenti).
    4-Vendere i beni statali (che vergognosamente marciscono).
    5-Allineare TUTTI I VITALIZI E LE SUPERPENSIONI (che hanno di più degli altri queste persone
    che non hanno mai lavorato sul serio nella loro vita, che cosa hanno di più).
    6-Eliminare tutte le provincie
    7-Eliminare del 50% le auto blu.
    8-Perché i magistrati prendono tanti soldi?.
    10-Più EQUITA’ non come dice il governo ma EQUITA’ VERA.

  29. eliminiamo il denaro liquido. Pagamento totale con carta di credito o bancomat (si, anche per un pacco di sigarette!!!) così la finiamo con i pagamenti in nero ai signori liberi professionisti che poi, si sa, sono quelli che evadono più facilmente!!!

  30. Il Governo,é un Ceto Alto.Noi,plebei,che mantengono l’aristocrazia dell’Italia che é un Paese che non riga Dritto,ma noi siamo come un Paese Povero,come la rovina della Povertà l’é la Miseria.Cioé non vi sono più quei Paesi come una Volta che Andavano d’accordo cioé la drasticità dell’Europa é che deve Ravvedere una cosa come la “Situazione ” che c’é in un Paese l’Italia che non sa Reggere più,tra i vari stati che demoralizzano con loro odio inconfluibile nei vari Stati,ma che tra le opere dannate,tra le tentazioni e l’indurre in tentazione un Paese che é estero,che si arrabbia,vedendo tanta scontrosità e odio,che sconvolge ogni Stato che oltre che l’Italia,anche i Paesi Esteri che fanno una Rivoluzione tra Stato e Chiesa cioé se non erro,continuando così,allora scoppiano risse,ma se non purganti,di Guerra con altri stati.Non é una Situazione che Noi possiamo reggere,e mentre il Mondo fra tante folgori e guerre come piccole guerriglie é che neppure Uno,si Accorge che il Tempo Fugge,e voi cosa devo Dire in una carenza di stati,cioé la Natura non é che regge una Nazione fra i vari Stati in una Statuto di Guerriglia che é la Storia di una fine del Mondo.Buonanotte.

  31. L’italia cosi’ come è adesso è destinata al crack totale entro poco:io non sono un economista ma solo un comune operaio che bene o male l’anno scorso riusciva ad arrivare a fine mese anche grazie al parttime di mia moglie. Quest’anno purtroppo non so se riesco a dar da mangiare a mio figlio. LO stipemndio è sempre uguale (1200euro)ma ora spendo 3 volte tanto solo di gasolio per andare a lavorare. Facendo semplicemente il conto della serva se tu,stato,mi aumenti le tasse,io spendo meno,non esco piu il sabato sera,non vado piu in ferie(cosa che faro’ l’estate prox per la prima volta),rinuncio a svariate cose che non sono piu di prima necessita.Mi hai aumentato la benzina ,quindi di conseguenza aumenta anche il prodotto all’origine .il suo trasporto nei negozi.e il suo prezzo finale;quindi io se posso non lo compro piu, e l’economia si ferma. se tu invece mi diminuisci le tasse,io avendo piu soldi in tasca,consumo di piu e quindi l’economia aumenta e si rimette in moto cosi’ quel processo psoduttivo che ora manca all’Italia. Inoltre maggior severita’ e velocita’ nella giustizia,riduzione dei parlamentari di 2/3,stop ai finanziamenti ai èpartiti(ti finanzi con le tessere degli iscritti),stop agli sprechi nell’amm.pubb.(a casa chi sbaglia come nel privato),:Saro’ uno stupido ma a me sembra basti poco,solo un po di volonta’(che è quella che quseti governanti non hanno: alle prossime elezioni non so se ci saro’, e come me tanti ormai stufi di una politica a senso unico,fatta solo per chi i soldi ce li ha gia’! La classe media ormai sta scomparendo verso il basso e i ricchi si stanno arricchendo di piu . Vergogna……

  32. Io credo che, se oggi siamo a questo punto, la colpa è nostra che abbiamo messo questa classe politica, nella condizione di STRAFOGARSI il nostro denaro, mentre loro in cambio ci propinavano una marea di stronzate e finti litigi in TV. Ma credo anche che sia arrivato il momento di cambiare realmente. Quindi, credo di essere d’ accordo con ” andrea “, anche se sarei più drastico sul numero dei parlamentari ( trecento rappresentanti della sovranità Nazionale, penso siano sufficienti ) e sullo stipendio dei parlamentari. Visto che svolgono tutti un’ altra attività non devono essere pagati

  33. ( segue dal precedente post ) ma al massimo il Popolo sovrano potrà concedergli un gettone di presenza da 100 Euro giornaliere, ma senza nessun altro beneficio e nemmeno auto blu o scorte varie, che spetterebbero solo al Presidente del Consiglio ed al Presidente della Repubblica.
    SOLO A LORO!!!!!!!! Le auto ( blu ) che avanzano, verrebbero vendute e gli incassi andranno a favore dei Comuni; gli autisti e l’ altro personale, tornerebbero a fare i turnisti a tutela dei cittadini.
    Diventeremmo la Nazione numero 1 in Europa!! Bhé ragazzi!!? Che bello sognare ma facciamolo piano altrimenti ci tasseranno anche quelli!!!!!!!!!!!!!

  34. Tutto quello che è già stato detto e in più legalizzare la prostituzione.
    La prostituzione genera da sola un giro d’affari di miliardi di euro, non vedo perchè debbano girare tutti in nero esentasse quando in altri paesi l’attività è lecita, controllata e tassata.
    In questo modo si toglierebbero le prostitute dalle strade (il che già da solo varrebbe il provvedimento) si limiterebbe la criminalità e si aumenterebbero gli introiti fiscali.
    Com’è che le prostitute ed i loro protettori sono evasori totali e nessuno li controlla ?

  35. Sono d’accordo con Giovanni, abolizione dell’art. 18, via l’assistenzialismo, e via la classe politica di oggi TUTTI a casa e togliamone un pò ….siamo ridicoli; e poi diamo una pulitina alla giustizia, chi sbaglia deve pagare… TUTTI xrò
    Saluti

  36. Tutte le idee che ho sono buone ma nessuna ha la forza di riportare l’Italia fuori dal baratro dove si trova ora e dove così come stiamo non ci sarà più modo di uscirne almeno a breve tempo.
    La mia proposta è molto semplice ed è quella di uscire dalla comunità Europea e tornare alla Ns moneta sovrana. Si proprio perché Noi non possiamo più definirci uno Stato sovrano in quanto non emettendo più moneta propria siamo diventati una grossa azienda che per permettersi qualsiasi cosa deve chiedere in prestito alla Bce i soldi per poter fare tutto. Il discorso è molto lungo ma vi garantisco che non esiste Stato con moneta sovrana che non si leghi a nessun’altra moneta che sia mai fallito. Quindi la mia idea la ribadisco è “LIRA AGLI ITALIANI”. Ps non ci sono altre strade tutte le lotte contro tutti e tutto non serviranno a nulla.

  37. Leggendo sui forum e seguendo qualche nota trasmissione televisiva, mi viene da sorridere per come tutti (politici per primi) si sforzino di trovare soluzioni articolate, reperire risorse (tipo: se tolgo 10 centesimi a quello, 30 a quell’altro, tizio lo faccio andare in pensione 1 anno dopo….caio non c andrà mai), lotta agli evasori….. a mè sembra che vogliano raschiare quà e là solo per tenersi i loro bei privilegi; Intanto così come per loro è semplice modificare un articolo della costituzione, penso sarebbe facile togliere tutti i vitalizi dati ai politici negli ultimi 100 anni e far sì che anche loro debbano lavorare come tutti i poveri plebei 40 45 0 50 prima di ricevere la pensione; Vogliamo adeguarci all’Europa…bene, si sacrifichino anche loro come noi:Si portino gli stipendi alle cifre più basse che prendono gli altri politici europei; Si taglino i finanziamenti ai partiti di un’altro 60-70%; dimezzino il numero dei parlamentari senza nominare commissioni o incaricare grandi professori (una divisione siamo bravi tutti a farla); Per fare tutto ciò non mi sembra ci vogliano dei luminari…inizino così , dopo si potrà parlare di tutto il resto e penso che tutti noi già tartassati come siamo storceremo meno il naso di fronte alle loro trovate!!

  38. Abolizione dei partiti(quindi la politica).Servono degli Amministratori onesti e capaci(stipendio fisso 5.000,00 al mese);Un organo di controllo;Abolizione delle Regioni e delle Province;Piu’ poteri ai comuni;Privatizzare tutti i servizi delle Municipalizzate;Adottare una tassa unica x tutti( es:10% sul reddito).Garantire il minimo x sopravvivere ai senza lavoro(che non ci sia l’alibi x rubare).Controllo continuo dei prezzi su tutto.Contenere i prezzi dei prodotti nazionali(indurre quindi ad ognuno di comprare prodotti interni).Punire in maniera esemplare chi commette un qualsiasi crimine.

  39. Ma qualcuno di questi signori (politici o pseudo politici) si è chiesto come mai le app sugli smartphone li acuistano tutti e i download aumentano sempre + ? COSTANO POCO E SONO FUNZIONALI!!!! Che diminuissero la pressione fiscale e inasprissero seriamente le pene per chi evade, vediamo se le tasse costano poco quanti poi non le pagano. Ma è così difficile??? I consumi sono la vera economia! Se continuano a remare contro i consumi la recessione si allunga… Che skifo di paese!

  40. Propongo :
    – togliere l’immunità parlamentare ai politici
    – togliere l’appellativo “onorevoli”
    – tagliare gli assurdi privilegi
    – togliere il finanziamento pubblico ai partiti
    – pagassero di tasca loro le auto, più defribillatori meno auto blu
    – dimezzare i parlamentari e quelli eletti che o restano nel partito o vanno a casa , senza troppi giochini
    Attenzione !! Che ci stiamo rompendo le palle, specie noi pensionati

  41. come possiamo aggiustare un paese dove la classe politica (unita da destra a sinistra) dice di non toccare il finanziamento pubblico ai partiti che ….”…..è già stato drasticamente tagliato…” quando poi scopriamo che con quei “pochi soldi” (perchè drasticamente tagliati) comprano immobili in tanzania e diamanti?
    non c’è soluzione ed oggi non ci resta che vergognarci, perchè stiamo dando un esempio ai nostri ragazzi che un giorno ci cadrà addosso con tutta la sua drammaticità.

  42. sono 10 anni che ripeto alla gente che per togliere tutti i mali che affliggono l’Italia bisognava togliere la cartamoneta e usare solo carte magnetiche,
    i vantaggi:
    RIENTRO DELL’EVASIONE FISCALE
    NON SI SPRECAVANO OGNI ANNO 10 MILIARDI DI EURO PER LA GESTIONE DELLA CARTAMONETA
    SI DEBELLAVA IL LAVORO NERO
    LE TANGENTI
    LA MAFIA
    LA DROGA
    IL RICICLAGGIO DI DANARO SPORCO
    IL TRASFERIMENTO ALL’ESTERO DI IMMENSI CAPITALI
    IL TAGLIO DELLE TASSE CHE AFFLIGGONO IL LAVORO
    ECC.ECC. FINO ALL’INFINITO
    MEDITATE GENTE MEDITATE.UN SALUTO E SPERIAMO CHE MONTI
    APPLICHI QUESTA SOLUZIONE ,DIVERSAMENTE AFFONDEREMO COME IL TITANIC.

  43. Quanto ci sarebbe da fare per salvare (e migliorare) l’Italia!!!
    Forse veramente ci sono le soluzioni, ma, se non sbaglio come disse Mussolini, “governare l’Italia non è impossibile, è inutile”. Quindi…
    Ciao!

  44. si continua a cercare il sistema per salvare l’Italia. uno c’è , ma nessuno ne parla e nessuno lo sfiora. E’ la spesa militare. Una volta eliminato il servizio di leva (per risparmiare?) son saltate fuori queste missioni umanitarie che allo stato costano più della leva e tanto di quel denaro che i politici non hanno il coraggio di renderne pubblico l’ammontare.Si ha paura? Si!Tanta da regalare ai generali le famose Maserati! Ma non siamo in Argentina. E credo inoltre che chi paga le tasse dovrebbe avere voce in capitolo sulle decsioni da prendere in questo caso.

  45. Idea 1: “eliminare il denaro contante in ogni transazione a beneficio di quello elettronico. Ma di tutto eh? Dai giornali al caffè alle auto. Risolveremmo il problema dell’evasione e del contrabbando di droga…”
    Idea 2: “chiedere l’annessione agli Stati Uniti o alla Germania.”
    Idea 3: Idea 1 + Idea 2

  46. Un paio di IDEONE: noleggiare i politici all’estero. Pagare un’altra nazione perchè ci presti i suoi politici per un pò di tempo. altra ideona: portiamo l’iva al 40%, le tasse al 90%, inventiamo una decina di nuove tasse e così sistemiamo tutti i bilanci. Strapaghiamo i politici perchè poveretti loro soffrono mentre lavorano. Triplichiamo le auto blu e i vari servizietti extra per i parlamentari così diamo una mano all’economia. Quei pochissimi che sopravvivranno saranno sicuramente ricchi….

  47. Scusate!!? Ma se uso il bancomat per il giornale o cose del genere …. non si hanno dei costi aggiuntivi che vanno a rimpinguare le casse delle banche????
    Penso che tagliare drasticamente le spese dello stato quindi eliminare gli enti ( provincie, regioni, comunità montane etc etc… ) inutili, tagliare di 2/3 il numero dei parlamentari, eliminare stipendi vitalizi e benefici vari ai politici, rispedire ai propri paesi tutti i condannati a pene superiori agli otto mesi ( così non ci sarà bisogno di una nuova amnistia ). Sono i politici che ci hanno portato in questo baratro! Che paghino anche loro!!!!

  48. Penso anche che si potrebbero usare due quote per le imposte. Fino a 15.000 zero e da 15001 in poi al 20 % per tutti. Confisca del bene, vendita all’ asta immediata e condanna per chi evade. La multa dovrà essere pari al prezzo di vendita del bene confiscato. IVA al 15 % per tutto senza altri balzelli vari. Per legge siamo tutti uguali? Quindi dobbiamo essere tutti uguali anche per il fisco, si tratta di aiutare solo chi ha veramente bisogno. Poche regole ma chiare!

  49. Il nostro paese soffre perché lo stato non ha abbastanza soldi per pagare il debito creatosi. Il principale motivo per il quale si è creato il debito pubblico è che tutti i soldi indistintamente usciti dallo stato per pagare POLITICA (partiti, elezioni, senatori, deputati, presidente della repubblica etc etc), SCUOLA, SANITA’, COSTRUZIONE GRANDI OPERE, CHIESA, e via discorrendo sono stati spesi malissimo, oserei dire buttati via, e rubati per lo più. Per rendere meglio l’idea. Per il rifacimento del manto stradale in un tratto di autostrada si spende 10 volte il necessario, per via della corruzione, assessori che rubano, della malavita, delle persone incompetenti, delle frodi nel presentare la lista delle spese da sostenere. Se per ogni euro che esce dalle tasche dello stato si creassero dei vincoli di tornaconto, (come avviene quando si commissiona un lavoro tra privati) ovvero delle garanzie, facendo dei preventivi veri, delle gare d’appalto vere, dei controlli continui da parte di organi di polizia e GDF, la maggior parte degli sprechi finirebbe. Siamo vittime della nostra stessa cultura (truffaldina). Troppi ignoranti a lavorare negli uffici pubblici, troppi assenteisti impuniti. Dobbiamo abbassare le tasse e lasciare respirare le imprese, e la disoccupazione diminuisce, se tutti lavorassero tutti pagherebbero le tasse (che devono diventare servizi, non gioielli nelle mani dei politici o dei vari signori del clero)…

  50. Se da domani produciamo auto elettriche e pannelli fotovoltaici obbligatori per tutti…allora si creera’ del lavoro. Altrimenti non ci sono speranze.
    All’inizio del 900 la vita media era 40 anni ed eravamo circa 3 miliardi… ora si vive 80 anni e siamo 6 miliardi… non c’e’ soluzione , non regge un sistema economico!

  51. Ma non vi sembra strano che il governo permetta agli stranieri di poter spendere in contanti fino a 15000€ e gli italiani fino a 999€? Quindi gli stranieri non sono evasori? Solo gli italiani? Allora, e diciamola tutta, la restrizione del denaro in circolazione per bloccare l’evasione è una grande BUFALA ma serve alle banche per fare più soldi.

  52. BISOGNA MANDARE A CASA TUTTI I COMPONENTI DEL GRUPPO MISTO. PERCHE’ SONO
    LA VERGOGNA DI QUESTO PAESE.
    SONO DEI POLITICI SOLO PER LA POLTRONA E LO STIPENDIO, CHE SE NE FREGANO
    DEI VALORI E DEI BISOGNI DI CHI LI HA VOTATI SIA A DESTRA A SINISTRA E AL
    CENTRO.
    VERGOGNATEVI APPROFITTATORI.
    E ORA DI FARLA FINITA CON TUTTI QUESTI POLITICI ADESSO BASTA .

  53. un idea e’ poca cosa …un insieme di idee semplici e collegate porterebbero a dei risultati sicuri
    1- portare in detrazione qualsiasi spesa (piu’ spendi meno paghi e chi incassa paga) ..addio evasione
    … maggiori investimenti…… maggior gettito fiscale……minori aliquote
    2- nessun finanziamento di Stato ai partiti ma possibilita’ di finanziamenti da privati (sia persone
    fisiche che giuridiche) con l’obbligo di segnalazione pubblica (pene severe a chi contravviene)
    …..maggiore trasparenza…….nessun sperpero di denaro pubblico
    3- Aumento pene per corruzione,appropriazione indebita e reati commessi da politici o funzionari
    dello Stato……10-15-20 anni (un tempo era cosi’ ..ricordate Mastrella funzionario dogane che
    a suo tempo di approprio’ di 1 mld …morì in carcere)

    Volendo potrei aggiungere altre idee .. ma solo con queste 3 ci sarebbe una
    SVOLTA EPOCALE!!!!!!

  54. Per Luciano: no! i pagamenti POS non prevedono sovraccarichi per nessun acquisto. E’ una idea facile da attuare, così banale e semplice che potrebbe funzionare. Ma rimarrà un’idea credo per molti anni e quando verrà adottata penseremo: “ma perché non l’abbiamo fatto prima?” Semplice, perché non c’era la volontà di prendere una decisione che avrebbe fatto urlare molta gente allo scandalo e quindi nemmeno la voglia di combattere per risolvere i problemi… Non siamo capaci di fare le liberalizzazioni perché ci sono lobby che strillano e si agitano, figuratevi un cambio così epocale! Non rimane che l’idea 2…
    Saluti a tutti.

  55. – stop finanziamenti pubblici ai partiti.
    – riduzione immediata degli stipendi alla classe politica.
    – basta coi senatori a vita (perchè mai tenerceli ancora li seduti?)
    – pagamento imu di tutti gli edifici presenti sul suolo italiano (tutti).
    – rientro in patria immediato di tutte le forze armate italiane.
    – legalizzare le droghe, il gioco d’azzardo e riaprire le case d’appuntamento (scelta impopolare ma d’obbligo visti i tempi).
    – investire su fonti di energia alternativa a bassissimo impatto ambientale.
    – utilizzare carburanti ecologici (gli aerei vanno ad olio da cucina adesso, informatevi).
    – abbattere del 50% il costo del lavoro.
    – investire sulla ricerca scientifica.
    – eliminare tutte quelle tasse ormai assurde che stagnano dalla secoda guerra mondiale!
    – eliminare tutti i bonus ai super manager statali.
    – ridurre drasticamente il numero dei partiti presenti nel nostro paese.
    questa è solo una lista di cose da fare che secondo me avrebbero delle ripercussioni positive a beneficio di tutti. è solo un mio pensiero.

  56. Senza entrare nei tecnicismi fiscali, ritengo che l’unica possibilità di salvezza del nostro paese è sviluppare in modo massiccio ciò che la rende unica: patrimonio culturale, bellezze artistiche, prodotti tipici, turismo, cercando in questa maniera di rendere l’Italia un attrattiva esclusiva ed invitante in tutto il mondo. La mia considerazione nasce dal semplice fatto che:
    1) nel medio/lungo termine non potremo competere con il costo del lavoro connesso alla realizzazione di qualsiasi prodotto industriale con quello dei paesi dell’est europa (dove molti imprenditori italiani, stanno trasferendo le proprie imprese o decentrando parte delle aziende), cina, india, sudamerica (paesi che si riterranno ai vertici dell’economia mondiale nel vicino 2040…)
    2) non disponiamo di risorse naturali o ricchezze di alcun genere (oltre ai beni culturali)
    3) abbiamo accumulato ormai un eccessivo ed irrecuperabile divario rispetto al resto del mondo circa la ricerca e l’innovazione tecnologica in qualsiasi campo. Non abbiamo risorse economiche da investire per riallineare tale situazione. Una volta avevamo una delle industrie automobilistiche migliori del mondo – Ford quando vedeva un Alfa Romeo, si toglieva il cappello – ora siamo tra gli ultimi e non si sa ancora per quanto tempo ci resteremo, prima di non esserci proprio più….
    Ovviamente mi astengo da qualsiasi commento ulteriore sui nostri politici….avete letto dei 4 milioni spesi dalla casta per le agendine?…quando ormai dispongono quasi tutti di uno smartphone o di un cellulare che svolge molto più efficacemente il compito di 100 agendine…non credete che questi inqualificabili personaggi siano tutti in possesso di ipad, etc.. acquistati con il denaro che togliamo, con mille rinunce alle nostre famiglie e ai nostri figli…c’è veramente da capire come possano ritenere di avere ancora una dignità….come possiamo liberarcene????

  57. L’unia cosa da fare se veramente vogliono che il nostro paese ricominci a crescere ma sul serio è solamente l’abbassamento delle tasse.Le tasse se sono eque state tranquilli che le pagano tutti, basta mettere un’aliquota unica al 30/35% e state tranquilli che ripartono immediatamente i consumi perchè le tasche degli Italiani sarebbero più piene, e d ache mondo e mondo se io posso spendere spendo latrimenti me ne sto a casa.I governanti nn lo capiscono o nn lo vogliono capire perchè nn hanno mai lavorato in vita loro e nn vivono acontatto della gente tutti i giorni non sanno che si fa fatica ad arrivare ormai a metà mese con gli stipendi.Se gli stipendi fossero più alti uindi meno tassati comprerebbero di tutto comincerebbero ad uscire andare al ristorante a comprarsi un vestito più spesso una macchina nuova e tanto altro,devono capire che è tutta una catena più si hanno possibilità economiche più spendo ovunque, ache farsi imbiancare una casa anziche farselo da se e così via.Non ci vuole un genio per capirlo basta farlo e volerlo fare.

  58. due sole proposte:
    da Repubblica parlamentare in Repubblica Presidenziale;
    sistema fiscale all’americana…
    quanti politici e portaborse a casa e quanta evasione recuperata.

    Art. 1

    L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.

    La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.

  59. il problema è sempre il solito le tasse..Più si tolgono i soldi dalle tasche degli Italiani meno si spende. Nelle buste paga + della metà di quanto si guadagna sono tasse, non si arriva più a far quadrare i conti a fine mese.Se non si decidono a dare più potere d’acquisto al singolo cittadino, la crescita del paese la vedremo con il telescopio!! “Cresci Italia” resterà solo un modo di dire per ricordare la batosta di tasse caricata nuovamente sulle spalle degli Italiani…

  60. X LA FESTA DEL 2 GIUGNO
    Ho letto su un giornale che l’Italia è una repubblica AFFondata sul lavoro, aggiungerei pure che la nostra repubblica oggi è fondata sulla disoccupazione. OVVIO che questa malattia è dovuta alla MANCANZA di lavoro. I nostri PROFESSORONI invece insistono a non capirlo. Tant’è che la loro soluzione sembra essere quella di agevolare l’entrata dei giovani (ci sono però anche meno giovani con gli stessi diritti) seppure con stipendi minimissimi nel mondo del lavoro. Ma se il lavoro non c’è, chi MAI potrà assumere chi?. Ma per favore, si abbia il buon senso di guardare in faccia il problema principale!!!, poi si potranno affrontare anche tutti gli altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *