Sto con la Pecorella

“Ehi pecorella, sei venuta a sparare? Per quello che guadagni non ne vale la pena…”. Il ragazzo No Tav insulta e provoca il carabiniere, che non reagisce e non casca nella trappola violenta. Pensatela come volete sull’Alta Velocità in Val di Susa ma questi giorni di proteste e di botte in Valle sono da ieri segnati da questo alterco, ripreso e filmato.

Ieri la battaglia è continuata e c’è stata la caccia ai giornalisti. E’ stato rintracciato il collega operatore che aveva fatto la ripresa della “pecorella” e mandato all’ospedale. Quando stampa e tv entrano nel mirino dei violenti che protestano vuol dire che stanno per passare dalla parte del torto…

Ma l’accenno a “quello che guadagni” ci fa pensare fatalmente a Pier Paolo Pasolini e alla sua poesia su Valle Giulia:

“Quando ieri a Valle Giulia avete fatto a botte

coi poliziotti,

io simpatizzavo coi poliziotti!

Perché i poliziotti sono figli di poveri.

Vengono da periferie, contadine o urbane che siano.

Quanto a me, conosco assai bene

il loro modo di esser stati bambini e ragazzi,

le preziose mille lire, il padre rimasto ragazzo anche lui,

a causa della miseria, che non dà autorità.”

PARLIAMONE OGGI IN CHAT: Dì LA TUA!
Ne parliamo oggi in videochat alleore 14.30. Si discuterà degli scontri dei No Tav, ma anche del caso Costa Allegra e della polemica per l’introduzione dell’omicidio stradale. Tu cosa ne pensi? Seguici e mandaci il tuo commento!