L’ora della responsabilità

 

Mario Monti è un grande personaggio. Ministro europeo voluto da Berlusconi e oggi apprezzato anche a sinistra, da ieri è senatore a vita per volontà di Napolitano. E’ l’ora della responsabilità, dei nervi saldi e del senso dello Stato. Hanno dimostrato di averne soprattutto Berlusconi stesso e il presidente Giorgio Napolitano.

 

A noi commentatori e interpreti degli umori della gente tocca adesso un’altra importantissima responsabilità. Ora che sono state ottenute le dimissioni di Berlusconi, basta col denigrare questo Paese. Basta con la violenza dei talk show, con le domande quotidiane al premier sulle sue abitudini, basta con gli scandali e gli scandaletti, con i pettegolezzi e gli insulti. Basta con le liti e i privilegi della casta.

 

Basta perché l’Italia e gli italiani stanno rischiando davvero. Dobbiamo tutti voltar pagina e tornare a difendere questo Paese. A testa alta.

Ne parliamo stasera con ospiti importanti e due collegamenti: il gruppo d’ascolto dei giovani e Genova, dove i giovani che spalano il fango rappresentano una luce da seguire nel buio della crisi.

 

Non mancate stasera alle 21 e 10 su Retequattro. Domande e commenti graditi come sempre

 

 


Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

16 risposte a “L’ora della responsabilità

  1. Stasera in trasmissione sarebbe interessante approfondire il tema politico del ritorno alla prima repubblica e il tema economico della solidità delle nostre banche. A tal proposito sono interessanti le dichiarazioni del docente di storia economica Giulio Sapelli: «Servono meno banche capitaliste e più banche cooperative, sul modello canadese e australiano (credito alle famiglie e alle imprese)». (http://stefanoregondi.wordpress.com/2011/11/07/giulio-sapelli-«governo-tecnico-non-reggerebbe-la-situazione»/)

  2. Sono anni che scrivo le stesse cose a diversi giornali e nessuno ha mai voluto pubblicare le mie domande da rivolgere ai politici.

    Vorrei che ci restituissero la dignità. Come? Avvicinandosi al ns modo di vivere, partendo dall’abolizione di tutti i loro privilegi, ad esempio la barba possono farsela da soli a casa, abolirei i 4mila euro di diaria e offrirei il pasto gratis in parlamento, i portaborse li farei assumere dallo stato piuttosto che riconoscergli un contributo che poi loro utilizzano solo in parte e per di più in nero.

    Poi vorrei sapere perchè dobbiamo sempre esagerare in peggio e non in meglio?
    Mi spiego, un giorno ho sentito Rotondi dire che dimezzare il parlamento ci avrebbe fatto risparmiare poco, “solo” 700 milioni di euro.
    Anche se ne fossero la metà ne sarebbero pochi perchè considerando i tedeschi loro hanno 600 parlamentari contro i nostri 1000 ma hanno anche un 25-26% in più di cittadini, pertanto facendo una proporzione noi ne dovremmo avere al massimo 420 e qui il rispamrio supererebbe gli 800 milioni, poi siccome siamo un popolo di pasrimoniosi e spesso ai autodefiniamo uno dei popoli più civili potremmo dare il buon esempio ed abbassare il numero di un’altro 20% in modo da superare il miliardo di risparmio.
    Se facessimo le stesse riduzioni degli stipendi supereremmo i 1.200 milioni che farebbero quasi una finanziaria ogni 10 anni.

    Drastica riduzione delle auto blu, e via discorrendo.

    Io sono convinto che chi evade lo fà sopratutto perchè vede che i soldi pagati di tasse spesso vengono solo sperperati e non riutilizzati per la società, infatti tempo fa sentii dire ad un esponente delle cgil di mestre che in italia si raccolgono molti più soldi di tasse che in Germania o Francia, allora vorrei proprio che mi spiegasserto come mai i servizi ricevuti dai cittadini Tedeschi o Francesi sono anni luce migliore dei ns.

    Per quel che mi riguarda secondo me con i politici attuali di dx o di sx (non cambia niente, hanno dimostrato tutti di essere incompetenti) se dimezzassero il parlamento il giorno dopo si raddoppiano gli stipendi e ci troviamo sempre punto e a capo.
    Mi piacerebbe proprio fare un faccia a faccia con qualsiasi politico, sono sicuro che non riuscirebbe a rispondere a nemmeno una mia domanda in maniera chiara e diretta.

    Stasera seguirò la puntata, spero che trovi l’occasione per leggere questa mia lettera.

    Un’ultima proposta:
    Basta finanziamenti a fondo perduto anche per le grandi imprese e diamo i finanziamenti ad interessi Zero a tutti quelli che hanno voglia di lavorare perchè se uno ha una buona idea imprenditoriale le assicuro che anche prendere dei finanziamenti ad interessi zero è come se glie li avessero regalati, mentre con i finanziamenti a fondo perduto un sacco di aziende ci si sono arricchite in maniera illecita e poi hanno trasferito le proprie attività all’estero con una parte delle attrezzature pagate anche da noi contribuenti.

    E sopratutto se c’è la volontà di abbattere l’evasione diano la possibilità a tutti di scaricare almeno l’80% se non il 100% di qualsiasi prodotto o servizio si acquisti.

    La saluto e la ringrazio.
    Luca

  3. ..BUONASERA, MA DI COSA STATE PARLANDO…..STIAMO CONSEGNANDO L’ITALIA AI BANCHIERI EUROPEI…SI SA BENISSIMO CHE E’ TUTTA SPECULAZIONE E NULLA PIU’.
    ELEZIONI, PUNTO

  4. Nessuno dice che monti è un uomo della goldman sachs , UOMO DEL BILDERBER COME IL NUOVO PREMIER DELLA GRECIA …….quindi no a monti ma le votazioni . Anche se non credo più alla democrazia dopo la sua nomina a senatore a vita . Soldi nostri regalati in un momento di crisi . Grazie a napolitano che nella sua visita all’onu ha parlato del nuovo ordine mondiale . Sarà un caso ???

  5. Ma perchè nessuno, e sottolineo nessuno, ogni volta che si tessono le lodi di Mario Monti, non dice TUTTA la verita?
    Quale verità? Questa:

    E’ presidente europeo della Commissione Trilaterale, un gruppo di interesse di orientamento neoliberista fondato nel 1973 da Rockefeller e membro del comitato direttivo del Gruppo Bilderberg. Dal 2005 è International Advisor per Goldman Sachs. Fa il paio con Draghi…

    Oramai i banchieri (di Goldman Sachs in primis) hanno commissariato le democrazie.
    Profondamente deluso da David Parenzo che, dopo aver avuto per partner di lavoro un tale Eugenio Benetazzo, mi viene a raccontare storielle da bar.

  6. Il problema non è chi conduce il timone dell’Italia, è che chiunque sarà incaricato non farà ciò che è giusto, ma ciò che fa comodo ai politici ed alla finanza. Ci saranno altre tasse per chi prende lo stipendio, sotto qualche forma, nessuno toccherà i privilegi di politici ed altre categorie, nessuno toglierà lo stipendio ai nostri cari politici che palesemente, nessuno escluso, sarebbero da licenziare in tronco già da parecchi anni. Alla fine pagheranno sempre gli stessi, a noi nemmeno la pensione, loro in pensione dopo 10 giorni di parlamento…

    Una persona seria? Allora i primi tre provvedimenti dovrebbero essere:

    1 – soppressione di TUTTI i privilegi dei politici italiani. Equiparati ad ogni cittadino, viaggino con i mezzi pubblici anche loro, non con le auto blu.

    2 – soppressione di qualsiasi forma di rimborso/stipendio/sovvenzione alla politica, ai partiti, ai politici in genere. Se veramente ci credono e vogliono svolgere un servizio per il paese, che lo dimostrino facendolo gratis, che non valgono nemmeno 50 euro al mese per quello che fanno.

    3 – tassazione dei guadagni di borsa, al 50% e da pagare entro 10 giorni dall’operazione effettuata, basta speculare sulla pelle dei cittadini.

    Che per una volta le lacrime e sangue le versino coloro che ci hanno portato dove siamo, a prescindere dal colore o dallo schieramento, non c’e’ un politico che sia da salvare nel nostro parlamento.

    Saluti

    Un Cittadino italiano che prende lo stipendio e con il quale non arriva a tre settimane con la sua famiglia.

  7. Buonasera,ma questi politici ricordano che portare l’Italia a votare costa una follia.Bravi!!!!continuiamo a sperperare soldi.Siamo indebitati fino al collo e aggiungiamo debiti.Nelle nostre famiglie abbiamo imparato a tagliare le spese superflue che i politici facciano altrettanto,soprattutto i comunisti tanto per bene……

  8. e’ una vergogna sentire dire dalla bocca dei politici intervistati che non hanno abbastanza soldi per comperare titoli di stato BPT , ma quale e’ il salario di un ministro? € 16.000?
    Ma non si vergognano , perche’ vengono chiamati LA CASTA?
    TUTTI QUESTI ” MINISTRI ” DOVREBBERO SOLO VERGOGNARSI IL POPOLO SOVRANO DOVREBBE SAPERE CON ESATTEZZA QUANTO CI COSTANO QUESTI POLITICI

  9. Siamo semplicemente inseguiti dai nostri creditori perchè per trent’anni abbiamo speso soldi per costruire strade che non abbiamo costruito, assunto personale pubblico di cui non avevamo bisogno e mandato in pensione persone che non avevano accumulato sufficiente denaro per il proprio futuro perchè hanno lavorato troppo poco.
    La cruda sostanza è che i creditori hanno capito che i tedeschi non accetteranno mai di sobbarcarsi il nostro meridione come noi abbiamo fatto per 150 anni sperando di scaricarne i costi sui nostri figli.

  10. Sto seguendo la trasmissione. Ho sentito il giornalista del Sole24ore intervenire dicendo che senza l’intervento della BCE che ha acquistato 140 miliardi di BTP da inizio anno, l’Italia sarebbe già fallita.
    Sono curioso di sapere a che interesse la BCE acquista i BTP: se li acquista a prezzo di mercato, non è che ci stia facendo un gran favore, sta speculando come tutti. Piuttosto, se volesse davvero aiutarci, dovrebbe sottoscriverli al tasso minimo, o quantomeno non superiore a quello dei BUND tedeschi (5 punti in meno).

  11. Blog ..Banfi l’italia … e giu non dare la colpa a sarkomerkel, guardati in giro … roma ..napoli … Questa e europa? … neanche a Bucarest vedi questo casino… dai… non parlarmi di genova per fare audimat…. sei uno venduto… poverino..

  12. e adesso nel silenzio generale a Genova stanno cementificando anche l’ultima collina, gli Erzelli, con la scusa del parco tecnologico. Sempre gli stessi. Sempre lo stesso cemento. e con 176 milioni di soldi pubblici. Chiedete a Sansa se non è vero!

  13. NON CAPISCO COME NESSUNO ABBIA COMMENTATO IL FATTO CHE MENTRE A GENOVA LA GENTE MORIVA I RAGAZZI VOLONTARI CORREVANO AD AIUTARE,I SIGNORI DELLA SINISTRA A ROMA FACEVANO UNA MANIFESTAZIONE CANTAVANOCON IL SIGNOR VECCHIONI , SVENTOLAVANO BANDIERE ECC. SE LO AVESSE FATTO BERLUSCONI ,IN QUEL MOMENTO DRAMMATICO…APRITI CIELO. TUTTE LE TELEVISIONI TUTTI I GIORNALI E NN SOLO QUELLI ITALIANI SI SAREBBERO INDIGNATI PER LA MANCANZA DI SENSIBILITA’ VERSO I NOSTRI CONNAZIONALI IN DIFFICOLTA’ .AVREBBERO FATTO UNA BELLA FIGURA SE FOSSERO ANDATI ANCHE LORO A SPALARE IL FANGO O QUANTO MENO UTILIZZARE QUEI SOLDI PER AIUTARE QUELLA GENTE. VERGOGNA ||||||| E NESSUNO SI è INDIGNATO?
    E’ INCREDIBILEEEEEEEEEE

  14. ciao a tutti, piano piano, sottovoce sei finalmente riuscito a far trapelare la notizia che il vero problema è finanziario, precisamente nel sistema di finanziamento dello stato, credo sia opportuno approfondire ancora di più, spiegare con precisione il meccanismo perverso.I politici gestori delle sante istituzioni, con le loro politiche lungimiranti, europeiste, ci hanno consegnato ad una banda di finanzieri internazionali, la soluzione prospettata questa sera con Monti è pazzia pura, come se si consegnasse la chiave della cassaforte ai rapinatori, l’Italia è diventato un paese di lotterie e gratta di quà, gratta sotto……, la borsa un casinò dove barano tutti, compreso il banco (consob). Per salvare la situazione occorrono ben altre misure, quelle indicate dal professore di economia ed io metto pure che lo stato debba emettere banconote per conto proprio: mi sembra che anche un certo J. F. KENNEDY la pensasse in questo modo,” il 4 giugno 1963 J. F. Kennedy firmò l’ordine esecutivo 11110 che, di fatto, ridava al governo Usa la facoltà di emettere denaro senza passare per la FED (privata).”grazie per l’attenzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *