La scure di Monti: videochat oggi alle 14.15

Appuntamento oggi alle 14.15 con la videochat sul tema della busta paga di questo mese alleggerita dal Fisco.
Sono già arrivati tantissimi vostri commenti!!! Li dividerò in capitoli e già vi anticipo gli argomenti:

– l’insofferenza verso i politici
– le critiche a Monti e ai tecnici
– le domande sul nostro futuro

Come direbbe Bersani, ci sono “cazzotti” per tutti… Non mancate.

SEGUITE LA CHAT CLICCANDO QUI

Buste paga e pensioni tagliate: dite la vostra!

L’argomento su cui chiedo il vostro parere questa settimana è questo. La busta paga e la pensione del 27 di questo mese sono state colpite dalla scure delle nuove tasse introdotte dal Governo Monti. E’ giusto fare sacrifici? A quale prezzo? E non c’è un altro modo per risanare i conti pubblici dello Stato?

Ne parleremo giovedì alla videochat in diretta: mandatemi le vostre opinioni cliccando qui!

 

Fabbrica del Sorriso, un’esperienza unica

A volte nel nostro mestiere capita di fare cose che ti danno qualcosa di più. Cose che vanno oltre il semplice dovere professionale. E’ capitato a me di vivere questa felice condizione nel seguire le News di Mediaset nel raccontare le quattro realtà di volontariato della Fabbrica del Sorriso. E’ stata una esperienza bellissima, di cui devo ringraziare tutti, in primis gli ascoltatori che hanno spedito gli sms a due euro e poi i giornalisti grandi firme che si sono prestati a fare da testimonial: Stella Pende, Benedetta Corni, Toni Capuozzo e Salvo Sottile. Oltreché gli amici di Mediafriends!

Lavoro, si potrà licenziare?

Alla fine non c’è accordo concertato, ma sulla sua proposta il Governo va avanti. Senza il consenso della Cgil. Domani c’è un nuovo incontro, ma sul punto cruciale, quello dei licenziamenti e dell’articolo 18, le cose non cambieranno. Si va avanti ad oltranza a trattare sugli altri punti e il Governo deve ancora decidere come presentare la proposta al Parlamento.

In Italia diventerà di fatto possibile licenziare? E’ questa la domanda che si fanno i detrattori della proposta Fornero. E d’altra parte i fautori della proposta sostengono invece che per riaprire le frontiere dell’occupazione bisogna rendere più flessibile l’uscita.

Chi ha ragione secondo voi?

Mandate le vostre opinioni e non mancate alla video chat di domani.

 

 

E non dimenticate La Fabbrica del Sorriso. Costa poco di due caffè al bar e può fare felice qualche bambino.

 

I tre nodi sul lavoro

Potrebbe essere oggi il giorno giusto per l’accordo sulla riforma del lavoro. E’ una riforma che l’Europa ci chiede dall’agosto scorso, quando fu recapitata al nostro Esecutivo la lettera firmata da Trichet e da Draghi. Che cosa potrebbe fermare l’accordo? Ci sono tre questioni aperte. Eccole schematicamente:

la prima è il metodo. Bisogna che ci si metta d’accordo. Non possono essere tagliati fuori questo o quel sindacato. E’ una riforma che va “concertata”, non fatta a maggioranza.

Seconda: il merito. D’accordo sul riformare l’articolo 18, ma come? Il principio della “giusta causa” nel licenziamento di un lavoratore dipendente sarà salvaguardato o no?

Terza: i tempi. Mario Monti vorrebbe mettersi l’accordo in tasca prima di partire per l’Asia, dove incontrerà investitori fra i più ricchi del pianeta. Ma la gatta frettolosa partorisce gattini ciechi. O no?

Vi ricordo il tema della VIDEOCHAT di giovedì:
E’ giusto sostenere le imprese in difficoltà per la crisi, con un fondo apposito?
Ditemi la vostra opinione e raccontatemi le vostre storie

Ps. E poi La Fabbrica del Sorriso. La raccolta continua per i bambini disabili. L’obiettivo è di arrivare a due milioni di euro!!!!

 

Un fondo per il rischio d’impresa: dì la tua!

È giusto o no sostenere chi rischia? Sostenere l’impresa? Fino ad oggi, lo si voglia o no, il nostro sistema ha garantito chi faceva investimenti finanziari e viveva di rendita. Adesso è venuto il momento di cambiare.

Giuseppe Bortolussi della Cgia di Mestre (leggete anche Luca Ricolfi su La Stampa di oggi) lancia l’idea di istituire un fondo di solidarietà per gli imprenditori in difficoltà. Ne parleremo nella videochat di giovedì 22 marzo.

Voi siete d’accordo?
Ditemi la vostra opinione e raccontatemi le vostre storie

PS NON DIMENTICATE La Fabbrica del Sorriso. La raccolta continua, diamoci dentro!

Via a Fabbrica!

Parte domani la settimana di raccolta organizzata da Mediafriends, la Onlus nata da Mediaset, Medusa e Mondadori, chiamata La Fabbrica del Sorriso. Quest’anno i soldi vengono raccolti per quattro progetti, tutti italiani, dedicati ai bambini disabili, proposti da altrettante realtà del volontariato.
La Versione di Banfi è in prima fila in questi sette giorni.

Ecco il claim di questa campagna:
Sono bambini con una D in più. Sono nati in salita, un po’ a sorpresa. Ma sono prima di tutto bambini. La Disabilità non può, non deve togliere loro il diritto alla vita e alla gioia, agli amici e al gioco, alla speranza e al futuro. Hanno solo bisogno “Di Più”. Per essere alla pari.
Sostieni con Mediafriends i progetti italiani di FABBRICA DEL SORRISO. Diamogli D più.

COME SI DONA
Da domenica 18 a domenica 25 marzo sarà possibile donare 2 euro inviando un SMS al 45507 da telefono cellulare (TIM, Vodafone, Wind, 3, Poste Mobile, Coop Voce, Noverca e Tiscali) . Sarà possibile donare 2 euro chiamando lo stesso numero da rete fissa Tele Tu, mentre sarà possibile donare 2 o 5 euro chiamando sempre il numero 45507 da rete fissa Telecom Italia, Infostrada, Fastweb e Tiscali. Altre info su: www.fabbricadelsorriso.mediaset.it