Neve a Roma! Alcune domande

Roma sotto la neve. Moltissimi i disagi nonostante l’allarme meteo ben noto a tutti, tanto che il sindaco Alemanno ha emesso l’ordinanza di sospensione dell’attività didattiche già giovedì. Stamattina però la Capitale era in tilt. Niente taxi, niente bus, niente spalatori in giro, niente spazzini che raccolgano la spazzatura…Pochissimi vigili urbani.

Il Comune di Roma ha 62mila dipendenti. E troppe domande frullano nella testa.

Eccone alcune:

Chi deve spalare il marciapiede sottocasa che presto (forse già stanotte) se non sarà spazzato dalla tanta neve diventerà pericolosissimo? Forse il portiere (se c’è), il condominio, il Municipio, il Comune?

Chi deve togliere la neve fradicia dalle strade, quantomeno le principali, in assenza totale di spazzaneve organizzati? La Protezione Civile? Il Comune? I Vigili del Fuoco, l’Esercito?

Perché in una situazione così vengono sospese intere linee di mezzi pubblici? E’ l’Atac che decide?

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Una risposta a “Neve a Roma! Alcune domande

  1. a Modena, città dove nevica tutti gli anni, le strade sono tutte bianche solo dopo due giorni hanno pulito quelle principali anche grazie al sole
    ci sono lastroni di ghiaccio di 10 cm.
    Ma a Modena la giunta non è di destra e quindi va bene
    Vorrei sapere se qualcuno sa quanti beni ha lo Stato, dove sono immagazzinati e dove sono dimenticati dopo averli acquistati chissà a quali prezzi
    tanto tutto funziona così
    Il presidente della protezione civile mi ha fatto schifo
    Basano tutto sui volontari (gratuiti), si barricano dietro alle ridotte risorse.
    Vorrei sapere qual’è il suo stipendio.
    vorrei sapere quanti amministrativi sono assunti nei vari Feudi creati per costare alla collettività a beneficio di tasche private, e quanti sono gli operativi
    Se è un fortunato e sa fare il suo lavoro devolva lo stipendio e si rimbocchi le maniche.
    Parla dell’isola del Giglio
    La mia impressione è che è stata una vacanza fuori stagione per molti, per fare partire il tassametro sono partiti tutti poi non s’è visto fare nulla salvo sospendere il nulla per il peggioramento delle condizioni del tempo
    E’ uno schifo
    ma non so come si possono cambiare le cose

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *