La Costa alla deriva

La notizia della nave Costa Allegra alla deriva per una gravissimo incendio che ha messo fuori uso i motori sembra quasi una barzelletta, non fosse per la sua drammaticità e perché riapre la ferita della tragedia del Giglio. Nel senso che difficilmente ci si aspetta due disavventure così gravi nella stessa compagnia, a distanza di poco tempo.

Due riflessioni. La prima: evidentemente chi diceva che il problema non era il solo comandante Schettino, a proposito della Costa Concordia, non sbagliava. Schettino è il risultato di un sistema che ha dei problemi strutturali di gestione e forse di finanziamento. A questo punto non è più un sospetto, è una realtà.

La seconda: chi ha deciso di andare in crociera, poco tempo dopo la tragedia del Giglio, era cosciente, ma certo almeno per il calcolo delle probabilità, pensava di non correre rischi. E invece…

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Una risposta a “La Costa alla deriva

  1. …la costa è da sempre la flotta di navi da crociera tra le migliori al mondo, hanno standard di sicurezza elevati ed è incomprensibile come siano avvenuti due incidenti in così breve tempo…

    certo prima si sapere le cause dell’incendio sull’allegra non ritengo intelligente né opportuno puntare il dito contro una società armatoriale tra le più imporanti…
    a meno che non si è al soldo della concorrenza… e allora si può scrivere di tutto pur senza avere informazioni in merito a quanto accaduto…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *